Metalysis e il progetto per lo sviluppo di una nuova lega di alluminio-scandio per la stampa 3D

Circa un anno fa, Metalysis ha  firmato un progetto incentrato sullo sviluppo di una nuova lega di alluminio-scandio per la stampa 3D. La domanda di leghe forti come l’alluminio-scandio è in aumento, in particolare nel settore automobilistico e aerospaziale, ma lo scandio è costoso, infatti può triplicare i costi di produzione. È anche un po ‘scarso, estratto come sottoprodotto con poca sicurezza di approvvigionamento. Metalysis ha aderito al progetto l’anno scorso per concentrarsi su questi due aspetti: costi e mancanza di offerta.

Uno dei motivi per cui lo scandio è in forte domanda per l’industria automobilistica e aerospaziale è che è estremamente leggero. Gli aerei leggeri e le automobili sono stati una priorità tra i produttori, in quanto il peso ridotto significa minori costi, oltre a prestazioni più elevate con un impatto ambientale inferiore. Lo scandio accessibile e accessibile potrebbe fare una grande differenza nel ridurre le emissioni di aeroplani e automobili.

Questa settimana, Metalysis ha fornito un aggiornamento su come sta andando il progetto. L’azienda sta utilizzando la sua tecnologia elettrochimica modulare per produrre un’aggiunta di materie prime ricca di scandium, che supporta la produzione di leghe madri. Questo processo può produrre una grande varietà di leghe in polvere a costi inferiori, e in modi più rispettosi dell’ambiente, rispetto ai processi di fusione tradizionali.

In H2 2017, la Fase I del progetto ha avuto luogo, coinvolgendo attività di prova del principio utilizzando la tecnologia di generazione 1 di Metalysis, che ha prodotto con successo l’aggiunta di materie prime in lega AlSc. La lega è più di 15 volte più alta nel tenore di scandio rispetto alla lega madre dello scandio al 2% attualmente disponibile ed è stata prodotta a un costo inferiore. In H1 2018, durante la fase II, Metalysis ha iniziato a qualificare l’ossido di scandio per produrre le materie prime in lega AlSc da nuove fonti. Questo è uno sforzo per affrontare problemi di produzione e fornitura globali.

Per continuare a farlo nella seconda metà del 2018, Metalysis ha accettato un nuovo partner per il progetto. Australian Mines  è un produttore e fornitore di metalli per batterie e tecnologie e sta lavorando allo sviluppo di materiali cobalto-scandio-nichel per fonti di energia più pulite e più sostenibili. L’ossido di scandio proveniente dal progetto Sconi delle miniere australiane nel Queensland settentrionale sarà valutato e utilizzato per un’ulteriore produzione di alluminio-scandio.

Il programma di ricerca e sviluppo ha coinvolto diversi partner che lavorano con la tecnologia dell’ossido di scandio, lo scambio, la fornitura e lo sviluppo e la produzione di mine. Il programma si svolgerà presso il Centro di scoperta dei materiali di Metalysis nel South Yorkshire, Regno Unito, dove Metalysis conduce progetti commerciali con partner aziendali e università per produrre materiali avanzati che stanno diventando più richiesti in settori come l’industria automobilistica, la produzione avanzata e la produzione additiva.

Il programma andrà a beneficio anche del centro di produzione di materiali di Metalysis, anch’esso nel South Yorkshire. Lo stabilimento di produzione industriale “Generation 4” della società si trova qui. La struttura modulare di Generazione 4 si basa sulle generazioni dalla 1 alla 3 della tecnologia di Metalysis in grado di produrre centinaia di tonnellate di leghe speciali in polvere. La produzione commerciale di Generation 4 inizierà più tardi nel 2018 e un potenziale prodotto di lancio sarà la lega di alluminio-scandio.

Be the first to comment on "Metalysis e il progetto per lo sviluppo di una nuova lega di alluminio-scandio per la stampa 3D"

Leave a comment