Stealth Technologies con Honeywell sviluppa un auto robot di sorveglianza per prigioni a guida autonoma

STEALTH TECHNOLOGIES SVILUPPA ROBOT DI SORVEGLIANZA

Stealth Technologies ha rilasciato un’audace sul suo continuo sviluppo di un veicolo di sicurezza completamente autonomo per la prigione regionale di Goldfields orientale nell’Australia occidentale.

La società, di proprietà di Strategic Elements, elencata negli affari, sta sviluppando il veicolo per ispezionare, testare e confermare l’integrità del perimetro di sicurezza della prigione.

La tecnologia consentirà di effettuare ispezioni senza persone presenti e si integrerà nei sistemi tecnologici esistenti nella prigione.

A settembre Stealth ha annunciato di essersi unito al gigante della tecnologia di controllo Honeywell per sviluppare una gamma di veicoli robotizzati autonomi.

Honeywell ha pagato a Stealth $ 100.000 iniziali e svilupperà congiuntamente robot mobili.

Il veicolo integra Honeywell Enterprise Buildings Integrator che collega e monitora le principali funzioni di costruzione.

Il veicolo sviluppato da Stealth Technologies è dotato di sensori a microonde, fotoelettrici ed elettromagnetici per testare il perimetro.

È dotato di sistemi di visione diurna e notturna, un sistema di navigazione autonomo e software di prevenzione delle collisioni, nonché collegamenti audio e video bidirezionali.

Elementi strategici è un fondo di sviluppo aggregato istituito ai sensi della legislazione federale per finanziare e sviluppare imprese tecnologiche di avviamento.

Gli investitori in PDF normalmente non pagano le tasse sulle plusvalenze derivanti dai loro investimenti.

Stealth ritiene che il veicolo in fase di sviluppo per uso carcerario avrà altre applicazioni in settori quali trasporto, energia, difesa e servizi pubblici.

Be the first to comment on "Stealth Technologies con Honeywell sviluppa un auto robot di sorveglianza per prigioni a guida autonoma"

Leave a comment