L’Università di Bayreuth fonda il centro per la stampa 3D

L’Università di Bayreuth ha ora fondato il centro di ricerca Campus Additive.Innovationen (CA.I) per ricercare, sviluppare e utilizzare la tecnologia di stampa 3D. La rete interdisciplinare è unica in Baviera e Germania, secondo il comunicato stampa. Scienziati di cinque facoltà e più di 20 sedie lavorano insieme su soluzioni innovative. Allo stesso tempo, stanno collaborando in diversi settori con aziende in ambito regionale che troveranno un punto di contatto per tutte le domande sulla produzione additiva in CA.I.

“Nel panorama della ricerca nazionale e internazionale, la produzione additiva viene vista principalmente attraverso gli occhi di un ingegnere. Ma solo se questo campo futuro è interdisciplinare e coerente, le innovazioni uniche e sostenibili di domani possono avere successo con e attraverso la produzione additiva ”, afferma il Prof. Dr.-Ing. Frank Döpper, titolare della sedia per la tecnologia di produzione ecocompatibile presso l’Università di Bayreuth. Il centro di ricerca additiva del campus vuole perseguire con forza questo approccio. Materiali, tecnologie e applicazioni della produzione additiva nonché modelli di business devono essere esaminati, sviluppati e ottimizzati in modo interdisciplinare da molte prospettive. Dovrebbero essere inclusi gli impatti delle tecnologie sociali, anche a livello internazionale.

Raggruppa ed espandi le competenze scientifiche
“L’Università di Bayreuth è caratterizzata dal collegamento di campi tematici di ricerca e trasferimento di conoscenze, che altrove sono strettamente separati dai confini di materia e facoltà. L’additivo del campus. Le innovazioni continuano a riempire questo principio di vita, che si considera un think tank interdisciplinare e transdisciplinare “, afferma il Prof. Dr. Stefan Leible, presidente dell’Università di Bayreuth, il profilo del nuovo centro di ricerca. Dalle scienze naturali e ingegneristiche alle scienze giuridiche ed economiche alle scienze sportive e africane, una vasta gamma di competenze e tecnologie specialistiche sono riunite e ampliate. L’attenzione si concentra su design, materiali e processi, digitalizzazione, nonché modelli di business e questioni legali. Di conseguenza, un’eccellenza interdisciplinare cresce nel campus dell’Università di Bayreuth, che fornirà impulsi rivoluzionari per le innovazioni nella ricerca e sviluppo. Questa rete sistematica di domande e competenze tecniche e non tecniche nel campo della produzione additiva è già unica in Germania.

In particolare, le aziende dell’ambiente regionale sono invitate a sperimentare il potenziale e le applicazioni della produzione additiva nei laboratori e nei centri tecnici nel campus di Bayreuth. Allo stesso tempo, la CA.I sviluppa offerte per l’educazione e la formazione scolastica, professionale e scientifica in dialogo con le camere regionali e l’accademia universitaria dell’Università di Bayreuth.

Be the first to comment on "L’Università di Bayreuth fonda il centro per la stampa 3D"

Leave a comment