Nano Dimension cresce come fatturato ma l CEO della società, Amit Dror, ha dichiarato di essere “deluso” dal risultato Simon Fried , CBO e co-fondatore di Nano Dimension, si è dimesso dal suo ruolo esecutivo e forse taglia del 20% i dipendenti

La società di stampa 3D israeliana Nano Dimension ha riportato i risultati preliminari per il secondo trimestre e la prima metà del FY2019. Sempre soggette a potenziali cambiamenti a fine periodo di rendicontazione finanziaria e post-revisione, le entrate dovrebbero essere tra $ 1 milione e $ 1,2 milioni per Q2 2019, rispetto a $ 1 milioni nel Q2 2018. Per il primo semestre del 2019, la società si aspetta un fatturato entro la regione di $ 2,7 milioni e $ 2,9 milioni, rispetto alla prima metà del 2018, che ha registrato un fatturato di $ 1,7 milioni.

Nonostante l’aumento delle entrate previsto nel primo semestre 2019 rispetto al primo semestre 2018, i risultati riportati sono ancora al di sotto delle aspettative del management e il CEO della società, Amit Dror, ha dichiarato di essere “deluso” dal risultato. “La società ha intrapreso diverse azioni per cambiare la situazione”, ha aggiunto Dror in una dichiarazione.

“CREDO CHE NELLA SECONDA METÀ DEL 2019 PRESENTEREMO RISULTATI MIGLIORI.”

In un aggiornamento aziendale una delle azioni descritte da Dror è la decisione di tagliare le spese operative rendendo ridondante circa il 20% del personale attuale. Questa mossa sosterrà il lancio di una nuova stampante 3D nella famiglia DragonFly nelle prossime settimane. Nell’ambito della limatura alla Borsa di Tel Aviv, la società ha anche deciso di mantenere Stifel, società di investment banking americana, come consulente per condurre una revisione delle alternative strategiche.

In un ulteriore movimento Simon Fried , CBO e co-fondatore di Nano Dimension, si è dimesso dal suo ruolo esecutivo, sebbene abbia intenzione di rimanere nel Consiglio di amministrazione.

Nano Dimension è stata fondata nel 2014 e ha sede a Ness-Ziona Science Park, in Israele. La sua prima stampante 3D PCB DragonFly 2020 è arrivata sul mercato nel 2017 e da allora l’azienda ha aggiornato questo modello con DragonFly 2020 Pro più grande . Negli ultimi anni, l’azienda ha stipulato diversi accordi con aziende e uffici di servizi per sbloccare le potenziali applicazioni della sua tecnologia. Più recentemente, nel giugno 2019, la società ha confermato un contratto con gli specialisti tedeschi della tecnologia dei sensori Hensoldt per accelerare il ciclo di sviluppo del prodotto dell’azienda . Nel novembre 2018, la società ha anche presentato un deposito SEC con la speranza di raccogliere $ 28,8 milioni in finanziamenti per contribuire a finanziare la sua crescita in corso.

Continuando a concentrarsi sull’adozione Dror ha dichiarato che “l’unico scopo” delle prossime mosse della società sarà quello di espandere “i casi di utilizzo dei clienti dalla prototipazione alla produzione”, una mossa prevista da Fried che ha descritto, in una precedente intervista con 3D Printing Industry , il le somiglianze tra la genesi del polimero e la stampa 3D del metallo fino a dove ora è la stampa 3D elettronica. “Esiste una narrativa esistente per l’adozione di polimeri e metalli AM nello spazio meccanico”, ha commentato Fried, “negli ultimi 10/15 anni la stampa 3D si è evoluta da una tecnologia innovativa a un indispensabile motore di innovazione nelle industrie che non hanno” ho visto cambiamenti trasformazionali da decenni ”

“QUESTO STESSO PERCORSO È IN CORSO PER L’INDUSTRIA ELETTRONICA”.

Una delle prime azioni realizzate da Nano Dimension sarà il lancio di una nuova stampante 3D. Secondo Dror, il nuovo sistema è stato in sviluppo presso Nano Dimension per l’anno passato “in stretta collaborazione con clienti selezionati”.

Sebbene non siano stati ancora forniti dettagli precisi, “questa nuova stampante 3D”, aggiunge Dror, “offre miglioramenti sostanziali delle prestazioni e funzionalità mission critical sviluppate in risposta diretta alle esigenze dei clienti.” Inoltre, afferma: “Il nuovo sistema è dovrebbe aumentare significativamente il valore per i nostri clienti esistenti e mirati e alimentare ulteriore crescita dei ricavi mentre espandiamo il nostro universo di utenti finali e casi d’uso. “

Nel secondo trimestre del 2019 Nano Dimension ha venduto cinque stampanti DragonFly 3D, portando le vendite totali per il 2011 fino a dodici. In tutto il mondo, l’azienda ha fino ad oggi venduto un totale di quarantatre stampanti DragonFly 3D. La società ha chiuso il secondo trimestre del 2019 con circa 5,2 milioni di dollari in contanti sul suo bilancio, attribuibili principalmente a un aumento delle scorte.

Per quanto riguarda la revisione delle alternative strategiche, la società ha rilasciato una dichiarazione in cui si afferma: “Non è possibile garantire che l’esplorazione di alternative strategiche comporterà una transazione. La società non ha fissato un calendario per la conclusione della sua revisione delle alternative strategiche e non intende commentare ulteriormente. “

Concludendo l’ultimo aggiornamento aziendale della società, Dror ha aggiunto: “Riteniamo che le azioni combinate che abbiamo preso posizionino i prodotti e la struttura dell’azienda per una crescita sostenibile”,

“CREDIAMO FORTEMENTE NELLA NOSTRA TECNOLOGIA, CHE NON È SECONDA A NESSUNO, E NEI CAMBIAMENTI DIROMPENTI STA CONDUCENDO NEL SETTORE DELL’ELETTRONICA”.

Be the first to comment on "Nano Dimension cresce come fatturato ma l CEO della società, Amit Dror, ha dichiarato di essere “deluso” dal risultato Simon Fried , CBO e co-fondatore di Nano Dimension, si è dimesso dal suo ruolo esecutivo e forse taglia del 20% i dipendenti"

Leave a comment