Shell il Progetto M e la city car T25 di Gordon Murray

Shell svela  il  ‘Progetto M’ una concept car City sulla base della T25 del famoso designer di Formula 1 Gordon Murray

Shell ha presenta  una nuova ultra-compatta, concept car  a basso consumo energetico come parte del ‘Progetto M’: è una collaborazione con Gordon Murray di Design Geo Technology. Il nuovo veicolo, sulla base della T.25 citycar di Gordon Murray, contiene una serie di componenti  stampate in 3d.

Le promesse di “efficienza energetica” dovrebbero sempre essere prese con le pinze, quando sono prposte dalle multinazionali del petrolio . Contrariamente al suo aspetto, la Shell Concept Car non è una macchina elettrica. Non è nemmeno un ibrido. Ma fornisce una riduzione del 34% nel consumo di energia primaria rispetto al suo ciclo di vita rispetto ad una macchina tipica della città, e una riduzione del 50% rispetto ad una piccola auto di famiglia, dimostrando che, col motore tre cilindri a benzina di 660 cc potrebbesalvare il pianeta.  (Gordon Murray e Shell collaboravono già nelle vittorie Mclaren di Prost e Senna e Lauda )

La Shell Concept Car è stata descritta come un “ripensamento totale” della vettura T.25  , che era stata progettata nel 2010 dalla Gordon Murray Design, ma mai portata in produzione. Purtroppo, la Shell Concept Car non porta più vicino alla produzione  il progetto di Murray, ma è una dimostrazione di ottimizzazione del progetto per la riduzione dei consumi energetici. ” Questa è una macchina per oggi, destinato a ispirare a pensare a massimizzare la capacità personale, riducendo al minimo il consumo di energia “, ha detto il professor Gordon Murray, CEO di Gordon Murray Design.
Le moderne tecnologie, stampa 3D inclusa, sono state usate per creare l’ultra-compatta, city car , che vanta un consumo di carburante di 2,64 l / 100 km ad una velocità  costante di 70 chilometri all’ora. La maggior parte del corpo vettura è costituito da fibra di carbonio riciclabile, mentre diversi componenti sono stati creati con il software CAD e le stampanti 3D. Nonostante la varietà di tecniche di produzione, ogni elemento della Shell Concept Car funziona presumibilmente in armonia, creando un veicolo efficiente che misura appena 1,5 m di altezza x 2,5 m di lunghezza x 1,3 m  di larghezza. ” E ‘un approccio olistico: i materiali, il processo di fabbricazione, i lubrificanti, il design e il motore “, ha dichiarato Bob Mainwaring, Direttore di Shell Lubrificants.
Le minuscole dimensioni del veicolo sono però uno dei suoi più grandi punti di discussione. Il veicolo di 3 posti, che pesa solo 550 kg , potrebbe potenzialmente inserirsi in uno spazio di parcheggio di serie per tre volte, mentre due di loro affiancate di lato potrebbero teoricamente occupare fianco a fianco una sola corsia autostradale. La natura compatta della vettura 3D stampata potrebbe rivelarsi incredibilmente utile, in particolare per  i parcheggi auto nelle aree urbane che diventano sempre più scarsi  ” E ‘un piccolo veicolo pieno di grandi idee “, ha commentato Murray.

I collaboratori di Shell sulla Concept Car certamente sanno quello che stanno facendo nella progettazione dei veicoli. Gordon Murray, un car designer britannico, ha già progettato una serie di Formula Uno e la famosa supercar McLaren F1. La vettura T.25 città, su cui si basava la shell Concept Car,  mostra caratteristiche della McLaren F1, come ad esempio una posizione di guida centralizzata .

Se il veicolo stampato in 3d ispirerà una nuova generazione di city car ultra-compatte, ad alta efficienza energetica resta da vedere, ma i collaboratori hanno dichiarato la loro soddisfazione per il progetto. ” Abbiamo dimostrato che abbiamo costruito una macchina ad alta efficienza energetica “, ha detto Ikebe Hidehito, Direttore della divisione Engineering di Geo Technology.

La Shell Concept Car ha registrato una velocità massima di 156 km / h  limitata a 145 km / h   ed è in grado di passare da 0-100 km / h (0-62 mph) in 15.8 sec.

Gordon Murray che progetta City Car è come se Valentino Rossi corresse in bicicletta…..

Be the first to comment on "Shell il Progetto M e la city car T25 di Gordon Murray"

Leave a comment