Protesi stampate in 3d anche per i bimbi in India

Due bambini ricevono protesi stampate in 3D presso il centro appena aperto in India

Un bambino con un arto mancante o danneggiato non riesce a fare molte delle cose che costituiscono un’infanzia, come fare sport. In passato, le protesi erano dispositivi molto costosi che non tutti possono permettersi, e le protesi per i bambini rappresentano una sfida particolare perché i bambini li superano e ne hanno bisogno di nuovi così rapidamente. La stampa 3D è cambiata, tuttavia, rendendo le cose più facili per i bambini con differenze agli arti in vari modi. Le protesi stampate in 3D sono drasticamente più economiche, costano centinaia di dollari – o meno – piuttosto che migliaia. Possono essere facilmente personalizzati per adattarsi comodamente e consentire a chi li indossa di lanciare una palla o fare qualsiasi altra moltitudine di attività tipica di un bambino. Il loro aspetto può essere personalizzato, diminuendo lo stigma e permettendo a chi lo indossa di assomigliareun supereroe al posto di qualcuno con una disabilità.

Due bambini a Manipal, in India, hanno recentemente ricevuto gli arti protesici stampati in 3D dal nuovissimo impianto di stampa 3D presso il Dipartimento di Ortopedia dell’Ospedale di Kasturba . L’impianto di stampa 3D, chiamato Hastha Center for Congenital Hand Differences, è stato creato appositamente per la stampa 3D di arti artificiali, in particolare per i bambini. Le protesi realizzate al centro possono essere personalizzate a qualsiasi livello di amputazione, sia sopra che sotto il gomito o per dita mancanti o accorciate. Possono anche essere specifici del compito, consentendo ai bambini di avere diverse protesi per lo sport, il lavoro scolastico o altre attività quotidiane.
Il Centro Hastha per le differenze congenite della mano è stato istituito sotto l’Accademia Manipale di Istruzione Superiore (MAHE) attraverso l’unità di Mano e Microchirurgia presso il Dipartimento di Ortopedia, Kasturba Medical College e Hospital. Il coordinatore principale del centro è il dott. Anil K. Bhat, professore e direttore del dipartimento di ortopedia, manipale. È stato inaugurato di recente dal Dr. H. Vinod Bhat, Vice Cancelliere, MAHE.

È incoraggiante che ospedali e centri medici stiano prendendo abbastanza seriamente le protesi stampate in 3D per creare interi reparti dedicati a loro. Un importante traguardo è arrivato di recente quando negli Stati Uniti sono iniziati i primi test clinici per protesi bioniche stampate in 3D, a segnalare che l’establishment medico sta effettivamente vedendo i numerosi vantaggi della stampa 3D allo scopo di creare arti artificiali. Non molto tempo fa, le protesi stampate in 3D erano per lo più dominio di produttori e organizzazioni non profit, ma l’evidenza di quanto siano vantaggiose non può essere ignorata.

L’India è stata sulla mappa per i suoi usi progressivi della stampa 3D medica ultimamente, compresi alcuni interventi rivoluzionari che  utilizzano impianti stampati in 3D per ripristinare la mobilità e persino salvare vite umane . Il Paese è diventato molto serio riguardo alla stampa 3D, in particolare in campo medico, quindi non sorprende che dovrebbe aprire un centro interamente dedicato alla stampa 3D di arti protesici.

Milioni di bambini in tutto il mondo hanno bisogno di arti protesici, e organizzazioni come e-NABLEhanno lavorato instancabilmente per vedere che molti bambini hanno accesso a loro il più possibile. È ancora di vitale importanza, tuttavia, che gli ospedali si avvalgono anche della tecnologia di stampa 3D. Alla fine, le protesi stampate in 3D potrebbero essere la norma invece dell’eccezione, rendendo disponibili arti artificiali a prezzi accessibili ai pazienti bisognosi ovunque.

Be the first to comment on "Protesi stampate in 3d anche per i bimbi in India"

Leave a comment