Picsima Technology e la possibilità di stampare in 3d delle protesi del seno su misura

Picsima Technology  stampa in 3d direttamente con il silicone

Una applicazione che potebbe trasformare completamente il settore delle protesi mammarie

Picsima Technology  protesi del seno stampate in 3d 02Picsima Technology  entra nell’arena delle protesi al seno . Uno scorcio di questa tecnologia si è vista  al Printshow Londra questa settimana, dove alcuni campioni siliconici sono stati mostrati.

Fripp Design Research, con sede nel Regno Unito, sta facendo passi da gigante nella stampa 3D delle protesi mammarie al silicone. La loro nuova tecnologia, Picsima, rappresenta un incredibile passo in avanti, in quanto consente la stampa in 3D con il silicone. Un prodotto unico, più precisamente  il silicone medicale, il materiale è ancora in fase di sviluppo, come lo è Picsima. Sia il materiale e sia la tecnologia di stampa 3D sembrano estremamente promettenti per il futuro, con la possibilità di rendere tutti più felici dai pazienti ai chirurghi.

Attualmente, dopo aver subito una mastectomia,inserire gli impianti proteisici durante l’anestesia  è un processo arduo . Con l’avvento della scansione 3D, una tecnologia già comunemente in uso, i chirurghi possono facilmente  ottenere l’immagine del seno, che potrebbe plausibilmente essere replicato in 3D poi stampato  con risultati  ottimizzati nell’intero processo.

Tom Fripp, uno dei fondatori e inventori di Picsima, ha dichiarato . “Attualmente le scelte di protesi mammarie al silicone per le donne, che devono subire un intervento di  chirurgia ricostruttiva, è molto limitata. Questo non è un bene per le donne per una serie di ragioni, devono trascorrere un tempo relativamente lungo in anestesia a causa del tempo che chirurgo impiega per  la ricostruzione e la ricostruzione stessa  spesso non riflette l’aspetto desiderato dalla paziente. Un impianto di silicone stampato in 3D e personalizzato  potrebbe migliorare la situazione. ”

Poiche Picsima è in grado di stampare in 3D senza materiali di supporto, si presta a un processo senza soluzione di continuità on-demand sia per il chirurgo che per il paziente: i chirurghi potrebbero usare la scansione per fare un impianto stampato in 3D direttamente sul posto con il silicone medico. Non solo i pazienti dovranno trascorrere meno tempo sotto anestesia in sala operatoria, ma avrebbero un  impianto su misura , piuttosto che un,  impianto a misura unica che tra l’altro ampia il dolore del processo generale di avere un seno rimosso.

Avere un aspetto naturale e ottenerlo facilmente è l’obiettivo ottimale, poiché le pazienti semplicemente non hanno bisogno un altro problema di cui preoccuparsi. Detto questo, le preferenze variano tra le persone , ed è lì che i vantaggi della tecnologia di stampa 3D si mettono in luce, consentendo ai pazienti di avere una misura adatta, e un processo più semplice.

“Siamo  ancora in fase di sviluppo “, ha sottolineato Fripp, “ma questo è un significativo passo in avanti poiché Picsima è l’unica stampante  basato sulla tecnologia di stampa 3D a polimeri che utilizza materiali già approvati per uso medico.”

Picsima iniziato come un idea in erba dopo una sfida industriale nel 2009, con Tom Fripp e Steve Roberts, fondatori di Fripp Design Research, che  hanno dovuto affrontare la questione se essi fossero in grado di produrre protesi dei tessuti molli in abbinamento cromatico con la stampa 3D. Dopo approfondite ricerche sono stati   in grado di stampare in 3D dei tessuti molli per protesi facciali.

Non molto tempo dopo, hanno deciso di perseguire l’abbinamento di stampa 3D e del silicone, con la conseguente nascita di Picsima, che è in attesa di approvazione finale della domanda di brevetto. Picsima è tecnicamente considerato un progetto indipendente di Fripp Design Research .

Be the first to comment on "Picsima Technology e la possibilità di stampare in 3d delle protesi del seno su misura"

Leave a comment