Roboze alla Scoperta di Dubai e degli Emirati Arabi

Roboze  annuncia  l’espansione della stampa 3D in nuovi paesi

Mentre la stampa 3D continua a crescere, l’impronta della tecnologia si sta allargando su scala globale. Sempre più aziende stanno vedendo i loro sistemi di stampa 3D diffusi in tutto il mondo con nuove installazioni, espansioni e partnership. Notizie recenti da Dubai (via Italia) e dal Giappone (attraverso la Germania) mettono in mostra altre due entità di stampa 3D che espandono la loro portata.

Il produttore di stampanti 3D Roboze , con sede a Bari, in Italia , ha avuto a lungo un’espansione  . Negli ultimi due anni, la società ha annunciato espansioni negli Stati Uniti , nella penisola balcanica , in Asia e in India , nella regione del Benelux , in Polonia , nella regione EMEA , nel Regno Unito e in Irlanda . Ora Roboze può aggiungere una nuova posizione a questa lunga lista: gli Emirati Arabi Uniti, o più specificamente, Dubai, che ne sa qualcosa sulla stampa 3D .

Nel 2016, Dubai ha implementato la sua famosa strategia di stampa 3D , che comprende un  piano a più livelli incentrato sulla costruzione , sui prodotti di consumo e sui prodotti medici . Il piano, istituito per garantire che Dubai e gli Emirati Arabi Uniti diventino leader mondiali nella stampa 3D, ha un obiettivo ambizioso: avere il 25% degli edifici delle città-stato 3D stampati entro il 2030. Mentre la tecnologia continua ad evolversi, e il mercato è previsione di raggiungere $ 300 miliardi entro il 2025, questo sembra gestibile. Il progetto dovrebbe iniziare nel 2019, iniziando dal 2% con un graduale aumento verso l’obiettivo finale.

La Dubai Health Authority (DHA) sta regolamentando gli standard per l’utilizzo della stampa 3D nel settore sanitario e sta già esplorando gli arti protesici stampati in 3D e altri dispositivi medici. Inoltre, Dubai si sta concentrando maggiormente sui prodotti di consumo stampati in 3D e ha fissato l’obiettivo di raggiungere i 6 miliardi di euro sul mercato entro il 2025 per la produzione di articoli come prodotti fast food, articoli per la casa, gioielli, ottica e giochi per bambini.

Roboze, che ha una mentalità espansiva, ha ora risposto al mercato degli Emirati Arabi e utilizzerà le sue stampanti 3D industriali ad alta precisione per fornire soluzioni a costi contenuti e tempestive. Questa settimana, il fondatore e CEO dell’azienda Alessio Lorusso è a Dubai per presentare le soluzioni di stampa 3D dell’azienda, tra cui ARGO 500 , agli Emirati Arabi Uniti in una serie di incontri.

Il sistema senza cinghia brevettato da Roboze è parte di ciò che rende le sue offerte così accattivanti. Il sistema elimina le tradizionali cinghie di gomma, sostituendole con un movimento unico degli assi X e Y, completo di cremagliera e pignone elicoidali collegati direttamente. Ciò rende le stampanti 3D dell’azienda tra le più accurate al mondo.

La società conta anche la sostituzione del metallo, in particolare nei settori aerospaziale e automobilistico, e tra i suoi punti di forza i suoi materiali versatili. Le sue stampanti 3D desktop possono stampare utilizzando materiali resistenti ad alte prestazioni, come  PEEK e PEI, che aiutano Roboze, con le sue stesse parole, a “aprire la strada alla creazione di nuove divisioni volte a guidare il settore della tecnologia medica”.

Esportando la sua tecnologia basata sull’estrusione a Dubai, che sta rapidamente sviluppando il suo uso della stampa 3D in più settori, Roboze coglie un’opportunità da non perdere, dato che il crescente mercato degli Emirati Arabi Uniti sta rapidamente diventando un trampolino di lancio per un più luminoso futuro.

 

Be the first to comment on "Roboze alla Scoperta di Dubai e degli Emirati Arabi"

Leave a comment