Sisma presenta le stampanti 3d mysint300 metal e myrev SLA 3D

La produzione rapida di lotti di piccole e medie dimensioni attraverso la stampa 3D può essere vista come una meta importante per la stampa 3d: e questo è esattamente il mercato a cui si rivolge l’italiana Sisma con la nuova stampante 3d a grande volume mysint300 metal.

sisma-mysint300-metalSisma, è un partner chiave di Trumpf specialista nel metallo . Sviluppano la tecnologia  laser dei dispositivi a fusione del metallo a partire dal 2011, Collaborazione che ha portato prima all’eccellente  mysint 100 metal  nel 2014. Sono stati anche uno strumento per il rientro della Trumpf nel settore della stampa 3D in quello stesso anno, e le due società hanno costituito  una joint venture denominata Trumpf Sisma (con Trumpf che ha preso una quota del 55 per cento).

Le piattaforme di stampa 3d Trumpf e Sisma metal hanno molte somiglianze. In realtà, la stampante 3D mysint100 di Sisma era fondamentalmente l’hardware Trumpf con una piattaforma di progettazione e software separata. Questa nuova mysint300 si ispira ancora alle piattaforme di stampa 3Ddel leader del settore metalli di Trumpf, ma è più ambiziosa . Completamente finalizzata alla produzione di lotti di piccole e medie dimensioni , è dotata di un (per le stampanti 3D di metallo) grande volume di costruzione di 400 millimetri in altezza con un diametro di 300 mm.

Insieme ad un paio di altri add-on,  dovrebbe consentire un flusso di lavoro di stampa 3D molto efficiente quasi da ‘ produzione di massa’. La stampante 3D in se può funzionare senza supervisione, con PrintJobs gli oggetti finiti vengono spostati su una stazione disimballaggio separata. Lì, un unpacker può pulire le stampe in polvere, mentre la stampante 3D continua il suo lavoro. Anche se quella stazione disimballaggio è un add-on opzionale, è anche il vero aspetto rivoluzionario della stampante mysint300 3D in quanto diminuisce la natura ad alta intensità di lavoro.

Ma non finisce qui. la capacità di produzione di massa della mysint300 è ulteriormente supportata da un nuovo recoater che ha ridotto significativamente i tempi di ricopertura – aumentando ulteriormente la produttività. Il carico del materiale con cilindri di polvere di metallo è inoltre semplificato in modo significativo, riducendo ancora di più l’intensità del lavoro. Sisma ha inoltre rivelato che la forma rotonda della piattaforma assicura anche che la polvere rimanga nella camera al termine di un processo di stampa.

Grazie a queste caratteristiche, Sisma compie un passo importante verso la produzione di massa della stampa 3D metal , e potrebbe fornire anche alle piccole imprese un significativo incremento di produzione. La stampante 3D in sarà presentata al Formnext di Francoforte la settimana prossima, insieme a varie altre innovazioni della stessa Sisma. Presenteranno anche una nuova stampante myrev SLA 3D che è destinata anche alla produzione di massa.Questa stampante 3D myrev ha funzionalità di switching automatiche  per rendere possibile, senza sorveglianza, la stampa 3D per periodi di tempo più lunghi. Sisma inoltre presenta una serie di  resine speciali per applicazioni dentali e gioielli. Una cosa sembra certa: Sisma crede che il futuro della stampa 3D sia nella produzione di massa.

Be the first to comment on "Sisma presenta le stampanti 3d mysint300 metal e myrev SLA 3D"

Leave a comment