PostProcess Technologies Hybrid DECI Duo Solution

PostProcess Technologies utilizza la soluzione ibrida DECI Duo per ottenere un’eccellente finitura superficiale per le giranti avvolte stampate in 3D

PostProcess Technologies , che ha ampliato la copertura dei suoi partner di canale in Nord America  questa primavera, è ben nota per le sue soluzioni software e  post-stampa . Con la sua soluzione automatizzata Hybrid DECI Duo Solution , PostProcess aiuta i suoi clienti a raggiungere standard di finitura superficiale eccellenti e risultati replicabili per parti metalliche complesse.

Recentemente, PostProcess ha dimostrato in un nuovo case study come la sua tecnologia possa aiutare altre aziende. L’argomento era Ingersoll Rand , una società di produzione industriale globale da $ 14 miliardi specializzata in tecnologie per aria compressa. L’azienda utilizza la stampa 3D per le sue giranti avvolte, che migliorano le prestazioni di un pacchetto di compressori più di giranti aperte perché non c’è spazio tra l’ingresso stazionario e la girante, quindi non si verificano perdite di scivolamento a causa della compressione del gas di ricircolo nello spazio .

Il design per giranti avvolgenti, che ruotano 60.000 giri al minuto, ha tolleranze molto strette per soddisfare i test aerodinamici. Inoltre, le lame necessitano di un’eccellente finitura superficiale e impiegano mesi per costruire utilizzando forme di produzione convenzionali. Il team di ingegneri di Ingersoll, che aveva bisogno di commercializzare il suo design a girante avvolta, si è dedicato alla stampa 3D grazie alla sua completa libertà di progettazione; la tecnologia consente inoltre di costruire il pezzo come monolitico, quindi non è richiesta alcuna saldatura. Tuttavia, affinché le parti stampate in 3D soddisfino le soglie di prestazione, richiedono finiture superficiali eccezionali.

Ingersoll 3D stampa le sue giranti avvolte in titanio e lega di nichel, ma sfortunatamente sfuggono al piano di stampa con un valore Ra (media della rugosità) che non soddisfa le specifiche del team di progettazione. Il team ha provato di tutto, dagli strumenti di levigatura manuale e di rettifica fino all’incisione chimica, ma i risultati erano incoerenti e non avevano la qualità necessaria e ripetibile necessaria per produrre parti terminali all’interno delle specifiche richieste.

L’azienda aveva bisogno di trovare un processo replicabile che fornisse loro la finitura superficiale necessaria per la complessa geometria della girante avvolta, al fine di, come ha scritto PostProcess nel suo caso di studio, “determinare un aumento misurabile dell’efficienza per i suoi compressori d’aria avanzati”.

Quindi, Ingersoll si è rivolta a PostProcess nella speranza che l’azienda potesse lavorare con geometrie di parti metalliche complesse, come forme organiche e canali interni, e contribuire a ottenere risultati ripetibili e standard di finitura superficiale eccellenti per le sue giranti avvolte.

Duo automatizzato DECI per rimozione del supporto post-stampa e finitura superficiale.
PostProcess ha consegnato un “risultato trasformativo” per le parti in titanio e in lega di nichel stampate 3D di Ingersoll, grazie alla soluzione ibrida DECI Duo, in attesa di brevetto. L’Hybrid DECI Duo – un sistema singolo, multifunzione e basato sui dati – promette tempi di ciclo rapidi anche per i pezzi più complessi Progettato per ottimizzare lo spazio di produzione, il sistema include anche funzioni di riduzione del rumore per un dBa basso, un LED illuminato camera, e una modalità manuale per la finitura delle parti a mano quando necessario.

Il sistema utilizza anche il software proprietario AUTOMAT3D di PostProcess, al fine di ottimizzare l’energia e la chimica esclusiva, che comprende detergenti e solidi sospesi in modo che le geometrie mantengano i loro dettagli di alta qualità pur continuando a ricevere la finitura superficiale desiderata.

“Abbiamo scelto DECI Duo per la sua ripetibilità, configurazione minima, tempi di elaborazione e costo di proprietà. La lavorazione fotochimica, la levigatura dell’estrusione, la micro lucidatura o la microlavorazione offrono tutti ottimi risultati se applicati correttamente, tuttavia i costi estesi degli utensili e delle attrezzature, i tempi di installazione e le DOE richieste prima dell’applicazione del metodo di finitura superficiale hanno reso DECI Duo è un’opzione migliore “, ha dichiarato Ioannis Hatziprokopiou, Ingegnere meccanico, Sviluppo di nuovi prodotti, Ingersoll Rand Compression Technologies and Services.

“Inoltre, alcune delle tecniche di finitura sopra menzionate rimuovono in modo non uniforme il materiale all’interno del percorso del flusso della girante, mentre DECI Duo tratta uniformemente l’intera superficie del percorso del flusso. La geometria finale del percorso del flusso deve rimanere il più inalterata possibile dopo la post-elaborazione di qualsiasi tipo. ”
Le giranti avvolte con stampa 3D sono state
implementate nelle ultime 3 fasi di questa macchina booster 6R3MSGEP + 4/30 a 6 fasi.
La soluzione PostProcess ha stabilito le impostazioni operative in linea con gli standard di Ingersoll utilizzando parti di riferimento. Quindi, DECI Duo è stato in grado di rifinire in modo consistente le parti metalliche che erano in grado di superare con successo i test aerodinamici.

Ingersoll è venuto a PostProcess con la necessità di alta qualità e requisiti di coerenza e ripetibilità. Ma ha anche ottenuto ulteriori vantaggi dal lavorare con l’azienda, come ad esempio i risparmi sui costi e la facilità d’uso.

Inoltre, il DECI Duo ha prodotto anche una riduzione media del 70-80% in Ra per pezzi in lavorazione per 20 minuti o meno.

Be the first to comment on "PostProcess Technologies Hybrid DECI Duo Solution"

Leave a comment