video Robosavy e il robot umanoide di telepresenza che si muove col Seagway e con un oculus rift permette la realtà virtuale

Le convention  tecnologiche sono di solito i posti migliori per vedere delle strane  innovazioni  e la fiera di Barcellona non ha fatto eccezione. Tre giorni di esposizione con imprenditori, inventori e aziende e oltre 5.000 visitatori,  .

Quello che ha destato maggiore curiosità è stato sicuramente Robosavvy un Robot umanoide stampato in 3d . Capace di guidare un ginger Seagway e che grazie ad un Oculus Rift  diventa un di robot di telepresenza virtuale.

Robosavvy è una azienda inglese specializzata nella produzione di robot personalizzati per la ricerca, l’ingegneria, la promozione del marchio, eventi live, TV e pubblicità, hanno molta esperienza con la robotica . Ma questo robot a ruote salutato dall’entusiasmo dai  visitatori di Barcellona è  qualcosa di completamente diverso. La squadra Robosavvy   ha lavorato sull’interazione uomo-robot come parte di un progetto universitario
“Siamo stati invitati a Barcellona e volevamo mostrare le nostre capacità di sviluppo nella robotica personalizzata. il nostro robot è dotato di una piattaforma  Segway- modificata. E la sua testa è controllata a distanza da Oculus Rift. L’umanoide muove il corpo per controllare il Segway o può essere controllato da  remoto  . Era un prototipo di studio  di Robosavvy lab “, spiegano.
Il robot stesso ha una complessitànotevole con 30 motori e di un computer i7, nonché molti componenti stampati in 3D. Non solo i componenti esterni, come la testa, le braccia e le mani sono stati fatti con una stampante 3D (con un Makerbot Replicator 2X e una stampante 3D su misura), ma anche le piastre elettroniche interne. “L’embedded all’interno del robot si basa su ROS ed è alimentato da batterie. Le batterie sono gestiti da una scheda elettronica su misura”

Ma naturalmente più impressionante è la performance del robot. “E ‘gestito in remoto e include un visore di realtà virtuale Oculus Rift, che ti permette di vedere ovunque vada. I suoi” gesti delle mani e la testa possono essere attivati ​​da remoto permettendo l’interazione robot umano “, spiegano. Il Segway   è una piattaforma di auto-bilanciamento  modificata che è essenzialmente un Segway per i robot. La piattaforma  è controllata a distanza tramite RC dall’utente, e dispone di una scheda elettronica personalizzata per l’auto-bilanciamento e anche una confezione separata di batterie.

Teoricamente, le sue opzioni di movimento e la presenza della realtà virtuale significa che questi robot sono perfetti per la comunicazione e la telepresenza. “In futuro un robot simile potrebbe consentire alle persone di avere una presenza virtuale con la capacità di interagire  ,” spiega la squadra di Robosavvy . Potrebbe, per esempio permettere ai bambini malati di continuare a frequentare le scuole durante il ricovero, di comunicare con gli amici e gli insegnanti, o anche accompagnarli nei viaggi  . Non solo teleconferenza, ma anche movimento e interazione.

Ma per ora questo robot ha solo un ruolo quello dimostrativo

Be the first to comment on "video Robosavy e il robot umanoide di telepresenza che si muove col Seagway e con un oculus rift permette la realtà virtuale"

Leave a comment