MPA, NAMIC e SSA alle seconda fase del programma per l’industria navale

MPA, NAMIC e SSA lanciano la prossima fase del programma congiunto dell’industria sulle parti marine
Le domande di iscrizione sono accettate fino al 6 aprile 2020 (1800 ore)

Le attività marittime sono ad alta intensità di capitale e i tempi di inattività sono costosi. La sostituzione di pezzi di ricambio marini coinvolge molti attori della catena di approvvigionamento e può essere costosa in termini di inventario, logistica e costo dei pezzi di ricambio (specialmente per pezzi obsoleti). Per questi motivi, tre importanti organizzazioni di Singapore, come il cluster AM locale ( NAMIC ), l’autorità portuale (MPA) e l’associazione marittima, stanno unendo i loro sforzi per sviluppare AM per le parti marine nell’industria marittima.

Singapore ha uno dei porti più trafficati del mondo ed è un importante hub per la fornitura di parti marine, a supporto di un ecosistema diversificato di compagnie di navigazione e compagnie marittime. Tuttavia, ci sono sfide nell’acquisizione di parti marine e queste includono costi di trasporto e di inventario elevati, tempi di consegna lunghi e parti obsolete che sono difficili da trovare. Queste sfide potrebbero essere potenzialmente superate mediante l’adozione di AM, che è un fattore chiave per flussi di lavoro più digitali, connessi e più snelli. AM, usato come leva, potrebbe potenzialmente rafforzare la posizione di Singapore come porto globale e destinazione unica, nonché un hub per la produzione digitale.

L’obiettivo del JIP è stabilire la fattibilità commerciale, la fattibilità tecnica e i requisiti normativi alla base dell’utilizzo dell’AM per le parti marine. Mira anche a evidenziare le sfide e le opportunità chiave nella distribuzione di AM per parti marine, inclusi i processi di approvazione, qualificazione e certificazione richiesti dalle società di classificazione. Il JIP potrebbe potenzialmente realizzare ulteriori progetti di sviluppo tra attori del settore interessati, fornitori di tecnologia e società di classificazione desiderosi di sviluppare competenze e strutture in materia di test, qualifiche e certificazioni AM.

AM per parti marine
Partner del JIP Fase Uno.
La fase 1 di questo JIP è stata completata nell’ottobre 2019 e il rapporto finale è disponibile qui (https://www.mpa.gov.sg/web/wcm/connect/www/99a3720f-abfc-4b07-9c9b-467220c1000a/Additive+Manufacturing+Market+Feasibility+Study_Public+Version.pdf?MOD=AJPERES&id=1572312102868).

Nell’ambito della Fase 1, un database consolidato di quasi 600.000 ordini di parti marittime, basato sulle informazioni condivise dai partner JIP, è stato messo insieme attraverso una serie di sondaggi, workshop e interviste sulla raccolta dei dati, prendendo in considerazione le condizioni del mercato locale e i partner preoccupazioni. Successivamente, sono stati selezionati 100 pezzi di ricambio marittimi comuni, basati su vari driver commerciali come proposta di valore, frequenza della domanda, portafoglio di inventario e tempi di consegna; questi rappresentano un forte potenziale commerciale per le nuove tecnologie. I risultati sono stati quindi ulteriormente convalidati con i partner JIP attraverso sondaggi e interviste. Questo processo iterativo ha permesso al team di ricerca di formulare una metodologia per la selezione dei più importanti pezzi di ricambio marini per AM in base alla loro fattibilità commerciale.

La prima parte del JIP ha stabilito la direzione per ulteriori ricerche che potrebbero concentrarsi sulla raccolta e l’analisi dei dati da un ampio pool di aziende membri SSA per identificare molte più migliaia di pezzi di ricambio marittimi che potrebbero essere commercialmente fattibili per produrre attraverso la rotta AM che risolvere una varietà di problemi operativi della nave, quali tempi di fermo della nave non garantiti e obsolescenza delle attrezzature a causa dell’indisponibilità dei pezzi di ricambio.

L’assunto di base è che la tecnologia AM svolgerà un ruolo fondamentale nel raggiungimento di un’industria marittima più produttiva e sostenibile nei prossimi 10-20 anni. L’innovazione dei materiali e l’innovazione del design delle parti marine saranno importanti per offrire maggiore valore. Quindi ora è giunto il momento per la Fase 2. Le società di classificazione interessate oi fornitori di tecnologia AM possono presentare proposte per partecipare come leader del consorzio del settore. I dettagli per JIP Phase 2 sono disponibili in questo documento . Il secondo invito a presentare proposte mira a riunire i principali attori del settore lungo la catena del valore per mostrare il potenziale della tecnologia AM per le parti marittime e / o marittime stampando e certificando le parti e installandole a bordo delle navi.

Be the first to comment on "MPA, NAMIC e SSA alle seconda fase del programma per l’industria navale"

Leave a comment