Olivier van Herpt , un designer olandese che stampa in 3d con procellana blu e bianca

Uno degli aspetti più importanti del reporting sul mondo della stampa 3D è l’apprendimento dei suoi usi più insoliti. È ovvio che la stampa 3D sta cambiando il modo in cui molte aziende grandi e  piccole creano, prototipano e producono oggi in quanto abbracciano i vantaggi di una maggiore velocità di produzione, accessibilità (spesso producendo parti ad una frazione del costo) e la capacità progettare e stampare sul posto piuttosto che passare attraverso una terza parte. Seguiamo continuamente serie evoluzioni all’interno del mondo industriale, tra cui automotive, medicina, dispositivi medici, aerospaziale, edilizia, arte e molto altro ancora, ma il design 3D e la stampa 3D insieme consentono un’infinità di innovazioni. Per questo motivo, non sai mai cosa succederà dopo!

Ecco un buon esempio: porcellana stampata in 3D blu e bianca. Esplorando il mondo del tessile e dei materiali, siamo in grado di imparare di più sul processo Olivier van Herpt , un designer olandese, ha realizzato la sua versione 3D del delftware blu e bianco che è il prodotto nazionale olandese – e uno con anche una ricca storia.

La Blue Delft era originariamente nata quando i designer dei Paesi Bassi volevano realizzare un knockoff locale simile alla porcellana importata dalla Cina. Perché mancava il caolino, tuttavia, la versione olandese si è staccata con quello che potrebbe essere stato originariamente un suo sguardo non intenzionale. La terracotta era esotica ma conservava lo stile orientale e decorativo.

Van Herpt ha iniziato a utilizzare una stampante 3D ceramica mentre lavorava per migliorare la creazione di porcellana, realizzando infine 14 pezzi impilabili. La sua stampante è in grado di produrre oggetti in ceramica alti fino a 90 cm, con pareti sottili e un corpo in argilla dura. Van Herpt è sempre stata in missione per “spingere i limiti delle attuali tecnologie di stampa 3D” e ha creato collezioni che hanno lo scopo di ammorbidire gli spigoli del design industriale. Pur apprezzando il lavoro con pezzi più grandi e materiali alternativi come la paraffina, l’ argilla e altro ancora, il designer di grande impattoama portare un elemento umano nell’industria .

“Il flusso costante di materiale è dimostrato dagli strati sottili che si manifestano nella precisione del processo di stampa. La superficie non smaltata sottolinea il carattere del materiale ed è mostrata nella struttura come risultato del movimento della stampante. La superficie piastrellata indica la provenienza digitale dell’oggetto applicato in una forma precisa e sinuosa “, afferma van Herpt nel case study relativo al progetto.

“Il modello blu è la traduzione dell’interazione umana con la macchina. Il pigmento di cobalto viene applicato a mano sul corpo di argilla prima di essere inserito nell’estrusore. Il modello viene quindi ricostruito dalla stampante 3D, risultando in un gradiente radiale che celebra la cooperazione tra uomo e macchina. ”

 

Be the first to comment on "Olivier van Herpt , un designer olandese che stampa in 3d con procellana blu e bianca"

Leave a comment