Share your BICAR AG

BICAR SENZA EMISSIONI GUIDATO DALLA STAMPA TEDESCA REPRAP 3D

Share your BICAR AG , un’azienda svizzera specializzata in veicoli sostenibili, ha utilizzato la tecnologia FFF del produttore di stampanti 3D tedesco RepRap per supportare lo sviluppo della sua monoposto elettrica a emissioni zero.

Utilizzando un sistema tedesco RepRap x1000 situato presso la Scuola di ingegneria dell’Università di Zurigo (ZHAW), Share your BICAR AG è stata in grado di chiarire la fattibilità tecnica ed economica della sua BICAR. Alla società è stato inoltre concesso un maggiore grado di libertà di progettazione grazie ai vantaggi offerti dalla produzione additiva. Secondo Adrian Burri, amministratore delegato di Share your BICAR AG:

” CON I PROCESSI TRADIZIONALI, I COMPONENTI CON STRUTTURE COMPLESSE E FORME BIONICHE, COME MOSTRATO SUL BICAR, SONO GENERALMENTE MOLTO DIFFICILI O ADDIRITTURA IMPOSSIBILI.”

Share your BICAR AG inizialmente ha preso vita come progetto di ricerca condotto da Burri e Hans-Jörg Dennig presso ZHAW, che stavano cercando una soluzione individuale di mobilità eco-compatibile innovativa. La loro idea di prodotto, la BICAR, è un veicolo per la mobilità personale a tre ruote con particolare attenzione alla sostenibilità e ai viaggi senza inquinamento. È diventato il prodotto dell’azienda Share your BICAR AG come spin-out di ZHAW nel 2016.

Il veicolo è alimentato a energia solare e un sistema di backup con batterie sostituibili. È destinato a viaggi a breve e media distanza in ambienti urbani urbani, aiutando le persone a evitare gli ingorghi e a cercare spazi di parcheggio grazie alle sue dimensioni compatte. Il BICAR ha una velocità massima di 45 km / h ed è abbastanza sicuro per essere guidato senza casco.

Sviluppo BICAR

La School of Engineering di ZHAW è un partner di sviluppo e consulente per diverse aziende, fornendo una piattaforma per le aziende per sviluppare le proprie idee utilizzando la stampa 3D. Tramite il rivenditore svizzero KVT-Fastening , la School of Engineering di ZHAW ha acquistato una stampante 3D RepRap x1000 FFF a gennaio 2019, grazie alla sua grande capacità e piattaforma aperta. Con un volume di stampa di 1000 x 800 x 600 mm, la stampante 3D è orientata alla produzione di grandi parti in plastica, compatibile con una vasta gamma di materiali.

Situato presso il Center for Product and Process Development (ZPP) di ZHAW, il x1000 è stato utilizzato dalla School of Engineering per produrre prototipi e parti funzionali. Utilizzando la stampante 3D, Share your BICAR AG ha beneficiato di tempi di produzione più brevi e costi inferiori, consentendo ai progettisti di sviluppare approcci completamente nuovi in ​​termini di design e funzionalità.

Una versione aggiornata della BICAR è stata presentata al Motor Show internazionale di Ginevra nel marzo 2019, che è stato sviluppato in base alle esigenze del mercato e alle normative di omologazione. Ogni BICAR sarà prodotto in Svizzera e opererà nelle città di Winterthur, Baden e Basilea dopo settembre 2019.

Con lo sviluppo di veicoli elettrici sostenibili tecnologicamente avanzati in aumento, la stampa 3D ha svolto un ruolo importante per numerose aziende produttrici di tali veicoli. Nel marzo 2018, il produttore di filamenti per stampanti 3D Polymaker ha collaborato con il produttore di auto italiano XEV per produrre veicoli elettrici a bassa velocità stampati in 3D (LSEV). Startup Uniti Sweden applica anche la stampa 3D nel suo impianto di produzione di veicoli elettrici nel Regno Unito.

Un altro esempio può essere visto in Olli , un veicolo elettrico autonomo stampato in 3D prodotto da Local Motors , un OEM con sede in Arizona. Può essere personalizzato in base alle rotte desiderate e ha ricevuto finanziamenti per un miliardo di dollari per aiutarlo ad avanzare nel suo progresso. Essendo in fase di sviluppo dal 2016, due veicoli Olli sono stati sottoposti a un periodo di prova di 90 giorni presso il campus della Sacramento State University nel 2019. All’inizio di questo mese, Local Motors ha anche annunciato un aggiornamento del veicolo, noto come Olli 2.0 .

Be the first to comment on "Share your BICAR AG"

Leave a comment