Singapore il primo impianto di stampa 3D al mondo situato in un porto

Oggi è stato firmato un accordo per creare la struttura presso il Terminal Pasir Panjang della PSA e verrà utilizzato per creare pezzi di ricambio per attrezzature marittime. La struttura sarà dotata di molte delle stampanti 3D più nuove e di alta qualità e utilizzerà una nuvola digitale marittima supportata dalla tecnologia blockchain per una maggiore sicurezza dei trasferimenti di file.

“Con la produzione additiva, parti di navi personalizzate come le eliche precedentemente prodotte da produttori originali in luoghi specifici possono ora essere stampate ovunque e ovunque sia necessario, negli scali o persino a bordo delle navi”, ha affermato il dott. Lam Pin Min, Senior Minister of State per i trasporti e la salute.
Con le nuove tecnologie di stampa 3D, le parti usurate possono anche essere riparate anziché sostituite aggiungendole, prolungando la vita delle parti e riducendo i costi di manutenzione. Avendo un impianto di stampa 3D presso la porta, i componenti possono essere prodotti in base alle necessità, riducendo la necessità di inventario fisico. Con questo tipo di produzione, le aziende non devono fare affidamento su stabilimenti di produzione centralizzati con tempi di consegna lunghi e trasporti costosi.

L’accordo per la creazione della struttura è stato firmato oggi al Summit di produzione additiva di fabbricazione additiva nazionale (NAMIC) al Singapore Expo tra l’Autorità portuale marittima e portuale di Singapore ( MPA ), NAMIC , PSA Corporation e 3D MetalForge.  L’MPA ha inoltre lanciato un programma congiunto di innovazione industriale per la produzione additiva nelle parti marittime, insieme a NAMIC e alla Singapore Shipping Association .

Be the first to comment on "Singapore il primo impianto di stampa 3D al mondo situato in un porto"

Leave a comment