Photocentric contratto col governo britannico per la produzione di oltre 7,6 milioni di schermi protettivi stampati in 3D

PHOTOCENTRIC OTTIENE UN CONTRATTO CON IL GOVERNO DEL REGNO UNITO PER LA STAMPA 3D DI MILIONI DI PARTI DI DPI PER IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Photocentric , produttore di stampanti e materiali 3D , ha ottenuto un contratto dal governo britannico per la produzione di oltre 7,6 milioni di schermi protettivi stampati in 3D per i prossimi sei mesi.

L’accordo vedrà la società con sede a Peterborough utilizzare la sua tecnologia di stampa 3D brevettata per produrre milioni di articoli di DPI ogni mese, con l’obiettivo di supportare gli operatori sanitari del servizio sanitario nazionale durante la pandemia di COVID-19 .

“Sono orgoglioso dell’ingegno e del duro lavoro dimostrati da tutto il team di Photocentric. Abbiamo dimostrato che è possibile utilizzare la nostra tecnologia di stampa 3D brevettata per progettare e realizzare molto rapidamente milioni di unità di un prodotto completamente nuovo “, ha affermato Paul Holt, amministratore delegato e fondatore di Photocentric.

Fondata nel 2002, Photocentric produce resina fotopolimerica e utilizza il suo processo brevettato di indurimento alla luce del giorno per creare prodotti per applicazioni che vanno dal settore industriale, alle industrie dentali e figurine. Nell’odontoiatria, e in particolare nella produzione di allineatori, la stampante LC Magna dell’azienda consente agli ortodontisti di produrre in serie archi specifici per paziente a costi, velocità e scala competitivi.

Photocentric ha lanciato la sua stampante 3D a basso costo Liquid Crystal nell’ottobre 2015, segnando il passaggio dalla produzione di resina fotopolimerica alla produzione di sistemi 3D. Basato sulla tecnologia LCD Daylight Printing Process (DPP) dell’azienda, il sistema desktop aveva una risoluzione di strato di 25 micron e un volume di stampa che misurava 200 x 100 x 200 mm. A ciò è seguito il lancio di LC Maximus nel novembre 2018, orientato alla produzione di massa e alla prototipazione su larga scala. La stampante 3D utilizzava anche la tecnologia DPP, ma presentava uno schermo LCD da 40 “4K e dimensioni di costruzione di 700 x 893 x 510 mm, per consentire la produzione di più parti contemporaneamente.

Contratto NHS di Photocentric

La prima consegna di scudi al centro di distribuzione nazionale dei DPI sabato 30 maggio e sono già utilizzati per proteggere i lavoratori in prima linea dal virus. Al fine di produrre attrezzature su larga scala, la sede di Peterborough di Photocentric è stata trasformata in un processo di produzione semplificato, in cui una fattoria di stampa di oltre 30 nuove stampanti di grande formato è operativa 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Utilizzando l’ampio volume di costruzione e le elevate velocità di stampa delle stampanti 3D Magna, ha permesso all’azienda di produrre 135 parti di schermatura per stampante, ogni ora.

I sistemi, che sono stati utilizzati nel settore da qualche tempo per creare parti in plastica, stanno attualmente producendo 15.000 componenti al giorno, con piani per aumentare di 500.000 al giorno, se necessario. La società di stampa 3D intende rafforzare il suo attuale esercito di tipografi a oltre 100 nei prossimi mesi e assumere più di 60 nuovi dipendenti, mettendo i suoi affari su una “base di guerra”.

Photocentric è ora una delle 30 società che hanno stretto un accordo con il governo del Regno Unito, con i contratti destinati a fornire oltre 1,65 miliardi di pezzi di DPI per i servizi di NHS in prima linea. Il segretario alla salute desiderava elogiare i produttori che hanno preso parte e ha sottolineato la necessità del loro continuo sostegno.

“La risposta della nostra industria manifatturiera è stata fenomenale e non posso ringraziarli abbastanza per i loro continui sforzi. Ogni operatore sanitario deve avere accesso a DPI adeguati e, attraverso questo sforzo nazionale, garantiremo che lo facciano ”, ha affermato Lord Paul Deighton, consigliere del Segretario per la salute. “Continueremo a identificare ulteriori opportunità per ottenere rapidamente più DPI in prima linea.”

Photocentric ha compiuto il drammatico passaggio alla produzione di maschere per il viso nel marzo 2020, dopo aver ricevuto una grande e urgente richiesta di DPI dagli ospedali nel Regno Unito e all’estero. Grazie alla sua esperienza nella stampa 3D, l’azienda è stata in grado di creare rapidamente oggetti in plastica su vasta scala e di rispondere immediatamente. Con il suo primo scudo facciale progettato e prototipato in un solo giorno, Photocentric ora utilizza la sua flotta di stampanti di grande formato per produrre migliaia di parti di scudo su base giornaliera. Inoltre, le stampanti 3D Magna utilizzate per produrre le parti sono guidate da schermi LCD a basso costo che emettono luce diurna per indurire vaste aree di plastica contemporaneamente. La tecnologia DPP riduce drasticamente i costi di produzione additiva delle maschere facciali e consente all’azienda di produrre più componenti, di conseguenza.

Essere in grado di cambiare il suo processo di produzione per produrre schermi facciali in quantità così vaste, e in così poco tempo, ha permesso a Photocentric di dimostrare i vantaggi della sua tecnologia di stampa 3D. Oltre a mostrare la velocità e l’adattabilità di AM, il contratto di produzione in serie mostra che le parti in plastica possono essere prodotte a prezzi competitivi con i processi di produzione tradizionali. Inoltre, illustra come la stampa 3D non è più riservata alle applicazioni di prototipazione lente e costose, ma può produrre centinaia di migliaia di parti al giorno.

Un ulteriore vantaggio del progetto, secondo Holt, è che dimostra che i DPI non devono più essere spediti dall’estero e che i produttori con sede nel Regno Unito possono fornire pezzi più rapidamente e ad un prezzo competitivo.

“Questa tecnologia brevettata coltivata in casa dimostra che il Regno Unito può ridurre la dipendenza dalla produzione estera e fabbricare componenti localmente, rendendo la quantità necessaria, quando necessario, a un prezzo competitivo”, ha affermato Holt.

Be the first to comment on "Photocentric contratto col governo britannico per la produzione di oltre 7,6 milioni di schermi protettivi stampati in 3D"

Leave a comment