Ouring 3DTalk MINI e la 3DTalk T-Real II a comando vocale

Ouring svela la 3DTalk MINI e la 3DTalk T-Real II stampanti 3D a comando vocale

3DTalk T-real II 3DLe convenzioni sono il posto migliore per imparare di più su tutti i prodotti in arrivo e sulle start-up, e la TCT in Asia + conferma questa tesi. L’evento  è assolutamente ricco di tecnologia e start-up della  stampa 3D e ora ci focalizziamo su un nuovo arrivato la Ouring che ha appena presentato due notevoli stampanti 3D: la low-budget 3DTalk MINI e l’imponente stampante 3DTalk T-Real II 3D a controllo vocale.

Con sede in Cina nella provincia di Jiangsu , la Ouring è uno specialista di ricerca e sviluppo per i prodotti 3D di fascia alta. Si tratta di un  azienda piuttosto grande  nel mercato 3D cinese, in possesso di diverse marche, uno studio di progettazione 3D, diversi centri di ricerca in 3D e persino un Intelligent Education Center 3D. Caratterizzato da una base  di produzione di  3.000 metri , già possiedono decine di brevetti e diritti d’autore del software, e hanno deciso di lanciare  un nuovo marchio nel  mercato nel 2014: 3DTalk.

 

E con questo tipo di supporto, Ouring ha colpito : hanno vinto diversi premi quasi subito, tra cui il “2014 Chinese 3D Industry Innovation Technology Award”, il premio “2015 Excellent Recommended Chinese Desktop 3D Printer Brand”, e il premio “2015 Most Innovative Chinese Enterprise”. L’anno scorso avevano già mostrato  ai visitatori  una prima versione del loro stampante 3DTalk T-Real II 3D.

Ora sono finalmente pronti per il mercato con queste due macchine. La stampante 3DTalk MINI 3D è essenzialmente una combinazione di tutte le caratteristiche che ci si possono realisticamente aspettare in una stampante 3D a basso budget. Caratterizzata da un corpo in metallo leggero e maneggevole, ha un volume di costruzione di 160 x 160 x 155 millimetri ed è in grado di produrre con uno spessore minimo di 75 micron. Altre caratteristiche includono un touch screen e il telecomando Wi-Fi, ma si distingue per un altra caratteristica: la stampante 3DTalk MINI 3D ospita ugelli intercambiabili di diverse dimensioni, che consentono alla macchina di adattarsi alle diverse esigenze di stampa 3D e a diversi livelli di precisione.

Ma la più impressionante fra le due proposte è senza dubbio, la stampante 3DTalk T-Real II 3D: una stampante 3D industriale acontrollo vocale ed intelligente. La società è estremamente orgogliosa della stampante 3D che è di dimensioni simili alla  3D Systems ‘CubePro. La stampante 3DTalk T-Real II 3D è dotata di alcune caratteristiche molto interessanti. È importante sottolineare che si tratta di un volume di accumulo di 254 x 254 x 210 mm ed ha  diverse caratteristiche tecniche ci si aspettano da una macchina industriale. Una caratteristica impressionante è un sistema di filtrazione e camera di raffreddamento ad acqua con una temperatura costante, che permetterà di migliorare notevolmente la qualità di stampa.

Ma il suo vero punto di forza è, ovviamente, il controllo vocale. Prima di tutto,  hauna propria voce e  un sistema di controllo intelligente per il dialogo uomo-macchina. Anche se non è probabilmente e senziente come Jarvis di Iron Man, permette all’utente di controllare varie funzioni di stampa 3D con la voce. Attraverso la comunicazione interattiva, secondo la società, gli utenti possono ottenere aggiornamenti dello stato del dispositivo in tempo reale e le altre informazioni necessarie. La stampante T-Real II 3D supporterà sia l’inglese che il cinese e inizialmente sarà disponibile con capacità di riconoscimento vocale in grado di evitare confusioni.

Attraverso una serie di comandi vocali, interagirà con l’utente, ed eseguire dei comandi. La stampante 3DTalk T-Real II 3D trasmetterà anche avvisi vocali per guidare l’utente attraverso le fasi di stampa 3D. Per evitare errori, emette anche le richieste con seconda conferma per le operazioni chiave. Ed ecco la parte interessante: utilizzando semplici comandi come ‘Hi Talk’, è possibile avviare la stampante 3D. Quando non è operativa, si sofferma in modalità ‘sleep’. Gli utenti dovranno stare all’interno di un tester del microfono, con un angolo di 30 gradi verso l’alto o verso il basso da esso.

Mentre è difficile per i nuovi marchi di distinguersi in un mercato molto diversificato come la stampa 3D, sembra che Ouring abbia certamente trovato alcuni settori chiave per dare loro qualche caratteristica unica. E se siete alla ricerca di una  stampante 3D ad attivazione vocale: sappiate che  la versione attuale della stampante T-Real II 3D non è ancora a  controllo vocale,  la macchina verrà aggiornata alla fine del 2016.

Be the first to comment on "Ouring 3DTalk MINI e la 3DTalk T-Real II a comando vocale"

Leave a comment