She Shed con Charles Goulding e Andressa Bonafe e la stampa 3d nella rimessa in giardino americana

La Stampa 3D Fa Avverare I Sogni “She Shed”
Charles Goulding e Andressa Bonafe si tuffano nel favoloso mondo di “She Shed”, reso ancora più personale con la stampa 3D.

In un recente articolo del WSJ , la designer Katie Ridder ha presentato i dettagli affascinanti e personali della grande sala di impregnazione di Bunny Mellon. Il perfetto equilibrio di elementi crea un ambiente caldo e felice, dove l’imponenza di un soffitto di 13 piedi incontra la modestia di un pavimento in pietra. I mobili in filo metallico e legno insieme a una varietà di componenti legati al giardino portano ispirazione e attirano sogni di tranquillità e solitudine che possono essere trovati solo in un posto tutto per loro.

Sicuramente, alcuni dei punti salienti dell’arredamento di Mellon sono fuori dalla portata della maggior parte di noi: la stanza del vaso presenta dipinti murali di Fernand Renard e un cesto di trappole per pesci conferito da Jacqueline Kennedy. Tuttavia, grazie alla stampa 3D, progettare e costruire la perfetta “She Shed” può essere più facile di quanto si pensi. Ecco alcune idee:

Illuminazione : la stampa 3D ha svolto un ruolo importante nel dare vita a progetti di illuminazione innovativi. La combinazione di produzione additiva e illuminazione a LED più efficiente e più piccola ha permesso una libertà di progettazione senza precedenti, che si riscontra in prodotti unici e innovativi.


Mobili : eliminando il costo dei negozi al dettaglio in mattoni, un numero crescente di negozi di mobili online aggiunge valore utilizzando la stampa 3D nella creazione dei loro pezzi. Ciò aumenta la leggerezza, l’efficienza, la personalizzazione e la durata dei prodotti offerti.
Vasi: grazie alla produzione additiva, i designer possono ora creare con successo vasi durevoli con design unici e complessi che altrimenti sarebbero impossibili da realizzare utilizzando materiali e tecniche tradizionali. Questi disegni possono anche essere ripetuti all’infinito e in modo più efficiente rispetto ad altri metodi. Inoltre, la stampa 3D offre un modo semplice per testare la fattibilità di un progetto e apportare miglioramenti ove necessario.


Pezzi artigianali : l’attuale classe artigiana non funziona solo con le mani, ma utilizza i software di progettazione, le macchine utensili e la stampa 3D di oggi per fabbricare un prodotto. Attraverso tecniche di produzione additiva, pezzi personalizzati e unici sfidano l’estetica tradizionale, aprendo la strada all’immaginazione.


Elementi da giardinaggio: oltre al loro aspetto insolito, i vasi per piante stampati in 3D possono integrare la tecnologia che garantisce un tocco verde perenne a qualsiasi ambiente. Alcuni disegni stampati in 3D sono disponibili anche per vasi per piante “intelligenti” automatici. Questi vasi stampati in 3D sembrano semplici all’esterno ma hanno componenti controllati da un Arduino Nano e questi vasi sono dotati di un serbatoio integrato per immagazzinare acqua. Inoltre è incluso un sensore di umidità del suolo con una pompa integrata per irrigare automaticamente la pianta.

Conclusione
Gli eventi attuali hanno sottolineato l’importanza degli spazi che ci danno conforto e gioia. Si potrebbe sostenere che questi sono tempi perfetti per iniziare un progetto “She Shed”. La produzione additiva può aiutare a realizzare questo sogno, con illuminazione, mobili e pezzi unici che combinano design innovativo e innovazione.

Be the first to comment on "She Shed con Charles Goulding e Andressa Bonafe e la stampa 3d nella rimessa in giardino americana"

Leave a comment