Printlet le compresse medicinali biostampate in 3d da FabRx

La ditta britannica di biotecnologie FabRx si rivolge alla stampa 3D SLS per compresse di medicinale ‘Printlet’

FabRx, un’azienda biotech con sede a Londra, sta utilizzando la produzione additiva per sviluppare compresse medicinali stampate in 3D chiamate “Printlets”. L’azienda si affida alla tecnologia di sinterizzazione laser selettiva sviluppata dalla società additiva svizzera Sintratec.

La sinterizzazione laser selettiva, più comunemente nota come SLS, è una tecnica di stampa 3D che si basa su un sistema laser per sinterizzare un letto di materiale in polvere, più spesso un materiale a base di polimero come il nylon.

FabRx ha riferito di aver investito in una seconda stampante Sintratec Kit SLS 3D, una macchina particolarmente adatta alla produzione di prototipi funzionali grazie alla sua alta risoluzione e alla capacità di costruzione libera. La stampante 3D è stata lanciata nel 2014 con una campagna di crowdfunding di grande successo (Sintratec ha raccolto oltre $ 200.000 per portare sul mercato la sua stampante 3D SLS).

Nella sua ricerca per lo sviluppo di farmaci stampati in 3D, FabRx ha trovato impiego per le stampanti Sintratec Kit 3D. Dal momento che il modello di stampante utilizza materiali a base di polvere, l’azienda biotech è stata in grado di introdurre composti farmacologici per polveri che sono poi stampati in 3D in una gamma di forme, dimensioni, colori e persino trame.

“Il kit Sintratec ci consente un approccio completamente nuovo allo sviluppo di nuovi farmaci”, ha dichiarato Fabrizio Fina di FabRx. “Seguendo i risultati sorprendenti, recentemente abbiamo acquistato un altro kit Sintratec!”

La società afferma che la stampante 3D SLS è particolarmente adatta per le applicazioni di stampa su tablet poiché consente all’utente di regolare e monitorare con precisione le impostazioni come la velocità del laser e la temperatura del materiale. Quando si lavora con composti farmaceutici fragili, il mantenimento di determinate temperature può essere fondamentale per garantire la qualità e l’efficacia del farmaco.

Le “Printlet” stampate in 3D che FabRx sta sviluppando con le sue due stampanti Sintratec Kit 3D sono solo uno dei progetti biotecnologici correlati all’AM dell’azienda. Lo scorso dicembre, la società ha attirato la nostra attenzione per aver trasformato una stampante 3D Candy Candy Factory in un produttore di medicinali personalizzato per bambini .

La stampante 3D, tipicamente usata per preparare caramelle gommose commestibili, è stata riproposta in caramelle gommose medicate con stampa 3D. (Come un bambino che  odiava anche la medicina liquida più aromatizzata, penso che una caramella gommosa sarebbe stata molto più appetibile per curare qualunque malattia.)

FabRx ha utilizzato una stampante 3D Magic Candy Factory per produrre medicine personalizzate per bambini

Fondato come spin-out da un gruppo di ricerca dell’università universitaria di Londra, l’obiettivo finale di FabRx è lo sviluppo di farmaci e trattamenti più piacevoli e più allettanti per determinate persone, come i bambini.

“Vogliamo utilizzare la stampa 3D per cambiare il volto della produzione di farmaci e fornire un migliore accesso ai farmaci, soprattutto per i bambini”, ha dichiarato Alvaro Goyanes, direttore dello sviluppo presso FabRx.

Be the first to comment on "Printlet le compresse medicinali biostampate in 3d da FabRx"

Leave a comment