Micro Factory la proposta di Opendot e Wasp al Materials Village

Opendot e Wasp al Materials Village con Micro Factory una svolta epocale nelle costruzioni urbanistiche , almeno questa è l’ispirazione, con l’intento di far ritornare la ” fabbrica ” nella cintura urbana

COMUNICATO STAMPA

In occasione della Design Week Opendot e WASP presentano MICRO FACTORY – Smart Manufacturing for a Smart City, all’interno della mostra-evento “New Materials for a Smart City” promossa da Material ConneXion.
Il progetto si inserisce all’interno della cornice di Materials Village, una panoramica sulle frontiere dell’innovazione materiale per la creazione della città intelligente.

Le città, per diventare smart, hanno bisogno di risolvere il conflitto che da tempo hanno con la produzione industriale: i prodotti vengono commercializzati, utilizzati e dismessi in città, ma la produzione avviene al di fuori di esse, spesso lontano.
Oggi diventa cruciale ripensare ad un sistema nuovo, in grado di rendere accessibile a tutti non solo la progettazione e il co-design, ma soprattutto la produzione di beni e servizi per i cittadini e le città.

La produzione deve tornare nelle città, vicino a chi la fruisce, per rendere i cittadini protagonisti del processo produttivo e le città via via sempre più autosufficienti.
Questo cambiamento è possibile solo attraverso oggetti intelligenti progettati localmente per risolvere problemi specifici attraverso tecnologie avanzate.

MICRO FACTORY vuole essere un progetto pilota della Industry 4.0, uno Smart Lab temporaneo per produrre localmente oggetti on demand.

Manifattura digitale, aperta e accessibile, dove protagonista sarà la DeltaWASP 3MT, stampante 3D in grado di stampare oggetti fino ad 1 metro cubo di volume, una tecnologia innovativa che sta progressivamente ampliando il ventaglio di possibilità progettuali: non più solo oggetti, ma arredi, allestimenti, strumenti e accessori per i più svariati ambiti, dallo sport all’agricoltura.

Produzioni digitali, sperimentazioni tecnologiche e progetti parametrici per affrontare problemi locali: dall’accessibilità, al green indoor/outdoor, dall’ottimizzazione meccanica dei pezzi, all’integrazione della tecnologia negli oggetti di uso quotidiano.

Non ci sarà Smart City senza Smart Manufacturing.

Opendot è un FabLab aperto e accessibile a tutti, è uno spazio per l’innovazione, che si genera grazie alla ricerca e alla sperimentazione, all’utilizzo di nuove tecnologie di prototipazione rapida e fabbricazione digitale, in una modalità aperta e condivisa. Opendot muove valore da chi lo crea a chi lo sta cercando, innesca processi di ricerca e sviluppo trasversali, aperti e multidisciplinari per un progresso sociale collettivo. Offre consulenza ad aziende, fondazioni, università, enti pubblici e privati; sviluppa percorsi progettuali e programmi formativi ad alta complessità, che hanno nell’innovazione il loro tratto caratteristico.

Opendot è stato fondato nel 2014 da dotdotdot, studio di progettazione multidisciplinare che dal 2004 fonde arte, architettura, allestimento e design contaminandoli con nuove tecnologie e nuovi media.

WASP produce stampanti solide professionali con l’intento di incentivare uno sviluppo sostenibile
e l’autoproduzione. Il primo passo nella storia produttiva del gruppo è stato lo sviluppo della PowerWasp, a seguire è stata creata la linea DeltaWasp. Il ricavato dalla vendita delle stampanti viene investito nella ricerca nell’ambito di materiali ecosostenibili e funzionali, di sistemi innovativi e nello sviluppo di progetti integrati. Nella prospettiva di una rivoluzione produttiva che apporti un benessere di uso, l’obiettivo di WASP oggi è costruire case a km0.

Be the first to comment on "Micro Factory la proposta di Opendot e Wasp al Materials Village"

Leave a comment