L’UNGHERESE CRAFTBOT APRE IL RAPID LOCAL MANUFACTURING CENTER IN CORNOVAGLIA PER SUPPORTARE LA PRODUZIONE DI DPI

Il produttore ungherese di stampanti 3D Craftbot ha annunciato il lancio di un Rapid Local Manufacturing Centre (RLM) situato in Cornovaglia, nel Regno Unito, per sostenere lo sforzo nazionale nella produzione di dispositivi di protezione individuale (DPI) per i lavoratori chiave durante la pandemia in corso COVID-19 .

Oltre ai DPI per la stampa 3D, il centro fungerà anche da hub informativo per gli appassionati di tutto il Regno Unito in cerca di supporto e guida nell’uso delle proprie stampanti 3D per produrre DPI per lo sforzo nazionale.

Per il lancio di RLM, Craftbot ha donato quindici stampanti 3D, pari a £ 35.000 in valore. “Siamo molto orgogliosi di supportare la comunità di innovatori che stanno aiutando a proteggere i nostri lavoratori chiave e a proteggere le comunità vulnerabili, trasformando le loro case e attività in mini produttori”, commenta John Kassis, VP Commercial presso CraftBot.

“LE INTUIZIONI CHE OTTERREMO DAL CENTRO CI AIUTANO A RENDERE I PROCESSI PIÙ EFFICIENTI E CI ILLUMINANO SULLE TENDENZE FUTURE, CONSENTENDOCI DI SUPPORTARE MEGLIO I NUOVI RLM IN TUTTO IL REGNO UNITO. SPERIAMO CHE ISPIRERÀ ANCHE LE PERSONE A CERCARE DI CREARE I PROPRI CENTRI RLM ”.

Fondata nel 2014, Craftbot (formelry Craftunique) è focalizzata sullo sviluppo di stampanti 3D ‘plug and play’ facili da usare che rispondano alle esigenze dei suoi clienti. Con sede a Budapest, la società ha uffici negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito.

Dalla sua fondazione, si dice che la società abbia venduto oltre 10.000 unità in tutto il mondo, con la sua prima stampante 3D CraftBot nel 2014 e i successivi sistemi più recenti, tra cui CraftBot 3, XL e Plus .

La società ha lanciato la sua ultima gamma, la generazione Flow , alla fine del 2019, che comprendeva un totale di quattro diversi sistemi: due singole estrusioni e due iterazioni indipendenti di doppio estrusore (IDEX). Dopo aver testato la macchina all’inizio dell’anno, gli ingegneri del settore della stampa 3D hanno offerto al più grande sistema di doppia estrusione, Craftbot Flow IDEX XL , una brillante recensione, trovandola una stampante 3D di grande formato molto capace per i professionisti, con una pletora di caratteristiche progettate.

Craftbot spiega come ha lavorato con i partner per creare dieci centri RLM per proteggere i lavoratori in prima linea in tutto il mondo, tra cui Germania, Ungheria, Stati Uniti e Canada. In Ungheria, CraftBot ha stampato in 3D e ha donato più di seimila schermi facciali agli ospedali locali.

Inizialmente il nuovo centro RLM in Cornovaglia ospita sei stampanti IDEX 3D donate da CraftBot, che saranno in grado di produrre schermi facciali per i lavoratori chiave, insieme ad altre attrezzature tra cui apriporta e protezioni per le orecchie. I fornitori locali J-Fornlied 3D e 3D Print Cornwall opereranno nel centro, con DPI donati a case di cura locali e medici di base, dentisti, farmacisti e proprietari di negozi locali.

Ci sarà un live streaming pubblico all’interno di una delle stampanti 3D per mostrare come vengono fabbricati i prodotti DPI. Il livestream pubblico offrirà anche consigli su come altri possessori di stampanti 3D possono creare DPI con le proprie stampanti 3D.

In collaborazione con l’ Università di Exeter , le stampanti 3D Craftbot saranno inoltre dotate di attrezzature speciali per la registrazione e il monitoraggio dell’impatto ambientale ed economico del centro RLM.

“Con il supporto dell’Università di Exeter saremo in grado di comprendere meglio l’impronta ambientale del Centro RLM. Questo è il primo concetto nel suo genere e siamo davvero entusiasti di vederlo realizzato ”, commenta Mike Hunt di 3DPrint Cornwall. “Il processo sarà disponibile per la visualizzazione 24 ore su 24, 7 giorni su 7, attraverso un flusso video da una videocamera integrata nelle stampanti, il che dimostrerà la facilità di installazione delle macchine e i requisiti minimi di manutenzione.”

Un secondo centro RLM sarà inoltre istituito nello Shropshire con altre sei stampanti 3D donate da CraftBot.


Be the first to comment on "L’UNGHERESE CRAFTBOT APRE IL RAPID LOCAL MANUFACTURING CENTER IN CORNOVAGLIA PER SUPPORTARE LA PRODUZIONE DI DPI"

Leave a comment