Snapmaker la migliore stampante 3D all-in-one a basso costo 2018

La migliore stampante 3D all-in-one a basso costo
Valutazione:

2018 Snapmaker   La migliore stampante 3D all-in-one a basso costo

Lo Snapmaker , un super-compatta stampante 3D 3-in-1, laser incisore, e Fresatura CNC, è la nostra  scelta 2018come “migliore stampante a basso costo All-In-One 3D”. Dai un’occhiata alla nostra recensione per scoprire perché offre il miglior rapporto qualità-prezzo.
C’è stata una grande eccitazione attorno alla stampante 3D Snapmaker quando è stata lanciata su Kickstarter a marzo 2017. E quell’eccitazione si è tradotta in grandi numeri. Numeri davvero grandi.

Quanto grande? Bene, diciamo così. Nello spettro delle storie di successo del crowdfunding, la stampante 3D Snapmaker occupa una posizione unica. Dopo aver raccolto $ 2.277.182 da 5.050 sostenitori , Snapmaker è attualmente il terzo progetto di stampa 3D più finanziato su Kickstarter.

Ottenendo qualcosa di seguito per la sua ricchezza di potenti funzionalità in una forma facile da usare, lo Snapmaker si presenta come la soluzione economica per i produttori che vogliono solo fare le cose.

Quindi, dovresti credere al clamore su questo piccolo all-in-one? È tutto finirà tutto, il jack di tutti i mestieri, o un fermacarte alla moda? Continuate a leggere per scoprirlo.

SNAPMAKER Caratteristiche

Il concetto di Snapmaker è una macchina modulare con tre funzioni distinte. Il pubblico previsto è il workshopper spinto per lo spazio.

Innanzitutto, Snapmaker è una stampante 3D interamente in metallo. Il telaio in alluminio racchiude tutti i cablaggi e i componenti, ad eccezione di alcuni cavi in ​​ordine.

Ma la caratteristica killer è che tre moduli intercambiabili possono essere scambiati sulla guida dell’asse X dello Snapmaker. Oltre alla stampa 3D, è anche in grado di incidere al laser e fresatura CNC.

Il modulo di stampa 3D con modellazione di deposizione fusa (FDM) accetta una bobina standard da 1,75 mm. Il letto può essere riscaldato fino a 80 gradi Celsius. Ma con un volume di costruzione di soli 125 mm quadrati, le stampe avranno dimensioni strettamente limitate.

La facilità d’uso è un’altra proposta di base con la stampante 3D Snapmaker. Ha un touchscreen LCD per il funzionamento, è semplice da assemblare e viene fornito in bundle con il software proprietario Snapmaker3D .

Il modulo di incisione laser ha un laser di classe 200 mW. Questo è in grado di bruciare disegni in legno, pelle e materiali simili. Inoltre, il modulo di fresatura CNC ha una velocità del mandrino regolabile tra 2.000 e 7.000 giri / min.
Verdetto diRECENSIONE DI SNAPMAKER
Professionisti
Solido come una roccia
Ti fa premio
Transizione senza sforzo tra le funzioni
Stampa 3D fuori dalla scatola migliore del previsto
Interfaccia utente rapida e reattiva tramite touchscreen portatile
Contro
Piccolo volume di lavoro
Il software di accompagnamento ha bisogno di lavoro
Cacciavite terribile
Errori di etichettatura potrebbero causare confusione
Nessun controllo sulla velocità del mandrino CNC
Eseguendo un lavoro ammirevole attraverso tre funzioni distinte, lo Snapmaker è lo strumento dei sogni di un produttore per lavori su piccola scala. Ci sono strumenti singoli migliori che costano meno di $ 799 dello Snapmaker, ma pochi, se non nessuno, che lo sfidano per la stampa 3D, l’incisione laser e la lavorazione CNC tutto in uno.

SNAPMAKER
CONTROLLA IL PREZZO
CONTROLLA IL PREZZO

SNAPMAKER REVIEWUnboxing

Abbiamo avuto il piacere (e il dolore) di unboxing un discreto numero di stampanti 3D desktop nel nostro laboratorio. La stragrande maggioranza di loro viene in scatole di cartone marroni. Alcuni di loro arrivano persino in casse di legno.

E sempre – sempre – c’è una montagna di polistirolo e schiuma di arachidi da attraversare.

Così, quando la stampante 3D Snapmaker è atterrato sul nostro banco di lavoro – con un THUNK rassicurante – la prima impressione è stata positiva. È confezionato in una valigetta compatta, con una piccola maniglia in alto. Sì, è ancora una scatola di cartone, ma la confezione ricorda più una console di gioco o un nuovo laptop.

Aprendo il coperchio, le prime impressioni positive continuarono. I componenti sono disposti in due pile, tenuti saldamente in posizione da inserti in schiuma nera.

È corretto, la stampante 3D Snapmaker richiederà il montaggio. Sarebbe impossibile creare altrimenti un pacchetto così piccolo. Ma la fase di assemblaggio è un gioco da ragazzi, come vedremo più avanti.

Quindi cosa c’è nella scatola? Accanto alla nota di benvenuto obbligatoria e alle istruzioni di avvio rapido (anche se non ci sono caramelle Haribo, purtroppo), troverai quanto segue; tre moduli lineari, una piastra di base, letto riscaldato e foglio PEI, supporto per schermo, comandi touch-screen, supporto per filamenti, un alimentatore e una scatola di controllo.

Sono inclusi anche un set di strumenti, cavi, viti, piedini in gomma, adesivi e tre cubi “funzione” che gestiscono la stampa 3D, l’incisione laser e la fresatura CNC. C’è un letto di stampa extra e un foglio PEI, una chiavetta USB vuota, una bobina di filamenti, alcuni quadrati di legno per l’incisione e un paio di occhiali di sicurezza.

Lieto di segnalare, non c’è nulla che manca nel pacchetto che abbiamo ricevuto. Ma siamo sorpresi che la chiave USB non contenga software di slicing o modelli di esempio con cui stampare. E gli adesivi con citazioni vagamente motivazionali non possono sostituire le caramelle.

SNAPMAKER REVIEWAssembly

Ah sì, l’assemblea. Un’altra piacevole sorpresa riguardante la stampante 3D Snapmaker è la facilità di montaggio. Le istruzioni sono presentate con la chiarezza di una guida allo sviluppo IKEA e dall’inizio alla fine il processo richiederà al massimo 25 minuti.

Com’è possibile? Il segreto sta nel trio di moduli lineari che costituiscono le fondamenta della stampante. Sono identici sotto tutti gli aspetti, con gli stessi accessori, dimensioni e fori delle viti.

I moduli contengono il cablaggio, le guide, i cuscinetti e i motori necessari per ciascun asse di funzionamento. Quindi, in senso stretto, questo non è un kit completo per stampanti 3D fai da te. È più un lavoro di assemblaggio parziale, in cui l’utente finale compie l’ultimo miglio di costruzione.

Per molti aspetti, la stampante 3D Snapmaker è molto simile per concezione ed esecuzione alla stampante 3D Trinus , un’altra storia di successo di Kickstarter. La differenza è che Snapmaker funziona utilizzando tre moduli di guida lineare anziché quattro. Presumibilmente ciò aiuta a contenere i costi, ma resta da vedere se incide sulla qualità operativa.

Quindi sì, in soli dieci passaggi abbiamo assemblato il nostro Snapmaker ed eravamo pronti per il rock. Nessuna parola di menzogna, in realtà è stato molto divertente. In nessun momento le istruzioni erano confuse o poco chiare.

Due osservazioni minori lungo la strada. In primo luogo, il cacciavite fornito è abissale. Continuava a cadere a pezzi nelle nostre mani, e il tempo di assemblaggio sarebbe stato ancora più rapido se ne avessimo rinunciato e usato le nostre stesse chiavi esadecimali.

In secondo luogo, c’è un curioso errore di battitura sul control box, ovvero il cervello dello Snapmaker. Le etichette non sono allineate con le periferiche reali. Si tratta di un piccolo ma importante dettaglio che potrebbe causare il doppio utilizzo durante il cablaggio dei bit necessari.

Nonostante questi problemi, il risultato finale è una stampante 3D desktop solida, robusta e compatta. Proprio come è stato promesso nella campagna originale. Ma per soddisfare noi stessi che tutto era in ordine, abbiamo proceduto alla calibrazione e un paio di stampe di prova.

Calibrazione diSNAPMAKER REVIEW

Per iniziare a utilizzare la stampante 3D Snapmaker, è necessario seguire alcuni altri passaggi. Il primo è quello di livellare il letto riscaldato usando i comandi touchscreen.

Questa procedura è ragionevolmente semplice; è una miscela di regolazioni manuali e fa jogging del modulo sugli assi verticali usando il touchscreen. Non è male, di per sé, ma non è così sofisticato come altre stampanti che abbiamo usato in passato.

Il secondo passo è caricare il filamento. Questo è un punto in cui iniziamo ad avere alcune preoccupazioni. Il caricamento del filamento nell’unità di estrusione diretta è soddisfacente, ma poiché è una scatola chiusa, non vediamo l’ora di doverla aprire in caso di ostruzione del filamento.

Inoltre, la posizione del porta-spola del filamento sul retro dell’unità è contro-intuitiva. Siamo preoccupati che il filamento si impigli nei cavi di alimentazione o peggio nel corso di un lavoro di stampa.
SNAPMAKER REVIEWMettere il “divertimento” in multifunzione

Il passaggio tra i tre moduli di Snapmaker favorisce l’impressione che questa mini-macchina sia un prodotto premium. Ciascuno ha un peso e una solidità che comunicano una tacita garanzia di qualità, che è piacevole se abbinata al semplice processo richiesto per passare da una all’altra.

Ad esempio, il passaggio dalla stampa 3D all’incisione laser vede la necessità di svitare quattro viti esagonali dalla piastra di base del modulo e di scollegare il cavo RJ45. Mettendo la testina di stampa per un uso successivo, è sufficiente invertire l’ordine e collegare la testa del laser. Semplice.

Lo stesso vale per la testa utensile CNC. Ognuno esiste come parte della stessa filosofia progettuale, piuttosto che essere parti disparate di altri strumenti che sono stati assemblati insieme.

Un passaggio aggiuntivo è necessario quando si passa dalla testina di stampa al laser e alle funzioni del CNC, scambiando il piano di stampa riscaldato per la piattaforma di intaglio / incisione. Ancora una volta, svitare, scollegare, riavvitare, re-plug e sei a posto.

Vale la pena notare che non ci sono traccianti previsti quando si incide il CNC, quindi è necessario procurarsi il proprio per proteggere la piattaforma metallica della macchina.

SNAPMAKER REVIEW3D Printing

Per le nostre stampe di esempio, abbiamo optato per l’affidabile 3DBenchy. Ne abbiamo stampati due, entrambi affettati utilizzando il software proprietario di Snapmaker3D . L’azienda offre un’alternativa nel software Snapmakerjs all-in-one, che consente la preparazione del lavoro per la stampa 3D, l’incisione laser e il carving CNC.

L’affettatura dei modelli 3D è potenziata da Cura all’interno del software di Snapmaker. Si sostiene che anche Snapmaker piaccia con la versione standard di Cura, Slic3r e soluzioni a pagamento come Simplify3D .

In ogni caso, il software e il filamento in dotazione sono sufficienti per i test preliminari. Questi modelli sono stati stampati a 150 micron con riempimento del 20%. Hanno richiesto circa 2 ore e mezza per stampare.

Durante il funzionamento, la stampante 3D Snapmaker è molto rumorosa. I livelli di decibel sono così alti che non puoi lavorare comodamente con questa cosa appollaiata accanto alla tua scrivania.

Ma i risultati sono piuttosto impressionanti. I dettagli sono perfetti e immacolati, al punto da poter leggere quasi la targhetta 3DBenchy sulla poppa della barca.

Solo una strana anomalia da segnalare è che la prua della barca ha un, beh, un arco nella curva. Potenzialmente fino a un letto di stampa eccessivamente caldo, dobbiamo ancora ripetere questo errore.

Incisione laser diREVISIONE SNAPMAKER

Passare tra i tre moduli dello Snapmaker è banale come cambiare i sacchetti per aspirapolvere. Per prima cosa svitare le quattro viti esagonali e staccare il cavo. Quindi si fissa il modulo laser con le stesse quattro viti esagonali e si collega il cavo del modulo RJ45 dedicato. L’intero processo è infallibile. Dovremmo saperlo, perché siamo gli sciocchi.

L’ultimo passo è quello di passare il letto riscaldato con la piattaforma di incisione – un semplice processo di allentare le quattro viti sul fondo. L’intera conversione da stampante 3D a incisore laser dura circa un minuto, a seconda della destrezza delle tue cifre.

La calibrazione del modulo laser richiede di focalizzare il laser su un punto: un processo tollerante che utilizza sia l’altezza Z della macchina sia un anello di messa a fuoco per adattarsi a un’ampia gamma di spessori di materiale.

Una mancanza di fine corsa per le funzioni del laser e del CNC significa che ogni lavoro richiede di impostare un punto di origine. Attraverso il software Snapmakerjs e il magnifico schermo tattile ombreggiato dello Snapmaker, frustare il modulo all’origine desiderata e bloccare le coordinate è semplice.

Parlando della funzionalità del modulo laser, hai quattro opzioni di incisione: nero e bianco, scala di grigi, vettoriale e testo. Quest’ultima è una semplice opzione di generazione del testo che ti consente di snocciolare le incisioni veloci direttamente all’interno di Snapmakerjs stesso. Funziona.

Non c’è documentazione inclusa con la stampante o disponibile online per spiegare i migliori casi d’uso per ciascuno, sebbene sia chiaro che in bianco e nero e in scala di grigi funzionano con formati di file standard come Jpg per ottenere lavori di disegno dettagliati e gradienti. La modalità vettoriale è compatibile con gli SVG, presumibilmente per il ridimensionamento del lavoro senza perdita di dettagli.

Per ottenere i migliori risultati, è necessario molto tempo a fare incisioni di prova per trovare la giusta velocità di lavoro e la potenza del laser.

SNAPMAKER REVIEWCNC Carving

Come dettagliato nella sezione Multi-funzione di cui sopra, l’ingranaggio per la lavorazione CNC è stato un gioco da ragazzi. C’è una qualità suprema dello Snapmaker e l’interazione tra i suoi elementi.

A questo punto della recensione, vale la pena sottolineare che siamo principalmente una pubblicazione di stampa 3D. Il CNC carving non è il nostro forte, e così abbiamo affrontato questa recensione dal punto di vista di una persona molto esperta nella stampa 3D che esplora le funzionalità aggiuntive offerte da Snapmaker.

In pratica, proprio come la funzione di incisione laser, la lavorazione e il taglio CNC è proceduralmente diversa dalla stampa 3D e, come tale, a volte può farci perdere la testa. Le cose non sono aiutate dal software Snapmaker, Snapmakerjs, a volte non è stato utile. L’incoerenza tra le tre funzioni della macchina ei passaggi che si eseguono per eseguirli possono essere sconvolgenti, aggravando (almeno a nostro parere) il cambiamento di pensiero richiesto per operare quello che si potrebbe considerare il CNC “puro” del laser e del carving.

Ammettiamo che la funzionalità di intaglio CNC del software Snapmaker è ancora in Alpha – il programma lo dichiara – e come tale è scusabile per errori e bug, ma il metodo di generazione G-code alternativo per CNC suggerito dalla società è un processo tentacolare che coinvolge Autodesk Fusion 360. Niente di male, ma un drammatico cambio di passo rispetto alla relativa semplicità offerta in Snapmakerjs.

Una raccomandazione da parte della compagnia per un’alternativa più semplice mentre stancano i nodi farebbe molto per rendere lo Snapmaker accessibile ai principianti.

Per l’intaglio CNC funziona esattamente come potresti sperare. Le punte di fresatura e di intaglio fornite si intrecciano e si fanno strada attraverso il legno e l’acrilico come gli affari di altri e, con una certa attenzione alla velocità di lavoro, anche la fibra di carbonio. Un pacchetto campione di materiali è incluso in Snapmaker.

Non è possibile preparare modelli 3D per intagliare all’interno di Snapmakerjs, che è limitato ai file SVG piatti come materiale sorgente per generare G-code. È possibile al 100% ritagliare pezzi di 2.5D complessi, a patto di preparare il codice G al di fuori dell’ecosistema Snapmaker. In alternativa, puoi fondere la tua strada verso un effetto 2.5D sovrapponendo molti tagli insieme.

Secondo le nostre stime, la piena funzionalità di Snapmaker non è così amichevole da principianti quanto l’imballaggio funky e l’installazione infallibile potrebbero suggerire. È uno strumento di produttività, orientato verso la creazione multifunzionale.
RECENSIONE SNAPMAKER:  Ne vale la pena?

Abbiamo trovato lo Snapmaker come una piccola macchina entusiasmante e competente. La qualità di stampa è straordinaria, e nel software Snapmakerjs si ha una piattaforma semplice da usare, anche se imperfetta, per saltare tra la stampa 3D, l’incisione laser e la scultura CNC senza perdere troppi battiti. L’unificazione tra alcuni elementi dell’interfaccia utente e una migliore trasmissione di informazioni potrebbe aiutare – sia in-software sia dalla documentazione di supporto di Snapmaker – ma nel complesso l’esperienza che utilizza il software e la macchina insieme è positiva.

Passare dal box al lavoro è semplice e veloce e il passaggio da una funzione all’altra è semplice come quattro (CNC – laser) o otto (stampa 3D – CNC / laser).

Non possiamo fare a meno di esprimere delusione nel volume di lavoro. Affinché una macchina sia piena di tale possibilità, è sufficiente tornare alla Terra quando si dispone di un misero centimetro per lavorare all’interno. Per alcuni, probabilmente andrà bene, ma abbiamo riscontrato che questa limitazione delle dimensioni è un po ‘frustrante quando ci si avvicina alla macchina senza una funzione specifica in mente.

Il nostro problema, lo sappiamo, ma il nostro punto è che l’hobbista che guarda allo Snapmaker con un simile divertimento senza scopo in mente trova frustrante anche questa limitazione.

Con le tue esigenze e i confini dello Snapmaker in mente, tuttavia, questa piccola scatola di trucchi è un’aggiunta competente al laboratorio spinto per lo spazio e a chi ha bisogno di una macchina versatile utile per il lavoro dispari. Ci sono migliori stampanti 3D a singola funzione, incisori laser e macchine per incidere a CNC per meno di $ 799 dello Snapmaker, ma pochissime, se ce ne sono, che fanno tutte e tre le cose a un prezzo simile.

Specifiche diREVISIONE SNAPMAKER

STAMPA 3D
Letto riscaldato Fino a 80 ℃
Risoluzione del livello 50 ~ 300 micron
Volume di costruzione 125 x 125 x 125 mm (4,9 “x 4,9” x 4,9 “)
Materiali supportati PLA non proprietario 1,75 mm, ABS, ecc.
INCISIONE LASER
Area di lavoro 125 x 125 mm
Potenza laser 200mW
Tipi di file supportati SVG, JPEG, PNG, ecc.
Materiali supportati Legno, bambù, pelle, plastica, tessuto, carta, acrilico non trasparente e così via.
CARVING CNC
Area di lavoro 90 x 90 x 50 mm
Diametro gambo 3.175 mm
Tipi di file supportati * SVG, STEP, IGES, IGS, DWG, DXF, ecc.
Materiali supportati Legno, acrilico, PCB, lastra in fibra di carbonio, ecc.
* Gli utenti possono lavorare con questi file supportati con l’aiuto di software di terze parti come Autodesk Fusion 360 .

Be the first to comment on "Snapmaker la migliore stampante 3D all-in-one a basso costo 2018"

Leave a comment