SAE International specifiche sui polimeri di produzione additiva per l’industria aerospaziale AMS7100 e AMS 7101

SAE International pubblica le prime specifiche sui polimeri di produzione additiva per l’industria aerospaziale
AMS7100 e AMS 7101 definiscono materiali e processi coerenti

SAE International ha rilasciato le prime specifiche sui polimeri di fabbricazione additiva (AM) per l’industria aerospaziale. AMS7100: Fuse Filament Fabrication Process e AMS7101: Material for Fused Filament Fabrication rappresentano le prime specifiche rilasciate nell’ambito del comitato AMS-AM Additive Manufacturing Non Metallic (AMS-AM-P). Questi standard sono stati creati in seguito a una richiesta delle compagnie aeree attraverso l’EMG della IATA (International Air Transport Association) per poter realizzare parti di cabina in plastica prodotte in modo additivo.

“Sia gli utenti che i produttori di additivi che i produttori trarranno vantaggio dall’implementazione degli standard AMS-AM”, ha affermato Paul Jonas, direttore dello sviluppo tecnologico e dei programmi presso l’Istituto nazionale per la ricerca aeronautica (NIAR) e il presidente AMS-AM-P. “Questi standard aiutano a definire un insieme coerente di materiali e limiti di processo che l’utente e il produttore concordano a supporto delle attività di approvvigionamento delle parti. Gli standard AMS-AM supportano la promozione della conoscenza, la standardizzazione delle pratiche e l’avanzamento del commercio nel settore aerospaziale emergente AM. “

La specifica AMS7100 stabilisce i controlli e i requisiti critici per produrre parti aerospaziali affidabili, ripetibili e riproducibili mediante Fused Deposition Modeling (FDM®) o altra produzione di estrusione di materiali. Questa procedura crea linee guida che gli utenti del sistema FDM seguiranno per approvare nuove macchine, processi e materiali. Nello specifico, questa nuova specifica riguarda la configurazione della macchina, il software operativo, la calibrazione della macchina, i parametri della macchina e della costruzione e la metodologia di collaudo necessaria per creare parti aerospaziali certificate prodotte in aggiunta.

Specifiche del polimero di fabbricazione additiva
Stratasys offre una soluzione di certificazione basata sul suo sistema Fortus 900 che molto probabilmente trarrà beneficio dai nuovi standard SAE.
La specifica AMS7101 stabilisce i requisiti di certificazione per i materiali da utilizzare nella produzione di additivi per estrusione di materiali o altri materiali estrusi per componenti aerospaziali. Questa specifica delinea le informazioni tecniche, le linee guida di produzione e i requisiti di documentazione per il produttore di materiali FDM.

“In seguito al successo e allo slancio del comitato SAE AMS-AM Metallic Materials, i rapidi sforzi del comitato AMS-AM-P hanno contribuito a portare queste innovative specifiche AMS di livello aerospaziale alla comunità delle parti interessate a livello mondiale”, ha affermato David Alexander, direttore, Programma di standard aerospaziali SAE.

Il comitato AMS-AM di SAE International collabora con enti regolatori dell’industria aerospaziale, produttori di materiali e macchine, fornitori AM e utenti per sviluppare standard che supportano la certificazione e la qualificazione dell’hardware aerospaziale e risolvono le lacune negli standard dell’industria aerospaziale. L’AMS-AM ha pubblicato quattro specifiche AM Metals nel 2019, per un totale di nove standard AMS-AM-M, con piani per il rilascio di ulteriori specifiche sui polimeri AMS-AMA-M e AMS-AM-P in futuro.

Be the first to comment on "SAE International specifiche sui polimeri di produzione additiva per l’industria aerospaziale AMS7100 e AMS 7101"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi