Naso artificiale stampato in 3D per rilevare il gas

I ricercatori della University of British Columbia creano “naso artificiale” stampato in 3D per rilevare il gas

Un “naso artificiale” in grado di rilevare vari gas è stato stampato in 3D presso il campus dell’Università della British Columbia di Okanagan. Il naso è un organo potente; permette agli uomini di odorare il cibo da grandi distanze, ci avverte di veleni e fumo e di carne putrefatta, e ci aiuta persino a memorizzare e ricordare i ricordi. Replicare il naso sarebbe un grande passo avanti ei ricercatori dell’UBC faranno parte del sistema con un rilevatore di gas microfluidico stampato in 3D.

La professoressa Mina Hoorfar ha approfondito l’importanza del naso: “Il nostro naso influenza in modo significativo la qualità della nostra vita e aiuta a rilevare i gas tossici nell’ambiente, a riconoscere il fuoco, a rovinare il cibo o a innescare ricordi. è stato interesse a sviluppare dispositivi in ​​grado di imitare i sistemi di olfatto umano “.

Il loro dispositivo è stato creato presso l’Advanced Thermo-Fluidic Laboratory di UBC Okanagan con la stampa 3D di due minuscoli canali e quindi rivestendo ciascun canale con un materiale diverso in modo da avere diverse idrofobicità. Quando vari gas come il metanolo e l’esano viaggiano attraverso i canali, interagiscono con ciascun canale distintamente prima di uscire, e la differenza tra queste interazioni può essere misurata, mappata e quindi utilizzata per dedurre quale gas sta viaggiando attraverso i canali.

“I gas interagiscono in modo diverso con il rivestimento del canale e questo è il motivo per cui è chiamato” come si dissolve “, ha spiegato il dottorando Mohammad Paknahad che ha guidato il progetto.” La nostra ricerca dimostra che questi rilevatori a basso costo possono essere personalizzati per diversi applicazioni pur mantenendo accuratezza e precisione. “

I rilevatori di gas sono in circolazione da un po ‘di tempo. Un formato popolare è l’etilometro in ogni auto della squadra che prova per l’alcol. Ma i sistemi attuali sono sia specializzati che costosi, e il dispositivo UBC non è né l’una né l’altra cosa. “Esistono molti esempi di sistemi altamente accurati”, ha affermato Hoorfar. “Tuttavia, nonostante la loro accuratezza, le dimensioni e il costo di questi sistemi ne limitano l’applicabilità nella rilevazione di composti organici volatili in numerose applicazioni che richiedono dispositivi portatili e di facile utilizzo.I nostri dispositivi offrono un’alternativa piccola, poco costosa e altamente accurata. “

Vi è una miriade di applicazioni aperte al “naso” stampato in 3D, dal controllo di qualità nella lavorazione degli alimenti al monitoraggio ambientale. Hoorfar spera che l’accessibilità avvantaggi le comunità a livello locale, sottolineando che “questo ha il potenziale di cambiare il modo in cui i comuni e le utility conducono il loro monitoraggio”. Indipendentemente dalle loro decisioni di marketing, i loro sforzi di miniaturizzazione potrebbero trarre vantaggio dalla collaborazione con i ricercatori UMD che di recente hanno stampato il più piccolo circuito fluidico 3D .

Be the first to comment on "Naso artificiale stampato in 3D per rilevare il gas"

Leave a comment