Sodick OPM250L stampante 3d ibrida con fresa incorporata

OPM250L stampante 3d ibrida di Sodick combina la stampa DMLS  e la fresatura, è ideale per la costruzione di stampi

La Sodick una società americana di stanza in Illinois sta cercando di cambiare la produzione di stampi con la sua stampante 3D OPM250L ibrida. La macchina è una delle prime a combinare le funzionalità di fresatura ad alta velocità (utilizzando un mandrino da 45.000 giri al minuto) con la sinterizzazione laser metal diretta (LMD).

Macchine ibride per la stampa 3d e la  fresatura esistono, ma la maggior parte incorporano la deposizione laser e la tecnologia di fabbricazione additiva. L’ultima offerta di Sodick, invece, si distingue per l’utilizzo della tecnologia DMLS, un processo di produzione additivo che utilizza un laser per fondere le particelle da un letto polvere di metallo, in modo da costruire gli oggetti per strato di livello. Secondo la società, la  OPM250L è orientata verso gli stampisti, principalmente per la sua capacità di produrre canali di raffreddamento conformazionali all’interno degli stampi finiti.

Come funziona la OPM250L ibrida? Ebbene, a partire dalla sua tecnologia di stampa 3D, la macchina accumula l’oggetto desiderato da un letto di polvere di metallo e un laser 500W fibra ottica. Il laser, che può fornire una altezza minima strato di 50 micron, stampa fino a 10 strati dell’oggetto prima che entri in azione la fresa. A quel punto, il mandrino della macchina passa sopra i livelli  stampati in 3d e asporta eventuali eccedenze di materiali, una  efficace rifinitura della componente mentre viene costruita, e così via.

Con un volume di costruzione di 250 x 250 x 250 mm, la macchina di Sodick è ideale per produzioni relativamente piccole, ma altamente complesse di parti metalliche. Grazie alla combinazione di stampa 3D con le tecnologie di fresatura, l’azienda spiega che si ottengono componenti di maggiore precisione. Inoltre, il processo DMLS può creare parti con densità che arriva fino al 99,99% , e il successivo processo di fresatura consente il taglio standard a una finitura superficiale di 2 micron Ra, così come un taglio di  spostamento che offre una precisione di 0,47 micron Ra.

La macchina, che è completamente automatizzata, ha anche il potenziale per una integrazione di Internet e di internet of things (IoT) molto più semplice. Cioè, mentre le stampanti 3D e le frese di solito necessitano di sorveglianza ed interazione , la OPM250L ibrida può essere azionata a distanza ed è in grado di produrre le parti interamente e senza assistenza.

Significativa è anche la capacità della macchina di produrre in una singola stampa quello che normalmente richiederebbe più parti insieme. Come l’azienda rileva , la sua OPM250L può fare uno stampo complesso, di solito in 21 singoli pezzi, in una singola stampa.

Un esempio dimostra che la stampante ibrida OPM250L 3D è in grado di produrre una parte che è tipicamente costituita da oltre 30 componenti  in sole due parti, cosa che ha consentito di ridurre i tempi del 55% e i costi di produzione del 38%. Come la società ha dichiarato, ” Sodick ritiene che la OPM250L migliori tutte le principali aree di interesse per i costruttori di stampi, tanto da portare i costi di produzione alle prestazioni dello stampo.”

Per alcune applicazioni, almeno come la produzione di stampi complessi con canali di raffreddamento conformazionali, Le macchine ibride stampanti 3d e frese  rappresentano un evidente vantaggio sui processi produttivi tradizionali.

Be the first to comment on "Sodick OPM250L stampante 3d ibrida con fresa incorporata"

Leave a comment