Marshall Aerospace e la stampa 4d con Stratasys

Marshall Aerospace and Defense Group (ADG), una società di progettazione e manutenzione di aeromobili con sede nel Regno Unito, utilizza Stratasys Fortus 450mc per costruire parti di utensili, funzionali e di prototipazione per aeromobili.

Chris Botting, Materials, Process and Additive Manufacturing Engineer di Marshall ADG, ha dichiarato: “La tecnologia FDM ha modificato il nostro modo di lavorare e le stampanti 3D ei materiali di livello aerospaziale ci consentono di soddisfare le nostre scadenze sempre più aggressive e le complesse esigenze di produzione.”

“IN FUTURO, NON C’È DUBBIO CHE LA STAMPA 3D CONTINUERÀ AD AVERE UN IMPATTO SIGNIFICATIVO NEL MODO IN CUI PROGETTIAMO E PRODUCIAMO NELLA NOSTRA ATTIVITÀ”.

Marshall ADG è stata fondata nel 1909. Supporta sedici forze aeree in tutto il mondo e ha lavorato con la Royal Air Force per oltre cento anni. La compagnia ha contratti aerospaziali e di difesa con la Royal Netherlands Air Force , la Swedish Air Force e molti altri.

Oltre a ciò, Marshall ADG è un partner congiunto del programma Hercules Integrated Operational Support (HIOS), insieme al Ministero della Difesa britannico , Rolls-Royce e Lockheed Martin . Lo scopo del programma è supportare la flotta della Royal Air Force C-130J .

Con l’acquisizione delle stampanti 3D Stratasys , la produzione additiva è stata integrata nelle operazioni di riparazione e manutenzione di Marshall ADG . Botting ha dichiarato: “Prima di affidarci a costose lavorazioni di alluminio, abbiamo utilizzato la stampante Fortus da 450mc per la stampa 3D di un prototipo in materiale ASA.”

Con i benefici dell’uso della stampante 3D, Botting ha proseguito: “Ci ha permesso di creare un prototipo funzionante accurato di un componente complesso. Siamo stati quindi in grado di dimostrare che aveva il potenziale per essere stampato in 3D in materiale Nylon 12 rispetto al metodo più convenzionale di lavorazione dell’alluminio. “

“IL CONDOTTO STAMPATO IN 3D HA COMPORTATO UNA SIGNIFICATIVA RIDUZIONE DEI COSTI RISPETTO ALLA LAVORAZIONE DELLA PARTE IN ALLUMINIO E UNA RIDUZIONE DEL 63% DEL PESO COMPLESSIVO.”

La stampa 3D è tra le tecnologie più utilizzate nel settore aerospaziale . I casi d’uso includono l’ugello del carburante stampato in 3D da parte di GE e la stampa 3D di Air New Zealand, una parte su richiesta per rimettere in servizio il Boeing 777-300ER con messa a terra entro poche ore.

Inoltre, l’uso delle stampanti 3D FDM di Stratasys nel settore dei trasporti è stato spesso segnalato. Ad esempio, di recente, Siemens Mobility ha installato Stratasys 450mc presso il suo centro di manutenzione delle ferrovie digitali. E lo scorso mese Bombardier Transportation ha acquistato una stampante 3D F900 per la prototipazione e la produzione di parti funzionali per treni e tram. Le parti saranno prodotte con il materiale ULTEM 9085 di livello ingegneristico.

Marshall ADG utilizzerà lo stesso materiale per gli interni dei velivoli con stampa 3D. Botting ha dichiarato: ” Utilizziamo la stampante FDM Stratasys Fortus 450mc e la resina ULTEM 9085, un materiale di stampa 3D resistente ma leggero con un’elevata resistenza termica e chimica.”

“QUESTO È STATO FONDAMENTALE PER SUPERARE I SEVERI REQUISITI DEL NOSTRO SETTORE, DAL MOMENTO CHE ORA POSSIAMO STAMPARE LE PARTI IN 3D CON LE PROPRIETÀ DESIDERATE DI FIAMMA, FUMO E TOSSICITÀ PER GLI INTERNI DEGLI AEREI.”

Be the first to comment on "Marshall Aerospace e la stampa 4d con Stratasys"

Leave a comment