Singapore hdb e la stampa 3d in cemento

Consiglio degli alloggi di Singapore per provare la stampa 3D in cemento nelle nuove tenute
HDB utilizzerà una stampante 3D a calcestruzzo per produrre mobili di paesaggio e altri dettagli architettonici

Secondo quanto riferito, l’Housing and Development Board (HDB) di Singapore si sta preparando a introdurre mobili paesaggistici stampati in 3D ed elementi architettonici nelle nuove tenute in costruzione a Tengah e Bidadari. L’annuncio, riportato da The Straits Times , suggerisce che la Housing Board di Singapore è interessata a esplorare il potenziale della stampa 3D non solo per elementi di design o mobili, ma anche per applicazioni edili.

A breve termine, l’HDB utilizzerà una delle più grandi (se non le più grandi) stampanti 3D nel sud-est asiatico per costruire mobili di paesaggio e dettagli architettonici – come panchine, schermi personalizzati per sole e pioggia, pannelli di grafica 3D, padiglioni tematici e Di Più. Questi elementi saranno integrati in due nuovi complessi residenziali: uno a Bidadari che dovrebbe essere vivibile entro il 2022 e uno a Tengah, che dovrebbe essere completato nel 2023.

La stampante 3D in questione, che funziona depositando un materiale a base di cemento, ha una capacità di costruzione di 9 x 3,5 x 3,8 metri ed è installata presso il Centro di ricerca edile HDB nei boschi. Secondo quanto riferito, la vasta stampante 3D per costruzioni costa circa $ 900.000 per l’acquisto e l’installazione.

Il mese scorso, la stampante 3D ha stampato con successo una stanza di 3,6 x 3 x 2,75 metri in sole 13 ore. Il progetto consisteva anche nell’inserimento manuale di barre di rinforzo in acciaio, finestre e una porta, che ha richiesto sei giorni in totale per la stampa e la costruzione. Utilizzando un approccio prefabbricato più tradizionale, ci sarebbero voluti più di due mesi per costruire una stanza di proporzioni simili.

L’HDB di Singapore spera che in futuro la stampa 3D per l’edilizia possa essere impiegata per ridurre drasticamente i tempi di costruzione di interi edifici e persino i grattacieli. Attualmente, il consiglio degli alloggi sta studiando se gli edifici stampati in 3D siano una soluzione praticabile per Singapore e il suo clima.

Se si rivela un’opzione, la stampa 3D potrebbe anche sbloccare nuove interessanti opportunità per la progettazione architettonica e la creatività.

“L’uso della stampa 3D in calcestruzzo ha aperto nuove ed entusiasmanti possibilità per il futuro delle costruzioni”, ha dichiarato Heru Soedarsono, vicedirettore per la progettazione degli edifici e il sistema prefabbricato di HDB. “Architetti e designer avrebbero un gioco più libero nei loro progetti, una maggiore flessibilità e poiché il processo di stampa è altamente automatizzato, ciò riduce la dipendenza dal lavoro manuale.”

HDB è responsabile della fornitura di alloggi a circa l’80% dei residenti di Singapore e ha grandi speranze che la produzione additiva gli consentirà di trasformare l’attuale industria delle costruzioni della nazione, che si basa fortemente sul lavoro straniero. Sebbene la costruzione di stampe 3D sia ancora molto nella sua fase di ricerca a Singapore (e altrove), fare piccoli passi, come l’introduzione di mobili o decorazioni stampati in 3D, si rivelerà utile per spingerla in avanti.

Be the first to comment on "Singapore hdb e la stampa 3d in cemento"

Leave a comment