Nasa e Star Trek insieme per un concorso di stampa 3d per bambini Future Engineers il tema è il replicatore dei film e telefilm

La NASA e  Star Trek lanciano il guanto della sfida Replicator riservato ai bambini

Si tratta di un confronto inevitabile. La stampa 3D richiama subito il replicatore di Star Trek anche se non ancora arrivato il momento in cui una stampante 3d obbedisce ad un semplice ordine vocale e replica qualsiasi cosa solo ricomponendone gli atomi . Ma al confronto non ci si può sottrarre. Con una stampante 3D già installata nella Stazione Spaziale Internazionale (21 attrezzi di plastica già stampati in 3D!). La tecnologia sta sicuramente dirigendosi verso un futuro alla Star Trek. Anche se questo è molto molto lontano, la NASA sta già cercando di allevare una futura generazione di ingegneri e astronauti. In collaborazione con la Fondazione American Society of Mechanical Engineers (ASME)  e con la licenziataria della Paramount per Star Trek : il loro obiettivo è quello di instillare nei ragazzi l’interesse per i viaggi nello spazio e nella stampa 3D. Per farlo, hanno lanciato Il contest  Star Trek Replicator , dove i bambini possono progettare in 3D degli oggetti stampabili da usare per mangiare e bere  potranno essere oggetti commestibili o oggetti d’uso . “Chiamare tutti cadetti della Flotta Stellare!”

La sfida è stata appena annunciato all’ Intrepid Air and Space Museum di New York, che ospita tra l’altro una portaerei  in pensione. La sfida è rivolta a tutti i bambini dalla scuola materna al 12 ° grado, che possono sviluppare i propri progetti 3D stampabili – per oggetti  come coltelli, piatti, contenitori e apparecchiature  e cibo – come credono potranno saranno utilizzati nello spazio entro il 2050.

Questa è la terza sfida ‘Future Engineers’ lanciata dalla Fondazione ASME e, come le precedenti edizioni, punta al percorso e alle idee dei giovani. Il primo concorso Future Engineers lanciato nella primavera del 2014  ha chiesto agli studenti di progettare uno strumento che potesse essere stampato in 3D nello spazio. Il secondo concorso è stato chiamato il “Space Container Challenge” e ha avuto luogo nell’autunno del 2015, per il quale i partecipanti hanno progettato un contenitore di stampa 3D. Fortunatamente, la stampa 3D unisce una tecnica molto concreta e allo stesso tempo utile alle applicazioni spaziali reali. Per rendere la concorrenza più equa per i bambini, ci sono anche premi speciali per tutte le età.

Il concorso durerà fino al 1 ° maggio e ci sono alcuni fantastici premi in palio. I vincitori avranno in premio  un viaggio a New York per visitare l’ Intrepid Air and Space Museume potranno fare l’esperienza  “Starfleet Academy”, e potranno anche visitare lo Space Shuttle Enterprise con un astronauta della NASA come guida. Inoltre, i quattro finalisti di ogni gruppo di età otterranno una stampante 3D in dono alla loro scuola, mentre i 10 semifinalisti potranno  ottenere un pacchetto premio della NASA e del Made in Space. I vincitori saranno annunciati il ​​5 luglio.

Per questa edizione del progetto Future Engineers, gli studenti saranno incoraggiati ad essere più avventurosi e a usare al limite la loro immaginazione. L’unica regola è che lo strumento di stampa 3D dovrebbe aiutare gli astronauti a mangiare pasti nutrienti in futuro. Le voci possono quindi consistere in utensili, contenitori, unità di smaltimento – tutto quello che si può pensare. Anche le tazze da tè. Fintanto che possano  essere fabbricati nello spazio. “La sostenibilità sarà un aspetto critico delle missioni spaziali di lunga durata”, ha detto Niki Werkheiser, Space Manager  della NASA, “e richiederà la produzione di tecnologie per creare tutti gli elementi di cui avranno bisogno i nostri futuri astronauti , in modo off earth fuori dal nostro pianeta”.

Be the first to comment on "Nasa e Star Trek insieme per un concorso di stampa 3d per bambini Future Engineers il tema è il replicatore dei film e telefilm"

Leave a comment