MakerBot pubblica il rapporto sulle tendenze della stampa 3D per il 2020

Il rapporto si basa su un sondaggio condotto all’interno della rete MakerBot. L’azienda ha intervistato oltre 1.200 professionisti dal 21 al 26 agosto 2020. Gli intervistati provenivano da Nord America (50%), Europa (20%), Asia (13%), Oceania (6%), America Latina (4%), Sud America (4%), Africa (2%) e Medio Oriente ( 1%). Rappresentavano più di 20 settori tra cui militare e difesa, aerospaziale, automobilistico, medico e odontoiatrico, prodotti manifatturieri, arte e intrattenimento e beni di consumo. I settori occupazionali erano diversi: il 37% degli intervistati lavorava in ingegneria o sviluppo, 20% in edilizia, 9% in operazioni di stampa / laboratorio, 9% in posizioni dirigenziali, 7% in produzione o manifattura, 1% in approvvigionamento , 1% nella catena di fornitura e 16% in altre funzioni della propria azienda.

Il rapporto ha rilevato che il 74% degli intervistati prevede di investire nella stampa 3D nel prossimo anno. Il 56% ha affermato che COVID-19 non ha influenzato i propri piani di investimento nella stampa 3D. Ciò che è anche degno di nota del rapporto sulle tendenze è che il 68% ha dichiarato di utilizzare la stampa 3D per la produzione di piccole serie e il 47% per la produzione su richiesta.

Be the first to comment on "MakerBot pubblica il rapporto sulle tendenze della stampa 3D per il 2020"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi