Nuovo Simplify3D versione 4.0

Simplify3D annuncia la versione 4.0 del software professionale di stampa 3D

Simplify3D lancia oggi la versione 4.0 del suo popolare software di stampa 3D quando la società entra nel suo quinto anno. Conosciuto per funzionalità innovative come la Dual Extrusion Wizard, le simulazioni di stampa interattive, i supporti personalizzabili e un veloce sistema di cura, Simplify3D continua a lavorare duramente per fornire il miglior software di stampa 3D disponibile.

“Siamo sempre stati focalizzati su spingere i limiti di ciò che è possibile realizzare con la produzione di additivi”, ha detto Clayton Webster, CEO, Simplify3D. “Le nuove funzionalità della versione 4.0 aiuteranno i nostri clienti a migliorare la loro qualità di stampa e ad utilizzare  nuove funzionalità con le loro stampanti 3D”.

Impostazioni di stampa variabili

Gli utenti esperti comprendono che migliorare la qualità di stampa è il risultato dell’ottimizzazione delle impostazioni utilizzate durante il processo di stampa. Sezioni diverse di un modello possono richiedere impostazioni diverse per ottenere i migliori risultati. La versione 4.0 introduce la Creazione guidata impostazioni di variabili, che rende facile ottimizzare il comportamento in ogni sezione del modello. Ciò consente ai clienti Simplify3D di ottenere un livello di controllo simile ad un software di lavorazione CNC di fascia alta.

Simplify3D consente ai clienti di modificare qualsiasi impostazione desiderata per diverse sezioni di un modello, sbloccando nuove possibilità come la modifica delle proprietà meccaniche durante la costruzione. È possibile aggiungere forza o peso in una sezione, mentre ottimizzare un’altra sezione per essere leggera o per ottenere un tempo di produzione più veloce. Ad esempio, il pezzo di scacchi nello schema riportato di seguito è stato stampato in 3D con proprietà diverse per migliorare la qualità di stampa in diverse sezioni e fornire un centro di gravità inferiore, il tutto migliorando ancora il tempo di stampa complessivo del 22%.

Dimensionamento delle funzioni dinamiche

“Una delle principali limitazioni che abbiamo visto con stampanti 3D a base di estrusione (FFF / FDM) è la dimensione minima delle funzioni che può essere stampata con un estrusore standard. Molte linee guida raccomandano di creare modelli di almeno 1 mm di larghezza in tutte le posizioni, ma con la versione 4.0 introduciamo nuove tecnologie per migliorare notevolmente queste funzionalità “, afferma l’azienda. L’ultima versione di Simplify3D include nuove tecniche che regolano dinamicamente la quantità di plastica estrusa dall’ugello per creare estrusioni più piccole o maggiori a seconda delle forme che si sta tentando di stampare. Ciò consente alla stampante 3D di produrre forme più piccole e più precise di quanto non fosse possibile. La stessa tecnologia è stata applicata anche all’interno del modello, garantendo che le pareti siano ben sigillate per migliorare la forza dei componenti critici.

Le lame del ventilatore nella foto riportata di seguito dimostrano questa capacità di regolare dinamicamente il flusso, raggiungendo un bordo di taglio più nitido che corrisponde più all’intento del progettista. La nuova tecnica ha molte applicazioni per la stampa FFF / FDM 3D e sfocerà ulteriormente i confini tra le diverse tecnologie di stampa 3D come SLA o SLS.

Migliorate le fondamenta del modello

Per i modelli più complessi, il successo della stampa 3D è spesso influenzato dagli elementi fondamentali che stabilizzano una stampa durante la costruzione, come i supporti, le zattere o i bordi. La versione 4.0 include miglioramenti per questa intera raccolta di elementi fondamentali, a partire dai miglioramenti alle strutture di supporto Simplify3D. Diverse nuove funzionalità migliorano la capacità delle strutture di supporto di rimanere ancorate alla piattaforma di costruzione, consentendo anche ai modelli più alti di essere pienamente supportati da sequenze di costruzione lunghe. Altre nuove funzionalità consentiranno ai clienti di variare la densità o il materiale utilizzato per gli strati superiori dei supporti, vicino alla superficie della parte. Ciò crea alcune possibilità uniche, come passare a un materiale di supporto dissolvente vicino alla superficie del pezzo per una rimozione più facile.

Molte stampanti 3D richiedono una base stampata per proteggere il primo strato della stampa e la versione 4.0 include un design completamente nuovo di questa base , offrendo la stessa rimozione che i clienti amano con le strutture di supporto di Simplify3D. Un nuovo algoritmo di costruzione della base riduce la quantità di filamenti utilizzati e poi scartati, spesso risparmiando il 50% del filamento e fino al 40% del tempo di stampa che sarebbe stato assegnato per il supporto utilizzando i metodi precedenti.

Altre aggiunte nella versione 4.0

La versione 4.0 comprende anche molte richieste di funzioni che sono state ispirate dalla comunità come gli aggiornamenti dell’anteprima animata Simplify3D che mostra una simulazione dell’estrusore poiché definisce ogni singola linea di plastica, un algoritmo di bridging completamente nuovo, strumenti di semplificazione delle mesh migliorate, nuovi Doppie opzioni di estrusione, ecc.

L’azienda punta anche verso la compatibilità universale, garantendo che il suo software sia compatibile con gli ultimi  hardware di stampa 3D. Simplify3D ha collaborato con aziende di stampa 3D e fornisce traduzioni multilingue per il software, consentendo al software di supportare la clientela di stampa 3D in tutto il mondo.

Be the first to comment on "Nuovo Simplify3D versione 4.0"

Leave a comment