Metallum3D al beta test per il suo filamento in acciaio inossidabile 316L

METALLUM3D INIZIA UN PROGRAMMA DI TEST BETA PER IL FILAMENTO IN ACCIAIO INOSSIDABILE 316L

Metallum3D , una FDM 3D di Charlottesville e produttore di filamenti metallici, ha annunciato un programma di beta test per il suo filamento in acciaio inossidabile 316L che supporterà la piattaforma 3D metal su richiesta di Metallum3D.

Nelson Zambrana, CEO di Metallum3D, ha dichiarato: “Il nostro materiale in filamento 316L in acciaio inossidabile da 1,75 mm ha un contenuto di metallo del 91,7% in peso o del 61,5% in volume pur mantenendo una flessibilità sufficiente per un diametro di curvatura minimo di 95 mm (3,75 pollici). La combinazione dell’elevato carico di metallo e della flessibilità dei filamenti è stata una dura sfida di sviluppo del materiale che ci ha messo oltre un anno a risolvere “.

Fondata nel 2016, Metallum3D mira a fornire “più accesso a materiali e servizi di stampa 3D in metallo a prezzi accessibili”. La società è finanziata da un fondo di investimento in fase iniziale denominato CIT GAP Funds , una divisione del Center for Innovative Technology (CIT).

Il filamento metallico di Metallum3D è costituito da polveri di metallo per stampaggio a iniezione a basso costo che utilizzano il polimero come soluzione legante. Una volta che la parte è stata creata utilizzando una stampante FDM / FFF, viene quindi posizionata nel forno di essiccazione a microonde Metallum3D per la sinterizzazione che produce una parte metallica solida.

I filamenti metallici Metallum3D possono essere stampati in 3D su qualsiasi macchina standard FDM / FFF a condizione che abbia un ugello in acciaio temprato per resistere all’abrasione e un letto riscaldato. Attualmente, la dimensione delle parti metalliche è limitata a 10 x 10 x 8 pollici (XYZ), che è il volume della fornace a microonde di Metallum3D.

Per ottenere una parte in metallo solido utilizzando la tecnologia Metallum3D, i clienti devono acquistare il filamento metallico, stampare la parte 3D (un oggetto verde) e inviarlo a Metallum3D, che utilizzerà la sua tecnologia di sinterizzazione a microonde per rimuovere il debinder e ottenere una parte metallica.

Per le parti di uso finale, la stampa 3D in metallo ha mostrato un grande potenziale in quanto forme creative e complesse possono essere fabbricate con stampanti 3D. Tuttavia, la stampa 3D in metallo rimane costosa a causa del prezzo delle macchine, in particolare delle macchine laser e del costo della polvere metallica specializzata.

Aziende come Desktop Metal , Markforged e Rapidia hanno infranto la barriera dei prezzi utilizzando la tecnologia FDM / FFF per la stampa di metalli. Le stampanti 3D in metallo FDM / FFF sono più economiche e possono offrire alcuni vantaggi rispetto ai sistemi di fusione a letto in polvere.

Inoltre, il più grande produttore di sostanze chimiche BASF ha recentemente introdotto il filamento di metallo Ultrafuse 316LX . Questo filamento può essere stampato in 3D su qualsiasi stampante FDM / FFF 3D standard e la parte verde può quindi essere debellata e sinterizzata per ottenere un oggetto 3D interamente in metallo.

La Virtual Foundry , con sede a Madison, WI, è stata una delle prime matrici nel campo dei filamenti ad alto contenuto di metallo. I prodotti Filamet dell’azienda sono disponibili in Tungsteno, Alluminio, Acciaio inossidabile 316L, bronzo e una vasta gamma di altri metalli, comprese le opzioni personalizzate.

Metallum3D, con Beta Test in corso per il filamento in acciaio inossidabile 316L, Metallum3D sta anche lavorando allo sviluppo di filamenti in acciaio inox 17-4 PH, H13 per utensili, bronzo e rame.

Il Beta Test Program è aperto fino al 31 luglio 2019 e attualmente viene offerto un prezzo di materiale da 150 bobine (0,5 kg) ad un prezzo scontato.

Be the first to comment on "Metallum3D al beta test per il suo filamento in acciaio inossidabile 316L"

Leave a comment