RePaint la riproduzione di dipinti con l’intelligenza artificiale e la stampa 3d

RePaint del MIT utilizza la stampa 3D e l’intelligenza artificiale per riprodurre accuratamente i dipinti per la tua casa
Qual è il modo più preciso per assicurare un’accurata riproduzione del colore di un’opera d’arte? Un team del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL) del MIT ha proposto un sistema chiamato RePaint per la riproduzione di dipinti, che utilizza una combinazione di stampa 3D e deep learning per ricreare autenticamente i dipinti preferiti, indipendentemente dalle diverse condizioni di illuminazione o posizionamento.

Tradizionalmente, la riproduzione dei colori dei dipinti viene eseguita utilizzando stampanti 2D. Tuttavia, presentano gravi lacune per la riproduzione del colore ad alta fedeltà poiché le stampanti 2D hanno un set fisso di soli quattro inchiostri (ciano, magenta, giallo e nero). I ricercatori hanno trovato un modo migliore per catturare uno spettro più completo di Degas e Dali. Hanno usato una tecnica speciale chiamata “color-contoning”, che prevede l’uso di una stampante 3D e 10 diversi inchiostri trasparenti impilati in strati molto sottili, proprio come i wafer e il cioccolato in una barra Kit-Kat. Hanno combinato il loro metodo con una tecnica vecchia di decenni chiamata half-toning, in cui un’immagine viene creata da un sacco di puntini colorati piuttosto che da toni continui. Combinando questi, dice il team, è meglio catturare le sfumature dei colori.

Per testare RePaint, il team ha riprodotto una serie di dipinti a olio creati da un collaboratore dell’artista. Il team ha scoperto che RePaint era più di quattro volte più accurato rispetto ai modelli fisici allo stato dell’arte nella creazione delle esatte sfumature di colore per le diverse opere d’arte.

In questo momento, l’AI e il metodo di stratificazione richiedono troppo tempo, limitando le riproduzioni alle dimensioni di un biglietto da visita. Inoltre, il sistema non è in grado di riprodurre completamente alcuni colori come il blu cobalto a causa di una libreria di inchiostro limitata. Con una gamma di colori più ampia su cui lavorare, la domanda su quali inchiostri usare per quali dipinti sono rimasti. Invece di utilizzare approcci fisici più laboriosi, il team ha addestrato un modello di apprendimento approfondito per prevedere lo stack ottimale di inchiostri diversi. Una volta che il sistema ha avuto un controllo su di esso, si sono nutriti con immagini di dipinti e hanno utilizzato il modello per determinare quali colori dovrebbero essere utilizzati in quali aree specifiche per dipinti specifici. Possono anche sperare di ottenere dettagli migliori per tenere conto di aspetti come la tessitura superficiale e il riflesso, in modo che possano ottenere effetti specifici come finiture lucide e opache.

Gli scienziati sono sicuri che saranno in grado di risolvere tutti questi problemi in futuro, quando stampanti 3D più avanzate e commerciali potrebbero aiutare a realizzare dipinti più grandi in modo più efficiente.

Secondo i ricercatori, RePaint potrebbe essere usato per rifare opere d’arte per una casa, proteggere gli originali dall’usura dei musei, o persino aiutare le aziende a creare stampe e cartoline di pezzi storici.

“Se riproduci il colore di un dipinto come appare nella galleria, potrebbe sembrare diverso nella tua casa”, dice Changil Kim, uno degli autori di un nuovo articolo sul sistema, che sarà presentato ad ACM SIGGRAPH Asia in dicembre. “Il nostro sistema funziona in qualsiasi condizione di illuminazione, che mostra una capacità di riproduzione dei colori molto maggiore rispetto a quasi tutti i precedenti lavori.”

“Il valore dell’arte è aumentato rapidamente negli ultimi anni, quindi c’è una maggiore tendenza a bloccarlo nei magazzini lontano dagli occhi del pubblico”, ha dichiarato l’ingegnere meccanico Mike Foshey. “Stiamo costruendo la tecnologia per invertire questa tendenza e creare riproduzioni poco costose e accurate che possano essere apprezzate da tutti”.

Be the first to comment on "RePaint la riproduzione di dipinti con l’intelligenza artificiale e la stampa 3d"

Leave a comment