StartupYard investe nella israeliana in Printsyst

StartupYard l’acceleratore leader dell’Europa centrale per le startup tecnologiche

Uno dei principali acceleratori di startup tecnologiche della CEE (Europa centrale e orientale),  StartupYard , ha recentemente investito nell’impresa israeliana Printsyst , che sta lavorando duramente per rendere la stampa 3D più accessibile a tutti.

“Grazie a Printsyst, ho scoperto che il processo di stampa 3D era molto lontano dall’essere facile da usare”, ha affermato Cedric Maloux, CEO di StartupYard. “Sono molto entusiasta della soluzione che Printsyst sta introducendo sul mercato. Se la stampa 3D vuole raggiungere l’adozione di massa, la soluzione basata su AI di Printsyst è la via da seguire ed è per questo che abbiamo deciso di investire “.
StartupYard, che lavora per aiutare le startup a crescere e guadagnare altri investimenti, è stato fondato nel 2011, diventando così il più vecchio acceleratore privato nella regione CEE. L’obiettivo dell’azienda è quello di connettere le startup con mentori e partner utili che possano aiutarli a lanciarli nel mercato globale.

Negli ultimi sette anni, la società ha investito e aiutato ad accelerare, per un totale di dieci coorti di 72 startup. 28 dei suoi alunni hanno raccolto un totale di 17 milioni di euro in ulteriori investimenti e sei società sono state acquisite. StartupYard è sostenuto da Credo Ventures, Rockaway Capital, e da diversi angel investors, tra cui Michal Illich, Michal Kratochvil, Josef Matejka e Philip Staehelin.

Printsyst, un sistema esperto basato sull’intelligenza artificiale, si rivolge alle aziende che utilizzano la stampa 3D nel proprio business, ma non hanno le competenze interne necessarie per far funzionare l’apparecchiatura. Il sistema Printsyst si differenzia da altre soluzioni standard perché non richiede alcuna esperienza di stampa 3D in anticipo e offre invece un flusso di lavoro di stampa 3D totalmente automatizzato. Ciò consente agli utenti di concentrarsi su aspetti del design, piuttosto che sulla produzione.

“La Repubblica Ceca è leader nelle capacità produttive e si è già dimostrata come una delle prime ad adottare la stampa 3D. È nella regione perfetta per penetrare e distruggere il mercato europeo “, ha dichiarato Itamar Yona, CEO e co-fondatore di Printsyst. “Siamo entusiasti di collaborare con il team StartupYard e i suoi mentori. È un traguardo importante per noi. Il programma promuoverà lo sviluppo del nostro business in Europa molto più velocemente. Grazie alla rete StartupYard abbiamo fatto grandi progressi nel nostro piano di penetrazione in Europa “.
Printsyst ha un algoritmo brevettato che può migliorare il tasso di successo di un’azienda con la stampa 3D di una quantità significativa, in quanto facilita l’identificazione della funzionalità delle parti. La società facilita la stampa 3D senza soluzione di continuità per i clienti in tre fasi: riduzione del flusso di lavoro per la preparazione della stampa, miglioramento della percentuale di successo della stampa 3D e aumento dell’utilizzo delle stampanti 3D.

La società ha già collaborato con altri fornitori di servizi di stampa 3D commerciali in Asia, Australia, Europa e Stati Uniti, nonché istituti accademici interessati alla stampa 3D. All’inizio di quest’inverno, Printsyst ha  firmato un accordo di partnership con la Fondazione per la ricerca della Youngstown State University  (YSURF) senza scopo di lucro  , dopo che i due avevano già discusso di potenziali iniziative di business e di ricerca legate alla stampa 3D.

StartupYard ha identificato Printyst durante un processo di selezione e lo ha accettato per investimenti da oltre 175 candidati totali in tutto il mondo. La startup si unirà presto al lotto 10 del programma di accelerazione a Praga.

Be the first to comment on "StartupYard investe nella israeliana in Printsyst"

Leave a comment