Skyrora e il motore a razzo stampato in 3D con eco-carburante

Skyrora, con sede in Scozia, verifica il motore a razzo stampato in 3D e l’eco-carburante

Skyrora Ltd , una società spaziale con sede a Edimburgo, ha testato con successo un motore a razzo stampato in 3D alimentato da un combustibile liquido ecologico fatto di rifiuti di plastica. I test a terra, che sono stati condotti a Fife, in Scozia, segnano una svolta entusiasmante nel segmento del lancio nello spazio e potrebbero aprire la strada a un settore più sostenibile.

Nel corso della scorsa settimana, Skyrora ha valutato il suo combustibile innovativo, chiamato Ecosene, utilizzando il suo motore LEO da 3,5kN stampato in 3D. Dopo aver condotto fuochi orizzontali statici utilizzando sia il carburante Ecosene sia il carburante cherosene standard, la società scozzese ha riportato risultati promettenti per la sua alternativa ecologica.


Skyrora ha sviluppato una tecnologia in grado di trasformare i rifiuti di plastica – che altrimenti finirebbero in una discarica – in combustibile. Secondo quanto riferito, il nuovo processo è in grado di trasformare 1.000 kg di rifiuti di plastica in 600 kg di carburante a cherosene in sole 24 ore. Comprensibilmente, la prospettiva ha catturato l’interesse dell’industria spaziale.

Secondo la società scozzese, Ecosene emette circa il 45% in meno di gas serra rispetto al cherosene tradizionale ed è più adattabile ai cambiamenti climatici. Cioè, poiché il carburante non deve essere congelato criogenicamente e può rimanere in un serbatoio per un periodo di tempo considerevole, i programmi di lancio possono essere più flessibili a seconda del tempo.

Come accennato, l’eco-carburante è stato testato con il motore LEO da 3,5kN di Skyrora, un sistema stampato in 3D con canali di raffreddamento interni progettato per alimentare lo stadio superiore finale del suo razzo XL alto 22 metri. Il motore stampato in 3D può essere utilizzato anche come unità di manovra orbitale grazie ad un sistema di perossido di idrogeno che gli consente di riavviarsi in orbita.

“Questi test sono stati un modo cruciale per noi per dimostrare le vere credenziali scientifiche alla base del nostro lavoro”, ha affermato Volodymyr Levykin, CEO di Skyrora. “Devo ringraziare il nostro team per il loro duro lavoro nel portarci in questa fase e assicurarci che i test forniscano esattamente ciò che abbiamo deciso di fare. In particolare, l’ultimo giorno di test del venerdì è stato un grande giorno per noi per saperne di più sulle sfumature di Ecosene, fondamentale per sbloccare il potenziale di trasformazione che detiene per noi e per l’intero settore spaziale. “

Skyrora spera che il suo motore a razzo stampato in 3D e il carburante Ecosene lo aiuteranno a raggiungere il suo obiettivo di diventare la prima azienda britannica a lanciare un razzo nello spazio dalla Scozia. La società punta a lanciare il suo primo veicolo Skyrora XL entro il 2022.

Be the first to comment on "Skyrora e il motore a razzo stampato in 3D con eco-carburante"

Leave a comment