Roboze nuova sede a Modugno in Puglia

L’italiana Roboze, ha recentemente annunciato la presentazione di una nuova sede, un segno del successo dell’azienda e del costante impegno per l’espansione e lo sviluppo. Il nuovo edificio sarà  situato a Modugno (Bari), nel cuore del complesso industriale dove si trovano anche compagnie multinazionali come SKF, Bridgestone, Bosch, Magneti Marelli, Merck e General Electric. La struttura è all’avanguardia e meticolosamente progettata, con tutti i tipi di funzionalità che renderanno più snelle le operazioni dell’azienda. Entro i prossimi due anni saranno inoltre assunti fino a 60 nuovi dipendenti.

L’obiettivo principale della nuova struttura sarà quello di incrementare la produttività, con un potenziale quadruplicamento della capacità produttiva previsto dalla società, per soddisfare la crescente domanda di offerte all’avanguardia. Roboze ha una squadra giovane di impiegati innovativi con un alto livello di competenza ingegneristica, e vede il loro incoraggiamento e la loro felicità come la chiave per il continuo successo dell’azienda. Le sale relax sono altrettanto importanti della nuova sede come laboratorio avanzato di ricerca e sviluppo, e ci sarà anche un centro demo e applicazioni per nuove tecnologie e materiali da testare e implementare correttamente.

Oltre al suo nuovo quartier generale nella sua terra d’origine italiana, Roboze sta anche progettando di espandere e inaugurare adeguatamente la propria filiale negli Stati Uniti. La società ha scelto il City Gate Center di Naperville, IL, a 28 miglia a ovest del centro di Chicago, per le vendite e la tecnologia. centro, grazie alla sua posizione, lo stile e la capacità di ospitare tutti i tipi di eventi. Ciò consentirà di potenziare la presenza dell’azienda nel mercato statunitense, con ingegneri applicativi e responsabili marketing che si installeranno nel prossimo futuro per soddisfare la crescente domanda di stampa 3D in tutta l’America. L’ufficio ospita già la straordinaria stampante 3D Roboze One dell’azienda, che verrà utilizzata per dimostrazioni, seminari, formazione e produzione di parti.

Circa il 30 percento dei componenti delle stampanti 3D di Roboze viene prodotto internamente, il che conferisce all’azienda un alto livello di flessibilità e adattabilità che rappresenta un importante vantaggio competitivo. Questo è il modo in cui l’azienda rimane in testa al gioco, secondo il direttore e amministratore delegato della società Alessio Lorusso:

“Le nostre macchine sono completamente progettate da Roboze”, dice. “Scriviamo il linguaggio del software, progettiamo l’interfaccia utente e produciamo internamente le nostre teste di estrusione. Tutto questo know-how sotto lo stesso tetto ci consente di rispondere rapidamente e rimanere ai vertici del nostro settore quando cambiano le tecnologie oi mercati. Investire nelle tecnologie di produzione aumenta anche la nostra esperienza e apre nuove opportunità. Il nostro obiettivo non è produrre la maggior parte delle macchine, ma piuttosto produrre le migliori macchine al mondo. ”

L’ultima innovazione di Roboze è ARGO 500 , attualmente la stampante 3D più precisa in grado di stampare stampe su larga scala e super polimeri come PEEK, Carbon PA, ULTEM, AM9085F e, per la prima volta, Carbon PEEK (Peek rinforzato con fibra di carbonio). Questa combinazione di compatibilità e precisione dei materiali è stata difficile da eguagliare per altri produttori.

Su una scala più ampia, la prossima grande fase dell’espansione di Roboze dovrebbe essere la sua maggiore integrazione nel mercato sanitario. La crescente accettazione delle tecniche di stampa 3D per varie applicazioni mediche, e in particolare l’uso di materiali PEEK, ha portato l’azienda a stabilire una divisione medica dedicata. L’intenzione sarà principalmente quella di soddisfare le esigenze di specifici tipi di pazienti e sono già stati avviati sei nuovi progetti di ricerca e sviluppo. La società ha inoltre ottenuto l’approvazione regionale per un progetto da € 1,3 milioni in collaborazione con l’Università del Salento, il CNR e l’Ospedale San Raffaele. Si concentrerà sulla progettazione e fabbricazione di un prototipo per un nuovo Bio-plotter 3D, che consentirà la stampa 3D di scaffold con biomateriali compatibili e impiantabili.

 

Be the first to comment on "Roboze nuova sede a Modugno in Puglia"

Leave a comment