MesoScribe presenta MesoPlasma

L’ELETTRONICA STAMPATA IN 3D DI MESOSCRIBE GUADAGNA UNA SOVVENZIONE DI SVILUPPO DI $ 4,7 MILIONI DAL DOE

CVD MesoScribe Technologies Corporation , una sussidiaria della CVD Equipment Corporation di New York , insieme ad altri 4 collaboratori ha ricevuto $ 4,7 milioni per sviluppare la sua tecnologia di stampa 3D elettronica nell’ambito di un progetto guidato dalla Pennsylvania State University .

Il finanziamento è stato fornito dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti (DOE) Advanced Research Projects Agency-Energy (ARPA-E), e il particolare campo di interesse supportato dalla sovvenzione è l’integrazione di sensori stampati in componenti di turbina a gas stampati in 3D.

MesoScribe è il fornitore della tecnologia DWTS (Direct Write Thermal Spray) denominata MesoPlasma ™, che è in grado di stampare in 3D componenti elettronici sulla superficie di vari substrati. L’azienda offre questa funzionalità come servizio ai clienti (piuttosto che a un sistema) creando riscaldatori stampati, antenne conformi, cablaggio e sensori integrati. I mercati primari di MesoPlasma sono i settori aerospaziale, della produzione di energia, satellitare e della difesa, con il governo degli Stati Uniti tra i principali clienti di MesoScribe.

“La tecnologia di stampa di MesoScribe”, spiega Jeff Brogan, direttore delle vendite e del marketing di MesoScribe, “offre nuove opportunità per l’elettronica stampata in 3D e il rilevamento di ambienti difficili stampando i sensori direttamente su superfici conformi che sono robuste e in grado di misurare la temperatura, la deformazione e flusso di calore durante il funzionamento in ambienti estremi. “

In qualità di partner principale del progetto, Penn State ha svolto un ruolo fondamentale nel garantire la sovvenzione da ARPA-E e guiderà la ricerca presso il suo laboratorio di turbina termica di ricerca costante (START) . Altri partecipanti al progetto sono il Georgia Institute of Technology , il United Technologies Research Center e la Siemens Energy, che ha vinto un 3D Industry Industry Award per le sue pale di turbina stampate in 3D nel 2017.

Integrando i sensori nella struttura dei componenti delle turbine a gas stampate in 3D, i partner mirano a ridurre il costo per parte e aumentarne l’efficienza. La ricerca sarà correlata allo sviluppo di sensori avanzati di flusso di temperatura e calore per supportare i test del sistema di volo ipersonico . Si concentrerà in particolare sull’applicazione MesoPlasma ai materiali del sistema di protezione termica, compresi i compositi a matrice ceramica (CMC) che offrono un’elevata resistenza agli shock termici.

La professoressa Karen A. Thole, direttrice del laboratorio START e capo del dipartimento di ingegneria meccanica di Penn State, sottolinea: “Un importante ostacolo all’integrazione dei sensori nei componenti critici delle turbine a gas è la capacità di aderire a sensori accurati e affidabili.

“CON L’AVANZAMENTO DEI COMPONENTI DELLE TURBINE PER LA STAMPA DI METALLI ATTRAVERSO LA PRODUZIONE ADDITIVA, LA SFIDA DELL’INTEGRAZIONE DEI SENSORI DIVENTA ANCORA PIÙ IMPORTANTE PER LO SVILUPPO DI NUOVI MOTORI A TURBINA.

“Il team che abbiamo riunito per affrontare le sfide e le opportunità di integrazione dei sensori su componenti di turbine fabbricati in modo aggiuntivo porta importanti competenze e siamo entusiasti di lavorare insieme per affrontare le sfide.”

Be the first to comment on "MesoScribe presenta MesoPlasma"

Leave a comment