Nanochon dispositivo medico impiantabile (IMD) che replica la cartilagine

Molte conferenze sulla stampa 3D di questi tempi hanno qualcosa in comune – una competizione di alcune tipi di start-up. Queste competizioni sono spesso un punto culminante delle conferenze in quanto mettono in risalto le giovani aziende promettenti che arrivano nel settore, oltre a dare a quelle società una spinta sotto forma di finanziamenti per gli investimenti. Alla recente conferenza 3DHEALS di aprile, una startup chiamata Nanochon  è arrivata al primo posto dopo aver consegnato la propria offerta a un gruppo di investitori tra cui  GE Ventures ,  Asimov Ventures ,  Digital Industrialist e altri.

Nanochon è stata fondata nel 2016 dal dott. Ben Holmes e dal dott. Nathan Castro, che all’epoca lavoravano entrambi su nuove strategie per l’ortopedia. Il Dr. Castro stava studiando nuovi materiali candidati per la crescita cellulare e ha visto il potenziale nel poliuretano nanostrutturato (nPU) come sostituto della cartilagine grazie alle sue uniche proprietà chimiche e fisiche, che gli consentono di supportare la rapida crescita delle cellule staminali e la formazione dei tessuti. Il Dr. Holmes stava esplorando le strategie per aumentare i materiali sperimentali esistenti per soddisfare le esigenze cliniche e ha scoperto che l’nPU stampato in 3D ha proprietà meccaniche simili alla cartilagine e può supportare la crescita ossea vascolarizzata, essenziale per l’integrazione di qualsiasi impianto articolare e il suo successo clinico.

I fondatori hanno lavorato insieme per creare un nuovo tipo di impianto cartilagineo in grado di sostituire la cartilagine persa a breve termine e fondersi con il corpo a lungo termine, migliorando i risultati dei pazienti. L’impianto è mirato ai pazienti con lesioni al ginocchio più giovani e più attivi. In genere, con meno di 55 anni, questi pazienti spesso desiderano tornare ad attività più faticose e presentare opzioni di trattamento insoddisfacenti per una serie di motivi che hanno a che fare con l’invasività, le complicazioni o la generale mancanza di efficacia, in particolare a lungo termine.

Il dispositivo medico impiantabile (IMD) di Nanochon è stampato in 3D da un nuovo materiale sintetico nanostrutturato che replica in modo efficace la cartilagine vera. Promuove la crescita e la guarigione dei nuovi tessuti, consentendo ai pazienti di avere un recupero più breve e più completo e può essere impiantato artroscopicamente, che è molto meno invasivo rispetto ad altri tipi di chirurgia. Attualmente, gli impianti sono stati progettati per il trattamento di lesioni di cartilagine di dimensioni critiche sulla superficie articolare del ginocchio; Alla fine, Nanochon prevede che vengano usati per trattare lacrime, lesioni sportive, artrosi ad insorgenza precoce e altre forme di perdita della cartilagine a tutto spessore.

Sin dalla sua fondazione, Nanochon è cresciuta notevolmente rapidamente. L’azienda ha completato i test di sicurezza e una prova di studio del concetto utilizzando un prototipo per il trattamento di lesioni di cartilagine di grandi dimensioni negli animali.

“Nanochon è stata fondata nel 2016 ma da allora siamo stati in grado di passare da un interessante esperimento scientifico a una dimostrazione dimostrativa di dimostrazione concettuale pre-clinica, che ci ha permesso di passare rapidamente ai test clinici”, ha detto il dottor Holmes a 3DPrint.com . “Penso che sia un testamento di ciò che un potente strumento di stampa 3D può essere, sia per le nuove applicazioni in medicina / industria sia per la capacità di testare e iterare rapidamente.”
Recentemente a Nanochon è stata assegnata una fase I SBIR dalla National Science Foundation, e sta pianificando di intraprendere uno studio umano nel 2019. Oltre ai pazienti umani, la tecnologia di Nanochon può essere applicata anche alle lesioni equine, ma sia a livello umano che a cavallo, i pazienti possono trarre beneficio da un recupero più veloce, un trattamento meno costoso e una guarigione complessiva più efficace e permanente grazie a questa innovativa startup.

Be the first to comment on "Nanochon dispositivo medico impiantabile (IMD) che replica la cartilagine"

Leave a comment