Roboze e CNH e anche Iveco

CNH Industrial è leader mondiale nel settore dei beni strumentali, impiegando oltre 63.000 persone in 66 stabilimenti di produzione e 53 centri di ricerca e sviluppo in 180 paesi. Supervisiona 12 marchi, tra cui Iveco , dedicato alla creazione di vettori sicuri, efficienti e sostenibili. Come tante aziende manifatturiere, Iveco si è recentemente rivolta alla stampa 3D, in particolare per la produzione di maschere e attrezzature. Circa un anno fa, la società ha acquisito una stampante 3D Roboze One + 400,

Roboze ha introdotto diversi nuovi modelli di stampanti 3D da One + 400, ma quel particolare modello è stato un affidabile punto d’orgoglio per l’azienda. Rilasciato nel 2016 , One + 400 è stata la prima stampante desktop 3D economica in grado di stampare con polimeri ad alte prestazioni di livello industriale come PEEK e PEI. Da allora sono uscite altre stampanti 3D con queste funzionalità, ma il Roboze One + 400 sarà sempre conosciuto come il primo e la sua affidabilità lo ha reso una scelta popolare anche in un campo sempre più competitivo. Solo alcuni mesi più tardi, Roboze ha introdotto una versione industriale rinnovata della stampante 3D, quindi un anno dopo il rilascio dell’originale, l’azienda l’ha migliorata per stampare con materiali ancora più performanti.

“Abbiamo deciso di investire nella Roboze One + 400 tra le altre soluzioni dello stesso tipo perché ci consente di scegliere una vasta gamma di materiali tecnici e di conseguenza consente di realizzare attrezzature che possono essere utilizzate a contatto con vernici o in forni che possono raggiungere temperature molto elevate “, ha detto l’ing. Grazia Cappiello, ingegnere presso il reparto di produzione, attrezzature e utensili di CNH Industrial. “Inoltre, i materiali di Roboze possono essere utilizzati a diretto contatto con le parti estetiche del veicolo, senza rilasciare residui e / o abrasioni.”

Un anno dopo aver acquisito la stampante 3D Roboze, CNH Industrial è lieta di annunciare che ha ridotto significativamente i costi e accelerato la produzione nello stabilimento di Iveco. La stampante ha permesso alla società di produrre pezzi con estrema precisione, adattandoli a diverse forme, ergonomia e esigenze di peso – e di farlo in modo più rapido e a un costo inferiore rispetto alle tecniche di produzione tradizionali. Ora produce queste parti su richiesta, riducendo la necessità di spazio di inventario e producendole in modo più sostenibile, poiché la stampa 3D crea meno rifiuti rispetto ad altre tecniche di produzione.

Roboze e CNH Industrial forniranno maggiori dettagli su come la stampa 3D abbia cambiato le pratiche di produzione di Iveco in meglio in un prossimo webinar il 10 gennaio alle 10:00 e alle 17:30 CET. Puoi saperne di più sul webinar e su come registrarti qui : https://www.roboze.com/en/news/roboze-one-400-cnhi-case-study-exclusive-webinar.html

“Abbiamo deciso di avvicinare i nostri utenti finali ai reali vantaggi delle tecnologie Roboze, su un’applicazione specifica, come quella degli utensili, che è fondamentale in tutte le aziende manifatturiere del mondo”, ha dichiarato Ilaria Guicciardini, Marketing Director di Roboze. “Lavorare con le soluzioni di stampa 3D Roboze oggi significa creare vantaggi competitivi critici a medio-lungo termine. Accelerare la risposta al mercato con, allo stesso tempo, una significativa riduzione dei costi di produzione diventa possibile e accessibile. Il caso CNHi è una prova tangibile. “

Be the first to comment on "Roboze e CNH e anche Iveco"

Leave a comment