MakerBot Assistive Technology i vincitori della sfida per trovare tecnologie assistive grazie alla stampa 3d

MakerBot annuncia i vincitori della sfida per progettare tecnologie assistive grazie alla stampa 3d.

La progettazione e lo sviluppo delle tecnologie assistive è uno degli aspetti più promettenti della rivoluzione imposta dalla stampa 3D. Facilitare la vita delle persone con disabilità è  una priorità per alcune aziende, scuole e organizzazioni  orientate verso lo sviluppo di dispositivi assisitive sponsorizzati. Alla fine di settembre, ha lanciato MakerBot Assistive Technology sfida che invitava gli utenti di Thingiverse a sviluppare i propri dispositivi di assistenza.
Ora MakerBot ha annunciato i vincitori del concorso, che si è  chiuso ufficialmente il 1 ° novembre con 170 partecipazioni: il disegno migliore è stato prodotto da un utente di nome Tobias Wirtl. Col suo Mouse per bocca  permette alle persone senza l’uso delle braccia di utilizzare facilmente i computer, ed è stato volutamente costruito in modo poco costoso, Con componenti che si trovano facilmente per renderlo accessibile a persone anche con risorse molto limitate.
“Ci sono molte nuove tecnologie a cui  le persone con disabilità non possono accedere e, a mio parere tutti dovrebbero essere in grado di beneficiarne  in particolare Internet,” ha dichiarato Wirtl. “Ecco perché ho deciso di creare un dispositivo che permettesse alle persone di navigare nel Web. Prodotti come questi si trovano in vendita  per centinaia di dollari. Ho creato questo uno con una stampante 3D e mi è costato circa 20 dollari con  componenti comunemente disponibili “.
Il mouse è stato progettato come un boccaglio con un piccolo joystick attaccato. Per attivare quello che sarebbe il pulsante destro di un mouse standard, l’utente spinge il joystick in avanti. Per utilizzare il pulsante sinistro, l’utente aspira l’aria per attivare un sensore. Il sistema è controllato da una scheda Pro Micro Arduino. Il boccaglio in sé è stato stampato in 3D, e tutti gli altri componenti, tra cui l’hardware e elettronica, sono stati comprati presso negozi di ferramenta locali e su eBay. Il sensore del dispositivo è particolarmente ingegnoso;  Smontato è simile ad una sigaretta elettronica per i suoi componenti interni. Wirtl  non è pienamente soddisfatto del risultato ancora, e invita chiunque abbia delle idee  su come migliorare il dispositivo a contattarlo  oppure a  modificare o progetti open source.

Il Secondo posto è andato all’architetto Hugo Riveros, che ha progettato una sedia a rotelle che ha chiamato «HU-GO”. Riveros, che è originario del Cile, era in visita a casa quando è stato colpito da quante persone che hanno bisogno di sedie a rotelle non sono in grado di pagarsele. Basando il suo progetto sulla propria sedia a rotelle, che deve usare periodicamente a causa di una spondilo artrite, Riveros ha creato una versione 3D stampabile che ha progettato con il software ArchiCAD. Per le parti che non potevano essere stampate in 3D, Riveros, come Wirtl, ha usato componenti facilmente reperibili come compensato, fascette e anche calze e sacchi di farina per gli ammortizzatori. La sua speranza è che il suo disegno permetta a persone povere di avere a disposizione una sedia a rotelle.
Il terzo posto è andat a Jeff Kerr, che ha progettato un kit per aiutare i cani ad aiutare le persone. Il dispositivo di sostegno per i cani di assistenza Starter Kit comprende diversi elementi stampabili 3D per aiutare i cani di assistenza a muoversi meglio in ambienti progettati per le persone. Le opzioni  includono un sistema  che permette ai cani di usare  gli interruttori della luce, un estrattore della maniglia della porta e un telecomando a profumo codificato per insegnare ai cani come distinguere meglio tra più bersagli in ambienti ingombri.
“Ogni volta che lanciamo una sfida su  MakerBot Thingiverse , siamo stupiti dalla cose che la gente crea ,” ha dichiarato Nadav Goshen, Presidente di MakerBot. “Vorremmo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato a questa sfida e incoraggiare le persone a continuare a creare ed estendere questi design per migliorare le possibilità di chi è meno fortunato.

Be the first to comment on "MakerBot Assistive Technology i vincitori della sfida per trovare tecnologie assistive grazie alla stampa 3d"

Leave a comment