MX3D ad Amsterdam completato il primo ponte in acciaio stampato interamente in 3D

Amsterdam è nota per la sua architettura storica, i canali e i ponti, ma anche per le sue prospettive lungimiranti e l’innovazione tecnologica, e un recente progetto di stampa 3D vedrà presto valorizzati entrambi questi lati del suo carattere. La compagnia olandese MX3D ha completato il primo ponte in acciaio stampato interamente in 3D. In precedenza abbiamo riferito degli innovativi progetti stampati in 3D del co-fondatore di MX3D, Joris Laarman , e questo ponte è l’impresa più ambiziosa della società finora. Dovrà essere installato nel famoso quartiere a luci rosse della città, sul canale Oudezijds Achterburgwal.

Il ponte è lungo 40 metri ed è stato stampato in 3D in una struttura MX3D più grande al di fuori di Amsterdam, prima di essere spedito nel laboratorio principale nel nord della città. Il piano iniziale era di stampare in 3D l’intera cosa in posizione a mezz’aria, utilizzando bracci di stampa 3D robotici personalizzati sospesi sul canale per costruire gradualmente strutture di supporto al di sotto e attraversare. Per quanto questa possibilità fosse eccitante, il progetto è stato infine abbandonato a causa delle preoccupazioni relative al controllo dell’ambiente e alle interferenze dei pedoni. Dopo alcuni altri problemi iniziali e ritardi per questo pionieristico progetto di ponti stampati in 3D , ora è completamente finito.

La tecnologia di stampa 3D non è l’unico aspetto all’avanguardia di questo straordinario nuovo progetto. Per garantire la sicurezza e le prestazioni ottimizzate di questo e di altri ponti, la struttura in acciaio stampata in 3D sarà dotata di una serie di sensori che ritrasmetteranno informazioni importanti ai progettisti e agli ingegneri. Questo ponte “intelligente” monitorerà la sua salute, registrerà il numero di persone che lo attraversano e le loro velocità e prenderà misure di cose come la dispersione del peso e la qualità dell’aria. Un modello di ponte ‘digitale gemello’ sarà inoltre creato dai dati raccolti, consentendo di confrontare e adattare i progetti futuri di conseguenza.

Alcuni dettagli finali saranno ora applicati alla struttura in acciaio stampata in 3D, principalmente l’aggiunta di un ponte in acciaio, che fungerà da passerella che permetterà ai pedoni di utilizzare effettivamente il ponte. Devono essere applicati anche cappotti protettivi per proteggere il ponte dagli elementi.

“Giovedì scorso abbiamo testato il ponte con 30 persone, e andava bene. Si comporta come un ponte come dovrebbe “, dice il co-fondatore di MX3D, Gijs van der Velden. “Con il ponte sul tetto, sarà ancora più forte.”

Oltre ad essere un progetto unico nel suo genere, l’estetica del ponte è anche relativamente unica. Il suo design è organico e simile al tessuto, con molte curve, e la superficie del ponte è stata lasciata non piegata dopo la costruzione. Ciò significa che i molti diversi strati di acciaio depositato dal processo di stampa 3D sono visibili, conferendogli una finitura ruvida e insolita.

“Se guardi il ponte proprio adesso nel nostro laboratorio è molto strano”, ha detto Laarman a Gizmodo . “È un po ‘come essere in una storia di fantascienza perché sembra molto diverso da tutto il resto. Lavoriamo in un cantiere altamente industriale in cui tutto è di forma geometrica, ma questo ponte non ha una linea retta “.

In collaborazione con Arup e l’Imperial College di Londra, MX3D sta effettuando una serie di test sul ponte, oltre a creare spirali per entrambe le estremità per sistemarlo sul posto. La città di Amsterdam sta attualmente lavorando per migliorare i muri intorno al 15 ° secolo lungo il canale che il ponte sarà attraversando, e il ponte stampati 3D saranno installati una volta che queste sono completi.

Be the first to comment on "MX3D ad Amsterdam completato il primo ponte in acciaio stampato interamente in 3D"

Leave a comment