Stratasys dimostra la nuova piattaforma di stampa 3D metal

A RAPID + TCT in aprile, Stratasys ha presentato la sua stampante 3D J735 multicolore ; al TCT Show di settembre, l’azienda ha sfoggiato le sue avanzate parti in fibra di carbonio stampate in 3D . Ora, durante la settimana del 2018 a Francoforte, Stratasys sta contribuendo a inaugurare una nuova era di stampa 3D di parti in metallo di qualità industriale. La società sta rilasciando maggiori dettagli su una nuova piattaforma additiva che sta sviluppando per applicazioni in metallo a breve termine.

“Prendiamo atto che gli attuali approcci alla stampa 3D di parti metalliche lasciano molto a desiderare, tra cui post-elaborazione lenta, rimozione del supporto estremamente complicata e ore di abbinamento e rettifica”, ha dichiarato Rafie Grinvald, Director of Product Marketing and Management di Stratasys . “In combinazione con l’alto costo delle polveri AM, questo significa che ogni parte è costosa, con un costo totale di proprietà troppo difficile da giustificare. La nostra nuova piattaforma è stata progettata per trasformare il panorama attuale della produzione di additivi metallici – presentando un’alternativa valida ai metodi di produzione tipici – e aiutare i clienti a ridurre drasticamente i costi della creazione di parti metalliche affidabili e coerenti di produzione per le applicazioni a bassa tiratura. ”
Sviluppata internamente negli ultimi anni e presentata in anteprima nel 2018, questa piattaforma si basa sull’innovativa tecnologia Layered Powder Metallurgy (LPM) dell’azienda, progettata specificamente per rendere più facile, più veloce e più economica la produzione di parti in metallo per volumi da basso a medio.

Stratasys intende per la sua nuova piattaforma avanzata, che combina la produzione di parti metalliche a breve termine con il valore della stampa 3D, per “interrompere approcci di produzione convenzionali” e utilizzare le leghe standard di polvere metallurgica (PM), con il loro ritiro controllato, velocità produttiva e alta precisione, per ridurre i costi e rendere più efficiente la stampa 3D.

Il processo di stampa 3D in tre fasi della piattaforma LPM combina la metallurgia delle polveri di uso comune con la stampa 3D PolyJet dell’azienda. Questo processo consiste nell’utilizzare l’inchiostro termico proprietario per stampare i confini, seguito dall’erogazione e dalla diffusione della polvere e infine dalla compattazione dello strato di polvere per una contrazione controllabile ad alta densità.

Il nuovo sistema di Stratasys, ideale per l’utilizzo in mercati come l’aerospaziale, la difesa e l’automotive, lavora per soddisfare le esigenze di stampa 3D dei clienti che necessitano di produzione in piccoli lotti durante i periodi di avviamento e di fine vita del prodotto, pezzi personalizzati, leggeri, complessi e produzione di pezzi in serie pilota. Una volta completata, la piattaforma offrirà una qualità delle parti molto elevata e una post-elaborazione facilmente implementabile, e dovrebbe anche essere, come afferma Stratasys, “economicamente competitiva rispetto al costo per pezzo e al throughput”.

Attualmente, l’azienda è in discussioni di feedback a circuito chiuso sulla sua nuova piattaforma di stampa 3D con OEM e Tier-1. Mentre le specifiche dei prodotti e le tempistiche di lancio per la piattaforma basata su LPM non sono ancora disponibili, Stratasys discuterà la sua nuova soluzione e dimostrerà le parti di produzione, in una settimana prossima a questa settimana. Nel suo stand G40 nel padiglione 3.1, l’azienda fornirà dettagliati casi di utilizzo del cliente, dimostrazioni pratiche esclusive e presentazioni.

Be the first to comment on "Stratasys dimostra la nuova piattaforma di stampa 3D metal"

Leave a comment