Phoenix Analysis & Design Technologies (PADT) Arizona State University (ASU) e la Kennesaw State University (KSU) ricevono 755.000 dollari dalla Nasa per creare uno strumento di simulazione per strutture reticolari nei veicoli aerospaziali

Phoenix Analysis & Design Technologies (PADT) collaborerà con l’ Arizona State University (ASU) e la Kennesaw State University (KSU) nello sviluppo di strutture più forti e leggere per l’esplorazione dello spazio. Insieme sono stati scelti per un sussidio per trasferimento di tecnologia (STTR) di Fase II della NASA da $ 755.000, una continuazione del finanziamento di Fase I da $ 127.000 concesso a PADT e alla Ira A. Fulton Schools of Engineering dell’ASU nell’agosto 2018.

In questo sforzo congiunto, PADT, ASU e KSU hanno annunciato in un recente comunicato stampa che creeranno uno strumento di simulazione per strutture reticolari nei veicoli aerospaziali. Questo strumento dovrebbe aiutare in ogni fase della progettazione, virtualmente di test e ottimizzazione delle strutture, con simulazioni stampate in 3D da stampare in 3D per testare i prototipi nel processo di valutazione finale. I componenti di livello produttivo saranno inoltre stampati in 3D, con la possibilità di essere utilizzati su veicoli spaziali.

PADT, ASU e KSU potrebbero anche trarre parte della loro ispirazione dalla natura, come tanti altri scienziati, artisti, designer e ricercatori in tutto il mondo. Attingendo all’esempio delle strutture a nido d’ape da un alveare, il team potrebbe essere in grado di imparare dalla forza naturale e dagli elementi leggeri, utilizzandoli per creare forme e spaziature adeguate nelle strutture reticolari per applicazioni aerospaziali. Il loro obiettivo ora è quello di creare uno strumento di progettazione che combini proprietà come resistenza e densità con la topologia e l’ottimizzazione dei parametri necessarie. A causa dei progressi della scienza e della tecnologia di oggi, il team di ricerca prevede di progettare una geometria di ispirazione bio precedentemente impossibile con metodi convenzionali.

“ASU è diventata leader nel progresso della produzione additiva e stiamo continuamente scoprendo nuovi modi per risolvere le sfide ingegneristiche con questa tecnologia”, ha affermato Kyle Squires, Ph.D., preside, Fulton Schools of Engineering, Arizona State University. “La concessione STTR della Fase II della NASA ci consente di utilizzare la simulazione e la stampa 3D per esplorare strutture di ispirazione bio per innovare il modo in cui la NASA progetta e produce i suoi veicoli spaziali.”

In definitiva, PADT prevede inoltre di commercializzare un prodotto software commerciale come culmine dell’innovativo progetto di ricerca con ASU. Saranno inoltre responsabili dell’inclusione dei dati sui materiali cellulari nella piattaforma PeTal della NASA, dell’aggiunta di risultati sperimentali, dell’analisi dei loro risultati e di manufatti dimostrativi di metallo stampati in 3D.

“Siamo orgogliosi di vincere questo STTR di Fase II perché favorisce il nostro coordinamento con le scuole Fulton e richiede l’uso delle nostre tre principali aree di competenza: stampa 3D, simulazione e sviluppo del prodotto”, ha affermato Alex Grishin, Ph.D., ingegnere consulente, PADT. “In qualità di partner del canale ANSYS Elite, disponiamo anche delle competenze necessarie per incorporare la nostra soluzione nello strumento di simulazione ANSYS, risparmiando molto tempo e fatica. Il miglioramento dell’innovazione aerospaziale è sempre una prospettiva entusiasmante e il nostro team è qualificato in modo univoco per applicare le nostre competenze allo sviluppo di tecnologie dirompenti per la NASA. “

Il nuovo strumento può anche consentire la fabbricazione di materiali come:

Scudi termici
Fodere acustiche
Pelli resistenti ai detriti spaziali
Pannelli leggeri
Scambiatori di calore strutturali conformi
“Questo progetto di ricerca è un ottimo esempio di governo, istituzioni accademiche e settore privato che lavorano insieme per fornire soluzioni pratiche per l’industria spaziale”, ha affermato Ji Mi Choi, vicepresidente associato, Imprenditorialità e innovazione, Arizona State University. “Apprezziamo l’opportunità di lavorare con NASA, PADT e KSU mentre scopriamo nuovi modi per applicare la stampa e la simulazione 3D alle sfide del mondo reale.”

Questa sovvenzione segna il 16 ° sussidio STTR / SBIR di PADT sin dalla sua apertura nel 1994.

Be the first to comment on "Phoenix Analysis & Design Technologies (PADT) Arizona State University (ASU) e la Kennesaw State University (KSU) ricevono 755.000 dollari dalla Nasa per creare uno strumento di simulazione per strutture reticolari nei veicoli aerospaziali"

Leave a comment