MELD la società sta collaborando con l’Army Research Lab ( ARL ) e l’ Università dell’Alabama

La MELD Manufacturing riceve sovvenzioni per la ricerca nel riciclaggio di parti di stampe 3D

Questa primavera, il produttore di sistemi e strumenti per la misurazione dei dati e del flusso aereo,  Aeroprobe Corporation, ha  annunciato il lancio della sua nuova controllata,  MELD Manufacturing Corporation , al fine di continuare il lavoro sul suo nuovo metodo di produzione additiva Friction Stir. Questa tecnologia, che può stampare componenti in metallo in 3D senza dover utilizzare i laser per fondere materiali, è in fase di sviluppo da oltre un decennio, e le cose hanno finalmente ripagato quando a MELD è stato assegnato l’ Innovation Award alla fiera RAPID + TCT di quest’anno in Texas.

MELD ha oltre una dozzina di brevetti per la tecnologia a atmosfera aperta, che può essere utilizzata per la stampa 3D, il rivestimento, l’unione e la riparazione di metalli e compositi a matrice metallica. Il processo si allontana dai problemi che si presentano con i materiali di fusione, poiché può costruire parti allo stato solido. L’apparecchiatura è scalabile e può essere utilizzata per stampare parti 3D molto più grandi di quelle ottenibili con processi simili.

Ora, stanno arrivando altre cose positive per MELD. La società sta collaborando con l’Army Research Lab ( ARL ) e l’  Università dell’Alabama , e le tre hanno appena ricevuto finanziamenti dal Programma di ricerca e sviluppo ambientale strategico ( SERDP ). Il finanziamento supporterà la ricerca preliminare del team sull’uso della tecnologia MELD per riciclare i rottami di campo di battaglia per le riparazioni e la produzione in un teatro di combattimento.

“La capacità di prendere i rottami del campo di battaglia e usarli in una base operativa avanzata per le riparazioni e altri processi produttivi sarebbe un tempo significativo e una capacità di risparmio dei costi. Le macchine MELD sono eccezionalmente capaci in quest’area in quanto possono depositare da più tipi di materie prime e non richiedono camere o vuoti speciali per il funzionamento. Altri processi spesso richiedono caratteristiche molto specifiche per le loro materie prime che non sono necessarie con il MELD “, ha dichiarato il CEO di MELD Manufacturing Corporation, Nanci Hardwick.
SERDP è un programma del Dipartimento della Difesacreato dall’Agenzia per la protezione dell’ambiente e dal Dipartimento dell’Energia  . Il programma cerca tecnologie che possano aiutare a mantenere la prontezza militare, riducendo al tempo stesso i costi generali e i rischi ambientali.

Questa ricerca innovativa è stata proposta come un modo per rispondere alla continua ricerca di metodi di produzione dell’esercito statunitense, come afferma MELD, “il punto di necessità”. MELD creerà campioni da rottami metallici forniti dall’ARL durante il progetto; i campioni saranno quindi inviati all’università e di nuovo in ARL per l’analisi.

All’inizio di questo mese, la MELD ha anche annunciato che la sua proposta di creare materiali leggeri ma resistenti per la produzione di veicoli da combattimento era stata scelta per la Fase I del xTechSearch dell’esercito  .

Hardwick ha dichiarato: “È entusiasmante prendere parte sia a XTechSearch che a questo progetto SERDP. Siamo orgogliosi della nostra tecnologia e siamo ansiosi di continuare a mostrare al mondo più modi in cui il MELD può risparmiare tempo e denaro riducendo al contempo l’impatto ambientale “.
Sia il progetto xTechSearch che i progetti SERDP esploreranno ulteriori applicazioni militari per il MELD e le sue tecnologie. Ma i due differiscono in alcuni modi importanti: il progetto finanziato da xTechSearch dimostrerà la capacità delle apparecchiature fieldable di utilizzare materiali indigeni o un flusso di rifiuti come materiali MELD grezzi, mentre il progetto SERDP cercherà e analizzerà le caratteristiche fondamentali dei depositi MELD realizzati da materie prime di scarto di metallo. Gli usi militari per la stampa 3D sono in corso da decenni. Alcune delle più interessanti ricerche di base e di commercializzazione in 3D sono in corso per volere delle forze armate statunitensi. Continueremo a vedere forti investimenti in applicazioni militari per la stampa 3D. La maggior parte dei militari moderni è logistica, riparazione, pezzi di ricambio e rispondendo ai nuovi sviluppi che la stampa 3D avrà un ruolo fuori misura in questi sviluppi. Realizzando in teatro un sacco di imballaggi e costi di spedizione saranno salvati mentre l’esercito può rispondere ai problemi del giorno aggiornando la propria attrezzatura.

Be the first to comment on "MELD la società sta collaborando con l’Army Research Lab ( ARL ) e l’ Università dell’Alabama"

Leave a comment