Philips e la chirurgia guidata dalle immagini, con la stampa 3D e le nuove tecnologie da utilizzare in sale operatorie ibride, tra cui Realtà Aumentata (AR), fusione di immagini e monitoraggio onnipresente

Le soluzioni di chirurgia guidata da immagini di Philips offrono stampa 3D e AR

Alla prima riunione online del Comitato per l’innovazione IDIS (Foundation Institute of Development and Integration of Health) in Spagna, Phillips ha presentato le sue ultime soluzioni in termini di chirurgia guidata dalle immagini, inclusa la stampa 3D e le nuove tecnologie da utilizzare in sale operatorie ibride, tra cui Realtà Aumentata (AR), fusione di immagini e monitoraggio onnipresente.

IDIS è un’organizzazione che rappresenta e promuove il ruolo e il contributo dell’assistenza sanitaria privata in Spagna. Di recente, l’organizzazione ha riferito sul contributo fornito dai fornitori di servizi sanitari privati ​​e le start-up di fronte alla pandemia.

In questa presentazione, la gamma di vantaggi della tecnologia di stampa 3D nella produzione di forniture di emergenza (schermi facciali) e strumenti personalizzati (ventole o pinze per ridurre o minimizzare il contatto superficiale in ospedali, reparti chirurgici, sale operatorie e altro) sono stati spiegati dal dott. Antonio Luna (direttore medico di HealthTime ). Ha anche spiegato i vantaggi di tali tecnologie in processi più complessi, come la pianificazione pre-chirurgica, la chirurgia mini-invasiva in operazioni critiche in neurochirurgia o procedure toraciche.

“Può essere di grande aiuto nella pianificazione chirurgica, per l’inclusione o l’esclusione dei pazienti, la riduzione dei tempi di intervento e di ricovero in ospedale, e la riduzione della mortalità e delle complicanze intraoperatorie, tra gli altri vantaggi”, ha affermato la dott.ssa Luna.

Inoltre, il ruolo delle tecnologie e degli strumenti 3D nel consentire l’accesso e l’intervento minimamente invasivi è stato spiegato da Juan Romero, responsabile della chirurgia guidata dalle immagini presso Philips.

“Il futuro della chirurgia guidata dall’immagine passa attraverso diagnosi più precise (tramite intelligenza artificiale, strumenti di quantificazione e diagnosi multimodale), eccellenza nei risultati chirurgici (con una tomografia computerizzata a fascio conico per verificare i risultati e migliorare la localizzazione o con la modellazione 3D), “Disse Romero. “Il futuro si sta anche spostando verso terapie minimamente invasive con fusione di immagini in tempo reale per facilitare la navigazione e la guida o l’uso della realtà aumentata per le procedure ibride. ”

Pioniere nella tecnologia e nelle soluzioni di sala operatoria ibrida, Phillips ha sviluppato la sua tecnologia di navigazione chirurgica in realtà aumentata , per supportare e migliorare le operazioni di chirurgia della colonna vertebrale aperta o minimamente invasiva guidata da immagini. Dal 2017, l’azienda ha installato oltre 750 sale operatorie ibride e le sue soluzioni di guida guidata alle immagini AR sono state utilizzate per trattare oltre mezzo milione di pazienti in oltre 80 paesi.

Nel 2019, Philips ha stretto una partnership con Microsoft , combinando la piattaforma di elaborazione olografica HoloLens2 di quest’ultima con la sua piattaforma di terapia guidata da immagini Azurion per presentare nuove applicazioni AR per le sale operatorie del futuro. Con le sue soluzioni di sala operatoria ibrida guidate da immagini, Philips ha contribuito ad accelerare il passaggio dalla chirurgia aperta alla chirurgia guidata da immagini, migliorando drasticamente i risultati e riducendo i costi, nonché riducendo i tempi di dimissione di un paziente.

Be the first to comment on "Philips e la chirurgia guidata dalle immagini, con la stampa 3D e le nuove tecnologie da utilizzare in sale operatorie ibride, tra cui Realtà Aumentata (AR), fusione di immagini e monitoraggio onnipresente"

Leave a comment