Sinterit Abbassa Il Rapporto Di Aggiornamento Della Polvere nella sinterizzazione Laser Selettiva SLS


Sinterit abbassa il rapporto di aggiornamento della polvere SLS

La stampa 3D SLS diventa più economica in quanto è possibile riutilizzare più polvere.

Sinterit, con sede in Polonia, si è sempre concentrata sul miglioramento del prezzo della stampa 3D a base di polvere. Lo hanno dimostrato con la loro primissima introduzione sul mercato, la stampante desktop Lisa SLS 3D, nel 2015 . Mentre la maggior parte della stampa 3D SLS avviene su grandi macchine industriali, e quindi ha un prezzo di conseguenza, Lisa ci ha presentato un approccio a basso costo a questa tecnologia. Da allora sono emerse altre opzioni SLS desktop, ma Lisa rimane un punto di forza in questa piccola area del mercato della stampa 3D, insieme al sistema di follow-up Lisa PRO.

Lo scorso marzo, quando Sinterit si è trasferito in un nuovo enorme quartier generale , la società ha dichiarato che “termina la fase di avvio dell’azienda”.

Stampa 3D Sinterit SLS
Sinterit si è concentrato sul serio business di condurre un’operazione più matura e abbiamo visto più indicazioni di quella maturità.

Come ben sanno i nostri lettori, l’attuale stampante 3D non è affatto la fine della stampa 3D. Per creare una soluzione efficace, è necessario indirizzare l’intero flusso di lavoro end-to-end. Ciò include non solo il sistema, ma il suo pieno utilizzo, inclusi software, materiali e post-elaborazione e altre attrezzature necessarie, oltre a personale qualificato. Una volta che esistono soluzioni in ciascuna di queste aree, può iniziare il vero lavoro: migliorarlo al meglio, in ogni fase.

Ad aprile, Sinterit ha introdotto nuovi accessori per creare un ambiente SLS più pulito e sicuro .

Questo mese hanno già annunciato la disponibilità di Industry 4.0, poiché un aggiornamento del software ha permesso a Lisa e Lisa PRO di fornire le informazioni necessarie per l’integrazione automatizzata con la logistica di fabbrica. Tramite questa nuova funzione di “monitor di stampa”, i sistemi forniscono comunicazioni in uscita dello stato del lavoro nel suo software Sinterit Studio.

“Il costo totale dell’utilizzo della macchina è l’acquisto di attrezzature, assistenza e materiale. Abbiamo appena migliorato questo terzo parametro, riducendo la quantità di polvere nel ciclo rinfrescante. Abbiamo già rivoluzionato il costo del sistema e del servizio, ora è il momento di ridurre i costi di stampa “, ha dichiarato Konrad Głowacki, cofondatore della Sinterit, responsabile dello sviluppo delle polveri.

Aggiornamento della polvere SLS

La stampa 3D SLS è un processo a base di polvere. Quella polvere rappresenta una spesa importante, così come qualsiasi materiale di consumo in un flusso di lavoro industriale. Poiché non tutti i pezzetti di polvere vengono sinterizzati, tuttavia, spesso possono essere recuperati e riciclati.

Dopo aver inizialmente eseguito una nuova operazione con solo materiale vergine, l’uso continuo di SLS può vedere un mix di materiale utilizzato, con polvere rigenerata e vergine insieme. Molta ricerca e sviluppo di scienza dei materiali sta esplorando esattamente quali devono essere questi rapporti per ottenere risultati di buona qualità, poiché è ancora necessario utilizzare della polvere vergine. Sinterit spiega:

“Ciò che è importante: non tutta la polvere viene sinterizzata durante il processo. Solo la parte che costruisce l’oggetto. Il resto funziona come un supporto naturale. La polvere non sinterizzata può essere riutilizzata in altre stampe subito dopo aver aggiunto della polvere fresca.

La quantità necessaria di polvere rinfrescante aggiuntiva è responsabile dei costi finali della stampa 3D in questa tecnologia. Come puoi facilmente supporre, il rapporto più basso di polvere rinfrescante significa il miglior ROI. Sinterit è sempre stato un leader in questo aspetto, ma ora la società l’ha ridotto ancora di più al 26 percento. “

Sinterit delinea chiaramente la struttura dei prezzi per le sue capacità di materiali:
In precedenza, la prima versione della loro polvere PA12 costava € 110 al kg; se miscelato con polvere riutilizzata con una frequenza di aggiornamento del 30%, il materiale verrebbe ridotto a € 33.

Nella versione due, tuttavia, la PA12 nuova costa € 120 per kg pronti per la stampa. Con una frequenza di aggiornamento del 26%, quel kg di polvere PA12 ora costa € 31,20.

“Il nostro modo è quello di rendere la tecnologia di stampa 3D più accessibile”, ha dichiarato Maxime Polesello, CEO di Sinterit, prima di accennare ad altro a venire: “Ridurre il costo delle stampe è solo il passo successivo. Non l’ultimo. “

Be the first to comment on "Sinterit Abbassa Il Rapporto Di Aggiornamento Della Polvere nella sinterizzazione Laser Selettiva SLS"

Leave a comment