MakerBot filamenti con fibra di carbonio per METHOD e METHOD X ( nylon rinforzato con fibra di carbonio tritata )

MakerBot aggiunge filamenti riempiti con fibra di carbonio alla serie METHOD

Con più recente rifacimento della MakerBot, i Stratasys società ha promesso nuova qualità con il suo desktop 3D stampanti attraverso l’introduzione del METODO e, più tardi, METODO X stampanti 3D. La società ha gradualmente ampliato le possibilità materiali di queste macchine con il rilascio di estrusori speciali, tra cui l’estrusore sperimentale LABS che ha aperto il sistema all’uso di filamenti di terze parti.

Le ultime uscite dell’azienda sono le edizioni METHOD e METHOD X in fibra di carbonio , che sono in grado di stampare con nylon rinforzato con fibra di carbonio tritata. Ciò è reso possibile dall’uso di un nuovo estrusore destinato ai materiali abrasivi. L’estrusore presenta ingranaggi di trasmissione in metallo temprato, un interruttore a filamento metallico e un ugello intercambiabile in acciaio temprato. Questo estrusore è disponibile come aggiornamento alle stampanti 3D METHOD e METHOD X esistenti.

La possibilità di stampare in 3D con filamenti termoplastici riempiti con fibra di carbonio tritata non è esattamente nuova, poiché questi materiali sono disponibili sul mercato da qualche tempo. Tuttavia, non tutti gli estrusori sono in grado di stamparli in modo efficace senza problemi. Dato l’approccio più misurato di MakerBot ai materiali negli ultimi anni, sarebbe logico per loro garantire che il prodotto sia adatto al compito che si prefigge di svolgere. Dopotutto, questi sono sistemi chiusi commercializzati come facili da usare e non sono pensati per armeggiare.

La società suggerisce che le parti in fibra di nylon e carbonio stampate su questi sistemi possono essere utilizzate per la produzione di strumenti, maschere e dispositivi, nonché parti terminali, compresi i pezzi di ricambio in metallo, a seconda dell’applicazione. In particolare, MakerBot elenca casi d’uso come staffe per veicoli, calibri di ispezione, dispositivi di estremità robotizzati e altri strumenti e applicazioni sottotappo.

Il nuovo estrusore potrebbe non offrire le stesse funzionalità delle stampanti dedicate al rinforzo in fibra, come i prodotti Markforged, Anisoprint, Desktop Metal o 9T Labs . Queste tecnologie sono in grado di incorporare fili di fibra di carbonio continua nelle parti al fine di fornire resistenza anisotropica in tutta la parte. Tuttavia, è un aggiornamento per la linea METHOD. Ciò gli consente di competere più da vicino con un marchio come Ultimaker, che offre un filamento PETG rinforzato con fibra di carbonio tritata .

La linea METHOD ha le sue caratteristiche uniche che la distinguono dagli altri sistemi. In particolare, una camera riscaldata circolante controlla la temperatura di stampa durante tutto il processo di costruzione al fine di mantenere un’accurata dimensionalità. Combinato con supporti solubili stampati utilizzando il filamento Stratasys SR-30, è possibile creare geometrie complesse, spesso non possibili con sistemi continui in fibra di carbonio.

La società prevede di aggiungere più materiali compositi alla sua gamma, con il METODO X in grado di gestire una gamma più ampia grazie al fatto che la sua piattaforma di costruzione può raggiungere 110 ° C. Le nuove edizioni in fibra di carbonio, insieme all’estrusore e ai materiali, dovrebbero essere spedite a giugno 2020.

Be the first to comment on "MakerBot filamenti con fibra di carbonio per METHOD e METHOD X ( nylon rinforzato con fibra di carbonio tritata )"

Leave a comment