Skyroot Aerospace prova di accensione per il motore a razzo con l’iniettore stampato in 3D

Skyroot Aerospace Test-Fires motore a razzo stadio superiore dotato di iniettore stampato in 3D

Skyroot Aerospace , una startup che lavora per democratizzare l’accesso allo spazio, ha testato con successo il suo motore a razzo dello stadio superiore dotato di un iniettore stampato al 100% in 3D. Il motore a razzo fa parte del suo veicolo di lancio Vikram I.

Il motore denominato ‘Raman’, è un omaggio al premio Nobel Sir CV Raman, può mettere in orbita più satelliti. Il motore Raman è alimentato da combustibili liquidi UDMH e NTO e un gruppo di 4 motori genererebbe una spinta di 3,4 kN.


Skyroot Aerospace è una startup spaziale con sede a Hyderabad, fondata da ex scienziati dell’Indian Space Research Organisation (ISRO). Lavora alla costruzione dei primi veicoli di lancio spaziale dell’India costruiti privatamente.

Secondo la compagnia, hanno pianificato tre razzi, vale a dire Vikram I, II e III, il nome è un omaggio al fondatore dell’ISRO Vikram Sarabhai. Il motore Raman è pensato per essere lo stadio finale del razzo a quattro stadi Vikram I. Vikram I deve essere alimentato da 3 stadi di motori a propellente solido e lo stadio finale, che abbiamo attualmente testato è uno a carburante liquido .


Parlando dei recenti test, Pawan Kumar Chandana, co-fondatore e CEO di Skyroot Aerospace, ha dichiarato: “Abbiamo dimostrato il primo iniettore di motore a razzo liquido bi-propellente stampato in 3D al 100% in India. Rispetto alla produzione tradizionale, ciò ha ridotto la massa complessiva del 50%, il numero totale di componenti e il tempo di consegna dell’80%. Il motore è in grado di riavvii multipli consentendo loro di inserire vari satelliti in più orbite in una singola missione. “

Mentre parlava in un’intervista a WION News sull’uso della tecnologia di stampa 3D per la produzione dell’iniettore stampato in 3D, il portavoce di Skyroot ha affermato che oltre ai metalli stiamo utilizzando anche materiali speciali nel processo di stampa 3D e il motore Vikram è uscito come progettato e è altamente efficiente. Sebbene rara in India, la stampa 3D con metalli è ampiamente utilizzata nel mercato internazionale e vari componenti utilizzati per i progetti spaziali sono stampati in 3D. Non vediamo l’ora di stampare in 3D l’intero motore Cryogenic da utilizzare nel nostro razzo Vikram-2.


Secondo Naga Bharath Daka, co-fondatore e Chief Operating Officer, Skyroot Aerospace, “Skyroot ha sviluppato un software interno per la guida del veicolo di lancio, le funzioni di navigazione e controllo e il test per i moduli di avionica di bordo è in corso e l’azienda sta prendendo di mira il suo primo veicolo di lancio nel dicembre 2021.

Ha continuato: “Il nostro primo veicolo di lancio ‘Vikram-I’, in fase di produzione e previsto per il lancio nel dicembre 2021, ospita un modulo di regolazione dell’orbita (OAM) nella parte superiore che fornisce la combustione finale e inserisce più satelliti nello spazio. In un “primo Indias”, abbiamo testato con successo il suo motore liquido. ”

Naga ha aggiunto: “Stiamo già discutendo attivamente con ISRO per le attività di test. Non vediamo l’ora di utilizzare le gamme di lancio di ISRO per il nostro lancio.

Skyroot Aerospace ha finora raccolto crore di Rs 31,5 fino ad ora ed è in procinto di aumentare un altro crore di Rs 90 prima del 2021. Mukesh Bansal, fondatore di Myntra, Solar Industries, Vedanshu Investments e pochi altri investitori angelici hanno partecipato alla fase iniziale del finanziamento.

Be the first to comment on "Skyroot Aerospace prova di accensione per il motore a razzo con l’iniettore stampato in 3D"

Leave a comment