Stratasys cala del 30% nel secondo trimestre 2020

I RICAVI DI STRATASYS SONO DIMINUITI DI QUASI IL TRENTA PERCENTO NEL SECONDO TRIMESTRE DEL 2020 A CAUSA DELLA PANDEMIA DI COVID-19
o dei principali produttori di stampanti 3D, Stratasys ha annunciato i risultati finanziari per il secondo trimestre e la prima metà del 2020 .

Per i tre mesi terminati il ​​30 giugno 2020, Stratasys ha registrato ricavi per $ 117,6 milioni. Questa cifra rappresenta una riduzione del 28% rispetto ai $ 163,2 milioni di ricavi generati dalla società nello stesso periodo dell’anno scorso. Nella prima metà del 2020, l’azienda ha registrato un fatturato complessivo di $ 250,5 milioni, che rappresenta una diminuzione del 21% rispetto ai $ 318,5 milioni guadagnati nel primo semestre 2019.

Anche altre società di stampa 3D hanno segnalato un calo delle entrate a causa della pandemia COVID-19, che ha danneggiato il potere di spesa dei normali clienti del settore. Nel secondo trimestre del 2020, HP ha registrato una riduzione delle entrate dell’11% rispetto al secondo trimestre del 2019 e il Groupe Gorgé ha registrato un calo delle entrate del 35% nello stesso periodo.

In una chiamata sugli utili con gli investitori, Yoav Zeif, CEO di Stratasys , ha spiegato che COVID-19 ha causato il calo delle entrate di Stratasys , influenzando negativamente i suoi clienti. Nonostante i ricavi ridotti dell’azienda, Zeif è rimasta ottimista durante la chiamata sul potenziale di crescita futuro dell’azienda.

“La stampa 3D continua a penetrare ulteriormente nella produzione in tutti i settori aziendali rilevanti, rimaniamo molto ottimisti su dove sono diretti la nostra attività e il nostro settore”, ha affermato Zeif. “Abbiamo l’ecosistema, le risorse e la strategia per espandere ulteriormente la nostra leadership mentre miglioriamo e ampliamo la nostra offerta tecnologica per servire un numero significativamente maggiore di applicazioni di polimeri e offrire una suite completa di soluzioni.

Zeif ha inoltre spiegato: “Riteniamo che questi sforzi riavvieranno la crescita nel breve e medio termine, ci forniranno l’accesso a una maggiore quota di portafoglio dei clienti e sfrutteranno le nostre competenze chiave per oltre il doppio del nostro mercato indirizzabile, guidando il nostro futuro redditizio crescita.”

Le entrate di Stratasys sono riportate in due segmenti: prodotti e servizi. La divisione Prodotti include le entrate generate dalle stampanti 3D e dai materiali dell’azienda, che rappresentano la maggior parte delle sue entrate. I servizi si riferiscono alle offerte di produzione e consulenza su richiesta di Stratasys.

Nel secondo trimestre del 2020, i prodotti Stratasys hanno generato ricavi per 73,8 milioni di dollari, rispetto ai 110,3 milioni di dollari nel secondo trimestre del 2019, una riduzione del 33 percento. Durante il primo semestre del 2020, il segmento dei prodotti ha generato un fatturato totale di 157 milioni di dollari, un calo del 26 percento rispetto ai 215 milioni di dollari registrati nel primo semestre 2019.

Il segmento dei servizi dell’azienda ha generato ricavi per 43,7 milioni di dollari nel secondo trimestre del 2020, una diminuzione del 17% rispetto ai 52,8 milioni di dollari nel secondo trimestre del 2019. Per la prima metà del 2020, i ricavi dei servizi di Stratasys sono scesi a 250,5 milioni di dollari dai 318,4 milioni di dollari registrati nel primo semestre 2019.

Entrate $ Q2 2020 Q2 2019 Varianza %
Prodotti 73.8m 110.3m -33
Servizi 43,7 milioni 52,8 milioni -17
Entrate totali 117.6m 163.1m -28
Stratasys ha attribuito la riduzione dei ricavi al fatto che si trattava del primo trimestre completo dell’azienda sotto le restrizioni COVID-19. I flussi di entrate dell’azienda sono stati messi in discussione dalla riluttanza dei suoi clienti a spendere durante il blocco, il che ha ostacolato la domanda dei suoi prodotti. “La riduzione dei costi è stata una priorità aziendale universale, che naturalmente ha un impatto sull’attività di acquisto dei nostri clienti”, ha spiegato Zeif. “Inoltre, l’utilizzo della stampante, e quindi l’utilizzo del materiale, era basso poiché molti utenti della nostra base di installazione non lavoravano in loco.”

Nel secondo trimestre 2020, Stratasys ha lanciato la sua nuova stampante 3D J55 , una controparte più piccola rispetto alla consolidata serie J8 di macchine PolyJet dell’azienda. Il sistema è progettato per essere facile da usare, rivolto a progettisti e ingegneri professionisti invece che a clienti su scala industriale.

Entrate $ H1 2020 Primo semestre 2019 Varianza %
Prodotti 157m 215.4m -26
Servizi 93.4m 103m -9.3
Entrate totali 250.5m 318.4m -21
Durante la chiamata sugli utili, Zeif ha espresso sollievo per il fatto che Stratasys fosse riuscita a lanciare la nuova stampante, nonostante il difficile clima economico. “Sono molto orgoglioso del nostro team che, nonostante le sfide del COVID-19, siamo stati in grado di iniziare la produzione commerciale del nostro nuovo PolyJet J55 nel secondo trimestre, che ha iniziato la spedizione alla fine di giugno”, ha affermato Zeif. Finora, l’azienda ha descritto la risposta del mercato alla sua nuova stampante 3D come “solida”.

Stratasys ha adempiuto a numerosi importanti contratti nel secondo trimestre 2020. Marchesini Group SpA, produttore italiano di macchine per l’imballaggio, ha installato dieci stampanti 3D Stratasys FDM e due stampanti 3D multi-materiale PolyJet. La società aerospaziale BAE Systems ha anche inserito Stratasys nella sua iniziativa Factory of the Future, aggiungendo al suo portafoglio di macchine F900 .


Riportare Stratasys alla crescita

Il CEO Zeif ha spiegato che al momento della sua nomina a febbraio, la società ha condotto una ricerca che ha identificato i polimeri come un mercato in espansione nella stampa 3D. Nel terzo trimestre del 2020, Stratasys si concentrerà sul “completamento del proprio portafoglio” di tecnologie di produzione additiva in plastica.

“Riteniamo che Stratasys possa essere la prima scelta per applicazioni polimeriche in tutto il settore”, ha affermato Zeif. “Per aiutarci a vincere in queste aree in più rapida crescita, investiremo, organicamente e inorganicamente, in nuove tecnologie Polymer come fusione a letto di polvere, fotopolimerizzazione dell’IVA e altre, che ci aiuteranno a generare più opportunità con nuove offerte per soddisfare meglio la domanda del mercato “.

Facendo leva sulla sua esperienza di stampa, base di clienti e canali di rivenditori, Stratasys crede di poter raddoppiare il proprio mercato accessibile creando nuovi usi per la sua tecnologia. In una joint venture con Xaar 3D , il braccio di stampa 3D del fornitore di testine di stampa a getto d’inchiostro, Xaar PLC , Stratasys sta sviluppando un nuovo sistema basato sulla fusione a letto di polvere. La macchina sarà focalizzata sui polimeri e progettata per creare ulteriori applicazioni “incentrate sulla produzione”.

Stratasys sta partendo dal presupposto che COVID-19 continuerà a pesare sulla sua attività fino alla fine di quest’anno. Di conseguenza, l’azienda ha introdotto un congelamento delle assunzioni per posizioni non essenziali e il suo taglio salariale del 5% dei dirigenti e la riduzione del 20% dell’orario di lavoro dovrebbero continuare fino al 2021.

L’azienda ha evitato di diminuire la sua spesa in ricerca e sviluppo, con le uniche riduzioni che derivano da altre misure. La spesa complessiva in ricerca e sviluppo è stata invariata nel secondo trimestre del 2020 a 21,3 milioni di dollari, rispetto ai 24 milioni di dollari spesi nel secondo trimestre del 2019. La società ha dichiarato la sua intenzione di “continuare a investire in programmi di sviluppo di nuovi prodotti” durante il terzo trimestre del 2020.

Nella sua prospettiva per il terzo trimestre, Zeif ha concluso che Stratasys potrebbe tornare alla redditività offrendo un servizio completo, che crea nuove applicazioni per le sue tecnologie. “Crediamo di avere l’ecosistema, le risorse e la strategia per essere leader nella produzione di additivi polimerici per tutte le aree di crescita chiave”, ha riassunto Zeif. “Siamo fiduciosi che questi sforzi riavvieranno la crescita nel breve e medio termine, ci forniranno accesso a una maggiore quota di portafoglio dei clienti e guideranno la nostra crescita del fatturato in futuro”.

Le azioni della società hanno avuto difficoltà a riprendersi da un massimo di $ 26,55 all’inizio dell’anno, ma i titoli sono leggermente cambiati da $ 15,01 a $ 15,90 a seguito dei risultati finanziari.

Be the first to comment on "Stratasys cala del 30% nel secondo trimestre 2020"

Leave a comment