Materialise ha registrato una riduzione dei ricavi operativi di oltre il 20% durante il secondo trimestre del 2020

MATERIALISE I RICAVI DEL SECONDO TRIMESTRE DEL 2020 DIMINUISCONO DI OLTRE IL 20% NONOSTANTE LA CRESCITA DEL SOFTWARE

Materialise, fornitore belga di servizi di stampa 3D e software, ha registrato una riduzione dei ricavi operativi di oltre il 20% durante il secondo trimestre del 2020.

I ricavi totali di Materialise per il secondo trimestre del 2020 sono diminuiti del 21,2 percento a 38,1 milioni di euro, da 48,4 milioni di euro nel secondo trimestre del 2019. Nonostante la continua crescita nel segmento software dell’azienda, non è riuscito a compensare il calo dei ricavi nei segmenti medico e manifatturiero rispetto al secondo trimestre 2019.

Anche altre società hanno sofferto della riduzione dei ricavi durante il secondo trimestre, a causa dell’impatto della pandemia COVID-19 in corso sulla domanda dei clienti. Groupe Gorgé ha registrato un calo dei ricavi del 35,2% durante il secondo trimestre del 2020 e 3D Systems ha annunciato una rifocalizzazione strategica dopo che i ricavi dell’azienda sono diminuiti del 28%.

Dopo la pubblicazione dei risultati del secondo trimestre, le azioni di Materialise sono inizialmente scese da $ 28,26 a $ 22,41, e ora sono a $ 25,07.

In una chiamata con analisti e investitori, il presidente esecutivo Peter Leys ha spiegato come la pandemia avesse costretto Materialise a ridurre i costi durante il secondo trimestre. “Nel secondo trimestre, la nostra attività ha sofferto in modo sostanziale della pandemia COVID-19. Siamo stati in grado di realizzare risparmi sui costi di vendita, marketing e amministrativi generali, ma abbiamo mantenuto i nostri programmi di ricerca e sviluppo strategicamente importanti “.

“Sebbene i nostri programmi di ricerca e sviluppo e la forza finanziaria ci forniscano una solida piattaforma”, ha continuato Leys, “traiamo la stessa fiducia dai numerosi esempi di resilienza, creatività e disciplina che la nostra forza lavoro ha dimostrato in tutto il mondo durante questo periodo difficile”.

I ricavi di Materialise sono riportati in tre segmenti: Software, Medical e Manufacturing. Il settore Software dell’azienda ha registrato la crescita dei ricavi più robusta per il secondo trimestre 2020, generando 9,5 milioni di euro rispetto ai 9,3 milioni di euro riportati nel secondo trimestre 2019. Se combinato con l’aumento del cinque percento dei ricavi del software generato nel primo trimestre del 2020 , la crescita del segmento è rimasta invariata durante il primo semestre 2020.

Le entrate mediche dell’azienda sono diminuite da 14,5 milioni di euro nel secondo trimestre del 2019 a 11,7 milioni di euro nel secondo trimestre del 2020, con una diminuzione del 19,3%. Le entrate di Materialise Medical si sono dimostrate resistenti all’impatto della pandemia nel primo trimestre del 2020, registrando un aumento del 15,3%. Gli ordini relativi a COVID hanno sostenuto la crescita del segmento durante il primo trimestre, ma l’attività aggiuntiva non è stata sufficiente a guidare la crescita continua nel secondo trimestre.

Il settore manifatturiero ha registrato la riduzione più significativa dei ricavi, con un calo del 31% nel secondo trimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Nel secondo trimestre del 2019, l’attività manifatturiera dell’azienda ha generato entrate per 24,5 milioni di euro, ma nel secondo trimestre del 2020 è scesa a 16,7 milioni di euro. La società ha attribuito il calo dei suoi ricavi di produzione all’impatto della pandemia su richiesta nelle sue attività automobilistiche e aerospaziali.

ricavi Q2 2019 Q2 2020 Varianza (€) %
Materializza il software 9.3m 9,5 m + 0.2m -2.1
Materialise Medical 14.5m 11.7m -2.8m -19,3
Materializza la produzione 24,5 milioni 16.7m -7.8m -31,8
Non allocata 0.1m 0.2m + 0.1m +50
Segmenti totali 48,4 38,1 milioni -10.3m -20,8
Nonostante il continuo calo delle entrate della società dal primo trimestre del 2020, le sue perdite nette sono rimaste invariate. Nel primo trimestre del 2020 Materialise ha registrato una perdita di 2,8 milioni di euro, pari a – 0,05 euro per azione diluita, mentre nel secondo trimestre del 2020 la sua perdita è stata di 1,9 milioni di euro o – 0,04 euro per azione diluita.

La società ha continuato a investire nel suo futuro durante il secondo trimestre del 2020, con una spesa in ricerca e sviluppo che è rimasta invariata a 6 milioni di euro rispetto ai 6,1 milioni di euro nel secondo trimestre del 2019. Allo stesso modo, Materialise ha investito 5,7 milioni di euro nel primo semestre 2020 in proprietà, impianti e attrezzature, con un aumento di 15,7. per cento sui 4,8 € spesi nel primo semestre 2019.

Durante il secondo trimestre del 2020, Materialise ha rilasciato diversi pacchetti software, che hanno incrementato la crescita dei ricavi del suo segmento Software. Nel secondo trimestre del 2020, l’azienda ha apportato un aggiornamento alla sua Mimics Innovation Suite , con funzionalità che integrano modelli stampati in 3D nei flussi di lavoro ospedalieri, di imaging medico e logistico.

Materialise ha anche lanciato il suo servizio Mindware durante il secondo trimestre del 2020, progettato per fornire alle aziende consigli personalizzati sull’implementazione della stampa 3D. Come parte dell’offerta dell’azienda, sono disponibili per la consulenza specialisti di verticali dedicati come aerospaziale e medico.

Sulla chiamata agli utili, Leys ha spiegato che gli effetti della pandemia COVID sul segmento medico della società avevano creato nuove opportunità di crescita in altre aree.

“Sebbene COVID-19 abbia creato un calo nella nostra attività medica nel secondo trimestre, ha sostanzialmente aumentato l’interesse degli ospedali per la stampa 3D point-of-care”, ha affermato Leys. “Molti ospedali hanno utilizzato le strutture di stampa 3D durante la pandemia per supportare la loro fornitura interna. Materialise Medical è ben posizionata per trarre vantaggio da questo crescente interesse negli anni successivi “.

Entrando nel terzo trimestre, Leys ha affermato che Materialise si aspettava un terzo trimestre ancora più duro nel 2020 rispetto al secondo a causa degli effetti della pandemia negli Stati Uniti. “Al momento ci aspettiamo che questa prolungata incertezza si traduca in una ripresa più lenta del previsto delle nostre vendite di software e produzione”, ha affermato Leys. “È un dato di fatto per entrambe le unità, prevediamo che il terzo trimestre sarà più difficile del secondo trimestre”.

Nonostante le sfide per la crescita dell’azienda nel terzo trimestre del 2020, Leys ha affermato che si aspettava una ripresa nel suo segmento medico, poiché i medici eseguiranno nuovamente le procedure elettive. Secondo Materialise, la sua attività medica sta ora operando a “quasi il 100 percento” in seguito all’allentamento delle regole di blocco nell’Europa occidentale. Anche le vendite di software medico dell’azienda sono aumentate del 7% nel secondo trimestre del 2020, suggerendo una sinergia crescente tra le sue attività mediche e software.

Tuttavia, l’aumento delle entrate mediche di Materialise non dovrebbe essere sostenibile. Durante la chiamata sugli utili, Leys ha affermato che l’imprevedibilità della pandemia COVID significava che i letti ospedalieri potrebbero diventare nuovamente non disponibili, con un impatto sulle entrate mediche dell’azienda.

“Abbiamo visto un buon rimbalzo già nel mese di giugno, ma è estremamente difficile dirlo con un alto grado di fiducia”, ha detto Leys. “Ospedali e chirurghi non sanno quando potranno liberare letti d’ospedale per interventi chirurgici opzionali. Devono sempre essere pronti a tornare alla modalità di crisi per aiutare i pazienti affetti da Coronavirus, quindi è difficile da dire “.

“La nostra visibilità oltre il terzo trimestre rimane piuttosto limitata. Quindi, in risposta a questa prospettiva poco chiara e incerta, intendiamo continuare a gestire la nostra struttura dei costi in modo equilibrato ”, ha aggiunto Leys. “Ciò significa che non taglieremo i costi il ​​più possibile, ma quanto necessario.

Nelle sue osservazioni conclusive sulla call sugli utili, Leys ha sottolineato che Materialise continuerà a investire dove necessario, nonostante le difficoltà previste per il terzo trimestre 2020. “Riteniamo che Materialise rimanga molto ben posizionato per supportare molte delle soluzioni digitalizzate, localizzate e personalizzate che noi l’aspettativa prospererà nell’era post-COVID 19 ”, ha concluso Leys.

“È quindi fondamentale mantenere la nostra infrastruttura software e hardware in posizione e aggiornata e, cosa più importante, avere e mantenere a bordo le persone giuste per soddisfare le esigenze del mercato. Continueremo a monitorare i nostri costi con un occhio concentrato sul presente e con l’altro guardando al futuro “, ha aggiunto.

Be the first to comment on "Materialise ha registrato una riduzione dei ricavi operativi di oltre il 20% durante il secondo trimestre del 2020"

Leave a comment