Stampare la carne in 3d non è difficile ma poi la mangeremmo ?

Immaginatevi seduti a cena in un ristorante del futuro – forse tra 10 o 15 anni  e, in vena di spendere, decidete di ordinare il taglio più carne e stampa 3d nel futurocostoso della  carne sul menu. Il vostro cameriere chiede la vostra preferenza per quanto riguarda la temperatura e quindi invia l’ordine nel suo discreto mini-tablet e incomincia l’attesa con l’acquilina in bocca. Un cuoco conferma la ricevuta del vostro ordine e quindi immette l’ordinazione nella stampante 3d alimentare , e dopo pochi minuti esce la vostra pietanza appena stampata.Poi il cuoco mette la carne nella griglia e la cuoce alla vostra temperatura preferita.

Sembra impossibile? E’ Inimmagginabile ? Ma secondo il professor Keith Belk  della Colorado State University’s Center for Meat Safety and Quality è sicuramente possibile.  La tecnologia non è un vero problema . Gli scienziati sono già riusciti a tessere e stampare  del muscolo umano  quindi stampare carne animale è sicuramente possibile.  Ciò che rende l’impresa meno interessante per i ricercatori e produttori di alimenti è la questione della potenziale avversione dei consumatori per un alimento che è incontestabilmente artificiale  in un momento in cui, sempre più, le persone sono interessate ai prodotti naturali e organici.

Infatti, secondo il professor Belk, circa l’88% dei consumatori preferisce manzo alimentato a grano  e solo il 12% sceglie del manzo nutrito con erba.

E ‘una cosa, dicono gli esperti, è stampare della carne – sia pollo, maiale, manzo per simulare la complessità di un dato tipo di tessuto animale un altro è renderlo appetibile.

Uno degli argomenti più forti per persistere nello sviluppo di questa tecnologia è forse ovvia: Secondo le Nazioni Unite, entro il 2050, la popolazione della Terra avrà raggiunto 9,6 miliardi. Inutile dire, che cibo e le risorse necessarie per la produzione potrebbero  scarseggiare. Lo sviluppo della tecnologia potrebbe  risolvere una delle crisi più pressanti del futuro non troppo lontano e questo spinge gli scienziati a proseguire questa particolare missione, nonostante gli ostacoli, come il fattore di appetibilità.

Inoltre, la carne stampata in 3D  non sarebbe necessariamente  un sostituto per i prodotti a base di carne tradizionalmente prodotti; si potrebbe, invece,considerarla un mezzo per fornire alle persone delle fonti di proteine sane che vengono però prodotte in modo etico.

Be the first to comment on "Stampare la carne in 3d non è difficile ma poi la mangeremmo ?"

Leave a comment